FAQ

Ho creato questa pagina per rispondere alle domande più frequenti che mi vengono poste via mail. Le ho elencate in modo che risulti più facile consultare la lista. Se la vostra domanda non rientra nell'elenco che trovate qui sotto vi prego di scrivermi all'indirizzo mail: sarahtognetti@yahoo.it in modo da poterla aggiungere assieme alle altre. 

    1. Come hai fatto a creare un blog?
    2. Che cos'è lo stile shabby?
    3. Come hai imparato a decorare un mobile in stile shabby?
    4. Quale formazione hai conseguito? 
    5. Dove posso imparare quello che realizzi sui mobili?
    6. Che tipo di pitture utilizzi? 
    7. Mi dai qualche consiglio su come posso trasformare il mio mobile in stile shabby?
    8. Come faccio a tenermi aggiornato sui corsi di tecnica shabby?
    9. Come faccio a diventare un lettore fisso ed iscrivermi al blog?
  10. Come faccio a commentare un post?
  11. Perché non rispondi ai miei commenti e non visiti il mio blog?
  12. Possiamo fare scambio links/banners?
  13. É possibile avere un po' di pubblicità sul tuo blog? 
  14. Posso acquistare quello che crei?
  15. Fai consulenze d'arredo?
  16. Quale macchina fotografica utilizzi?
  17. Hai fatto un corso di fotografia?
  18. Quale programma utilizzi per elaborare le foto e per la grafica?
  19. Ho visto la tua casa in un post, di che marca è quello piuttosto che quell'altro?
  20. Di dove sei, dove abiti?


***

    1. Come hai fatto a creare un blog?
Anni fa, quando decisi di aprire Shabby Chic Interiors non avevo idea di quello che poi sarebbe diventato. Per me era un modo come un altro di condividere una grande passione. Se non ricordo male, trovai su di un giornale, un articolo in cui si parlava dei blog e ne mostrava alcuni stranieri. Così decisi di aprirne uno anch'io e di farlo attraverso Blogger, una piattaforma gestita attualmente da Google a cui è possibile accedere gratuitamente. Tramite il pannello di controllo e alle varie funzionalità ho trovato la gestione davvero facile. Se avete intenzione di aprire un blog vi consiglio di buttarvi e di non avere paura perché anche chi è alle prima armi saprà destreggiarsi tra post, inserimento di immagini, commenti e quant'altro.

    2. Che cos'è lo stile shabby?
Letteralmente tradotta la parola shabby significa trasandato. É una parola che è stata coniata da una rivista d'interni negli anno '80 ma questo stile venne alla ribalta solamente dieci anni più tardi quando la designer Rachel Ashwell fonda una società con l'omonimo nome: Shabby Chic. In molti pensano sia uno stile nato oltreoceano ma in questo sbagliano. Per trovare le origini dello stile shabby bisogna fare qualche passo indietro, infatti lo stile shabby (e scusate la ripetizione) non è altro che una tecnica decorativa chiamata decapè nata nella Francia all'epoca di Luigi XV. É uno stile d'arredamento caratterizzato da colori chiari. Il mobile della nonna dimenticato in soffitta, diventa l'elemento principale e riprende vita. Lo stile shabby rende luminoso ogni ambiente. Il mobile pitturato lascia intravedere il colore sottostante del legno naturale, il tempo e l'usura regalano quella patina speciale che rende ogni pezzo unico. I "segni" creati da  mani esperte, come fosse il tempo ad avergliele conferite, donano quell'aspetto vissuto e trasandato (trasandato chic - shabby chic) e sono una firma distinta di questo stile. Si parla di arredare una casa in stile shabby quando si parla non solo di mobilio ma anche di quei complementi d'arredo come tende, tappeti, copriletti, carte da parati, lampadari ecc. che creano un'armonia nel loro insieme. Perfino i colori alle pareti sono fondamentali. Tutto sembra essere messo lì per caso invece si tratta di un attento studio che esalta la semplicità e crea un effetto romantico e luminoso.

    3. Come hai imparato a decorare un mobile in stile shabby?
Forse non tutti ancora sanno che sono cresciuta guardando mio nonno lavorare il legno. Passavo le estati ad ammirare la sua manualità e a sentire il profumo del legno tagliato. Credo che la mia passione sia nata da lì. Ho cominciato presto a tenere il pennello in mano e quando mi sono trovata per la prima volta davanti ad un mobile da pitturare non ho avuto alcun timore, anzi mi sembrava di non aver fatto altro nella vita. Il mio colorificio di fiducia mi aveva stampato un foglio A4 con scritte alcune spiegazioni su come raggiungere lo stile shabby. Provai con una scrivania e ne fui talmente soddisfatta che trasformai subito dopo la credenza di cucina. Da allora non ho più smesso e ho affinato lo stile ed il mio gusto. 

    4. Quale formazione hai conseguito?
Poco dopo aver terminato gli studi da geometra, mi sono iscritta a un corso riconosciuto dalla regione Liguria di restauro del legno. E' stato un modo per me di entrare in quel mondo e di conoscere il gergo tecnico la soprattutto le basi per restaurare un mobile. Riconoscerne lo stile e capirne il valore. 

    5. Dove posso imparare quello che realizzi sui mobili?
Se vuoi imparare quello che faccio io, posso insegnarti a farlo. Da anni tengo dei corsi di tecnica shabby in giro per l'Italia. Ho incontrato e conosciuto un sacco di persone e condiviso la mia passione   per lo stile shabby con tanti di voi che mi state leggendo in questo momento. I miei iscritti sono ragazze che hanno appena acquistato casa e che vogliono decorare i loro mobili, restauratori e falegnami che vogliono accrescere il loro bagaglio, donne con il sogno di trasformare casa ma anche ragazzi con la passione per l'arredamento. C'è chi è principiante e non ha mai fatto nulla, chi invece hai già sperimentato utilizzando come "cavia" qualche vecchio mobile e chi ancora è un professionista e ha la necessità o solo la voglia di apprendere questa tecnica di decorazione.

    6. Che tipo di pitture utilizzi?
Tutti i prodotti che utilizzo sono prodotti all'acqua. Ai miei corsi porto con me una speciale pittura murale ma in questi anni di ricerca sulla pittura perfetta, ho trovato uno smalto speciale e molto opaco con cui pitturo quei mobili che stanno spesso a contatto con l'acqua come i mobili della cucina o del bagno. E' fondamentale scegliere la giusta pittura io la faccio in base al tipo di mobile e al suo collocamento. Si tratta di un tavolo? Scelgo un pittura piuttosto che un'altra. Devo pitturare una porta? Allora la mia scelta cadrà su un altro tipo di pittura. Ma se volete imparare a scegliere quella giusta allora non vi resta che iscrivervi ad un corso di tecnica shabby. 

    7. Mi dai qualche consiglio su come posso trasformare il mio mobile in stile shabby?
Ogni mobile è fatto di un legno differente. Alcuni sono stati trattati a gommalacca, altri sono ricoperti da un vecchio flatting che sfoglia, altri ancora sono grezzi con un legno molto poroso. Non c'è un'unica strada per decorare un mobile in stile shabby per cui tramite mail, non riuscirei a darvi la spiegazione corretta. Un corso di tecnica shabby dura un giorno, dalla mattina fino a tardo pomeriggio. Non riuscirei mai a concentrare in una mail quello che spiego durante una giornata di corso. 

    8. Come faccio a tenermi aggiornato sui corsi di tecnica shabby?
Se volete essere sempre aggiornati sui miei corsi o su altre iniziative, potete iscrivervi alla Newsletter di Shabby Chic Interiors. In questo modo sarete avvisati ogni qualvolta avrò delle novità da comunicare.

   9. Come faccio a diventare un lettore fisso ed iscrivermi al blog?
Per entrare nei membri del blog, non dovete fare altro che cliccare sul pulsante che troverete nella colonna di sinistra dove c'è scritto "Unisciti a questo sito". Tutti i passaggi sono elencati in un vecchio post che leggerete cliccando qui.

  10. Come faccio a commentare un post?
I passaggi sono molto semplici ma prima di poter commentare il mio blog dovete essere iscritti al blog stesso oppure avere un account Google. L'articolo in cui lo spiego è lo stesso in cui descrivo la modalità per potersi iscrivere e diventare un lettore fisso del blog. Il post in questo lo troverete cliccando qui.

  11. Perché non rispondi ai miei commenti e non visiti il mio blog? 
Mi trovo totalmente d'accordo con quello che dice Federica B., questo è un tasto dolente per molte blogger. Mi spiace perché capisco che molte persone, magari nuove nel mondo del blog, possano pensare che non le legga o non le commenti perché non sono interessata o perché mi creda chissà chi. Nulla di più sbagliato anzi, il problema è che qualche anno fa i blog erano si e no una cinquantina o poco più. Ora sono a migliaia e tutti i giorni ne nascono di nuovi. Questo ovviamente è magnifico perché significa che l'amore per l'handmade e la creatività stanno rinascendo però potete ben immaginare che più si fanno amicizie in rete, più si conoscono nuovi blog, più si amplia la cerchia di lettori e di blog amici, più diventa umanamente impossibile seguire tutti e leggere tutti. Capitolo commenti altro tasto dolente (per molte, so che non sono l'unica). Mi fa un enorme piacere riceverli, sono la benzina che fa andare avanti il blog, perché è un feedback che mi fa capire che apprezzate il tempo che perdo e lo sforzo che faccio per cercare di rendere i post interessanti, per migliorare la qualità delle foto e delle immagini scelte e per cercare di regalare a voi un centesimo dell'ispirazione che io giornalmente trovo e traggo da tanti blog. Ma spesso mi ritrovo ad arrancare a rispondere alle mail e ammetto che da un po' di tempo a questa parte dedico il mio tempo a rispondere a quest'ultime piuttosto che ad un commento lasciato sul blog. Sappiate comunque che apprezzo ogni singola frase, ogni singolo pensiero e leggo con estremo interesse le vostre opinioni ma siccome sono umana anch'io (eh eh) mi è impossibile ogni volta rispondere, visitare e salutare tutti. Dovrei togliere ulteriore tempo ad altre cose importanti della mia vita (figli, famiglia, amicizia, affetti, casa…) e non penso sia giusto farlo come sicuramente capirete. 

  12. Possiamo fare scambio di link/banner?
Mi spiace ma non sono interessata a scambi di link o banner.

  13. É possibile avere un po' pubblicità della mia attività sul tuo blog? 
Certo che sì, se la vostra attività è il linea con lo stile del blog, sarò felice di realizzare per voi dei post pubblicitari e/o di inserire il vostro banner tra gli Sponsors di Shabby Chic Interiors. Scrivetemi al mio indirizzo mail sarahtognetti@yahoo.it cosicché posso informarvi delle varie possibilità su come ottenere della pubblicità sul mio blog.

  14. Posso acquistare quello che crei?
Certamente e inoltre sappiate anche che lavoro su commissione, quindi se cercate da tempo un comodino per la vostra camera da letto o volete una cornice speciale per la coppia di amici che si deve sposare, sarò felice di soddisfare ogni vostra richiesta.

  15. Fai consulenze d'arredo?
Anche qui la risposta è sì. Offro una consulenza d'arredo online e non, compatibilmente con la zona da cui proviene la richiesta. Quello che mi serve per farvi un preventivo è una piantina della stanza, casa o giardino e di qualche riga scritta per spiegarmi i vostri desideri. In pochi giorni riceverete una mia risposta. 

  16. Quale macchina fotografica utilizzi?
Alcuni anni fa trovai in un centro commerciale della mia città una bella offerta per una Canon EOS 500D. Da allora siamo inseparabili. Nello stesso momento acquistati un cavalletto e assieme devo dire che sono un'accoppiata perfetta. Soprattutto quando scatto in casa e c'è poca luce, il cavalletto mi è di grande aiuto. 

  17. Hai fatto un corso di fotografia?
Sì, quando ancora si scattava con il rullino e il digitale era roba da astronauti feci un corso di fotografia. Le basi mi hanno comunque aiutata quando con la mia reflex digitale ho cominciato a scattare in manuale. Saperne di tempi, diaframma e quant'altro è essenziale per una buona foto ma se siete alle prime armi con queste nuove macchine avete la possibilità di scattare in automatico. Io l'ho fatto per alcuni mesi prima di passare al manuale e comunque ho ancora tanto da imparare.

  18. Quale programma utilizzi per elaborare le foto e per la grafica? 
Ho la fortuna di avere un compagno che mi ha insegnato ad utilizzare Photoshop e senza quello non saprei proprio come fare. É un programma di grafica complesso usato dai professionisti e lo utilizzo un decimo delle sue potenzialità, ma per i miei "taglia e cuci" non mi posso lamentare, anzi. Mi hanno parlato molto bene di Lightroom ma non ho ancora avuto modo di provarlo anche se credo lo farò molto presto.

  19. Ho visto la tua casa in un post, di che marca è quello piuttosto che quell'altro?
Quando scrivo un post e parlo di un ambiente di casa mia non specifico sempre la marca di un oggetto o di un altro ma al 99% delle volte l'ho già fatto in vecchi post. Quello che potete fare è cercare tra i post dedicati al tipo di oggetti/mobili/ambienti che state cercando. Ad esempio se siete curiosi di conoscere di che materiale è il pavimento della mia cucina o il lavello che spesso vedete in foto, basta cercare sotto l'etichetta "my home". Se invece volete sapere come ho trattato la boiserie in legno del mio bagno potete cercare sempre tra l'etichetta "my home" oppure anche in quella "bagno". Le etichette sono molto funzionali ma spesso sottovalutate. Inoltre in molti non sanno che nella colonna di destra del blog c'è una casella di ricerca dove potete inserire la parola chiave e cliccando sul pulsante "cerca" che troverete a fianco, usciranno fuori tutti i post in cui ho inserito la parola che avete cercato. 

  20. Di dove sei, dove abiti?
Sono nata e cresciuta in un piccolo paese chiamato Castelnovo né Monti, sull'Appennino Tosco-Emiliano ma già dal 1996 abito a Genova. Appena trasferita con i miei genitori ho abitato per qualche anno a Pieve Ligure (magnifico paesino affacciato sul mare del Golfo Paradiso) ma appena comprato casa ho preferito la collina, forse perché mi ricorda tanto la mia terra d'origine. Ora abito sulle colline che circondano Genova, sembra di essere in campagna ma in venti minuti di macchina arrivo in centro. Ho trovato la mia fetta di paradiso circondata dal verde. 

Flickr Images