Restyling di una cucina

Buongiorno a tutti, in questo periodo sono un po' assente dal web perché sono impegnata in un restyling a casa di una cliente. Un r...


Buongiorno a tutti, in questo periodo sono un po' assente dal web perché sono impegnata in un restyling a casa di una cliente. Un restyling che vede la cucina totalmente trasformata. Si tratta di un ambiente già modificato in quanto due anni fa sono intervenuta con una consulenza generale che ha coinvolto soprattutto la camera da letto padronale a la zona giorno. La cucina aveva un bancone a penisola e la cliente se ne voleva disfare. Il nuovo bancone in legno è stato uno dei primi pezzi che ho inserito in quell'ambiente ed è ancora uno dei pezzi più amati (e vissuti) della casa.

La casa è in realtà un meraviglioso appartamento vista mare. Ora vi do un piccolo esercizio di immaginazione, facciamo questo gioco insieme. Prendete quattro pareti che insieme formano una stanza, in questo caso una zona giorno totalmente aperta. Fatto? Ora eliminate una parete intera e al suo posto mettete una finestra enorme (enorme è a dir poco). Fatto? Come ultima cosa aggiungete un panorama da sogno su cui affaccia questa meravigliosa finestra, in questo caso vi do un aiutino io, aggiungete il mare. Ecco è l'appartamento in cui ahimè ;) mi tocca lavorare in questi giorni! 

In questa prima "tranche" mi sto dedicando alla cucina. La cliente era stufa del wengè e aveva voglia di schiarire. Siccome lavoro in squadra assieme a mio marito, lui si sta dedicando alle pareti (sono di un grigino-tortora appena accennato) e sta imbiancando lo studio, la cucina e il salotto. Io ho carteggiato tutte le ante e le mensole della cucina, dato una mano di aggrappante e oggi comincerò a pitturarla. Cambierò anche le maniglie e non vedo l'ora di vederla finita. Nelle prossime settimane il nostro lavoro proseguirà: Gigi andrà avanti con l'imbiancatura delle pareti mentre io ho da terminare la struttura in wengè che gira attorno alla cucina trasformandosi in libreria e scaffalatura nell'entrata. Non preoccupatevi che vi farò vedere tante foto, questa volta mi sono ricordata di fotografare "il prima" e non vedo l'ora di mostrarvi "il dopo"!

Photo by Sarah Tognetti

Ti potrebbero anche interessare:

6 commenti

  1. Ciao Sarah!
    Che bello vederti all' opera! Tanto piu' che in questi giorni sto pensando spesso a un tuo possibile intervento perche' avrei voglia di "svecchiare" il mio salotto/sala da paranzo e avrei bisogno di un aiutino!
    Un abbraccio
    Donatella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Donatella, sono sempre disponibile a "svecchiare" qualsiasi cosa! ;) Buona giornata!

      Elimina
  2. BravaSarah non vedo l'ora di vedere il dopo!!!ma volevo chiederti un consiglio secondo te con la chalk paint dici che devo carteggiare e dare agrappante lo stesso o posso sgrassare e darla cosi? è un mobile in pino di quelli della grattarola non so se hai presente grazie e ciao.Sabrina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non uso chalck paint in questi casi perché non mi fido. L'ho provata su qualche mobiletto e non riesco a capire come su una cucina si possa ottenere un risultato soddisfacente. Un conto è pitturare un mobiletto, un conto è pitturare dei mobili di una cucina i quali si sporcano, si ungono e vengono continuamente sfregati con spugnette per essere puliti. Io mi affido ad un buono aggrappante e ad uno smalto opaco all'acqua. Buon lavoro!

      Elimina
  3. ... io aspetto sempre di vedere il dopo... o me lo sono perso???
    Un bacio
    Donatella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No no, non te lo sei perso. Tra poco lo pubblicherò! :)

      Elimina

Flickr Images