Un settembre travolgente

Scusate, scusate e scusate ancora per questa assenza prolungata dal blog, ma causa forze maggiori, questa settimana non sono riuscita a...


Scusate, scusate e scusate ancora per questa assenza prolungata dal blog, ma causa forze maggiori, questa settimana non sono riuscita a mettermi a computer nemmeno una volta. Sono un catorcio ambulante, settembre mi ha sbattuto a terra e tra i tanti appuntamenti, mal di gola e raffreddore faccio fatica a trovare un attimo di pace e scrivere qualche post. Dovete sapere che mercoledì scorso, giusto un giorno prima che cominciasse la scuola, abbiamo deciso di trasferire Bea in una nuova scuola, quindi tra una corsa in segreteria di qui e una corsa in segreteria di là, non ho avuto un attimo di tregua. Da lunedì le lezioni sono cominciate nel nuovo istituto e Beatrice è felice e serena, solo questo conta. 

In questa settimana ho visto più il ragazzo della cartoleria che mio marito. Ovviamente abbiamo dovuto cambiare tutti i libri, fortuna che siamo riusciti a trovarne qualcuno usato altrimenti sarebbe stata veramente una spesa folle. Bea ha cominciato le ripetizioni di matematica (il suo tallone d'Achille, povera) e sta proseguendo con gli appuntamenti settimanali con il fisioterapista per la sua ginnastica posturale e l'osteopata. Diciamo che mi sono trasformata in un taxi che porta avanti e indietro la famiglia. Non vedo l'ora che questo trantran diventi appena appena un po' più sostenibile. Questa mattina ho avuto un colloquio con una professoressa di Beatrice alle ore 7.30. È anticostituzionale dare appuntamento a quell'ora, suvvia! ;) 


Ieri mattina sono andata in aeroporto a prendere mio fratello che è arrivato da Londra e riabbracciarci dopo tanti mesi è stato emozionante. Stare insieme mi ha regalato nuove energie e sono felice di vedere come il nostro rapporto in questi anni sia cresciuto. Questo fine settimana andremo insieme nel paese dove siamo nati a trovare nostro padre e i nostri nonni. 

Mentre Gigi ed io sembriamo da rottamare, la piccola Mathilde è l'unica in famiglia che si salva da raffreddore e mal di gola. Il bancone di cucina è invaso dalla macchinetta dell'aerosol, medicine e vitamine varie. Insomma è solo il primo giorno di autunno e noi siamo già alla frutta!

Non abbiamo ancora deciso quale attività sportiva far frequentare alle bimbe perché siamo un po' indecisi. Le bimbe ovviamente sono indecise. Tra i primi posti nella nostra wishlist abbiamo: arti marziali, teatro e nuoto. Vedremo chi la spunterà. Il mese prossimo comincerò un corso di scrittura creativa e non vedo l'ora. Scrivere è una di quelle cose che mi è sempre piaciuto fare, fin da bambina mi piaceva passare i pomeriggi a scrivere pagine e pagine di diario e il mio compito preferito a scuola era senz'altro il tema. Presto vi racconterò la mia esperienza. 

Ad ottobre mi aspettano tre grandi lavori a casa di nuovi clienti e sono felice di riprendere in mano il pennello. Invece per quanto riguarda i corsi di tecnica shabby e industrial chic, non ne ho ancora programmato nessuno per questo autunno, penso comunque che ne organizzerò uno sicuramente a Milano e uno qui a Genova. Vi darò presto news. Buon weekend a tutti!


Photo by Sarah Tognetti


Ti potrebbero anche interessare:

4 commenti

  1. Che foto stupende. E quanti programmi....forza allora rimettevi in sesto e partite!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Altro che rimetterci in sesto, qui stiamo soccombendo sotto ai tanti appuntamenti di queste settimane...cioè io sto soccombendo ecco! ;) No dai a parte gli scherzi, appena riparte il trantran di sempre, ritornerò anch'io super attiva. Per ora faccio la mamma, la casalinga (disperata s'intende) e la tassista per le mie bimbe! ;)

      Elimina
  2. Che belle foto autunnali ! ..comunque l'appuntamento alle 7,30 è da denuncia...:)claudiag

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha, è vero? Appena me l'ha detto credevo scherzasse! :P

      Elimina

Flickr Images