Un rifugio nel bosco

In queste prime settimane d'autunno sogno un accogliente rifugio mimetizzato nel bosco. Tan...


In queste prime settimane d'autunno sogno un accogliente rifugio mimetizzato nel bosco. Tanto legno dentro, profumo di cioccolata calda e tanta neve fuori. Una casetta facilmente raggiungibile così da non dover perdere tante ore in macchina e per fortuna la Liguria lo consente. Morfologicamente parlando la mia regione è una terra pazzesca, mare e monti convivono in armonia ed è facile starsene la mattina al mare e al pomeriggio tra i monti. Qui invece siamo nello stato di New York tra foreste di larici e laghi ghiacciati. Se anche voi come me amate il silenzio della natura, qui impazzereste di felicità: un rifugio in legno nascosto tra i boschi lontano da tutto e da tutti.

Una stufa a legna che scalda l'ambiente, un comodo letto, una poltrona, una piccola scrivania e una grandissima libreria vera protagonista di questo monolocale. Le due grandi finestre sembrano sfiorare le cime degli alberi, un'atmosfera da fiaba. Un piccolo angolo di mondo dove possiamo ricaricarci le energie e trovare pace. Il rifugio è stato progettato dagli architetti di Studio Padron e si chiama "Hammelig Rom" che in norvegese significa "Stanza Segreta". E sembra proprio una stanza segreta dove rifugiarsi e respirare aria fresca in totale armonia con la natura. Pensate questo locale è stato costruito con querce secolari e le grandi sezioni in cui sono state tagliate, sono state accatastate in loco e lasciate a stagionare per diversi anni. 

Ci penso spesso e forse più che una casa al mare, sogno uno chalet, un piccolo rifugio come questo (magari con una stanza in più), dove trascorrere i weekend nella stagione fredda e perché no, anche in estate. Essere sposata con l'uomo delle nevi (è così che chiamo scherzando mio marito), mi ha insegnato ad apprezzare la montagna e la natura molto differente da quella della campagna. Qui l'atmosfera che si respira è quella di una fiaba con la sensazione di trovarsi in un angolo appartato nel quale recuperare le energie. Tra lunghe camminate, cioccolata calda (o vin brulè se preferite!) e piacevoli letture non è mai stato così semplice rilassarsi! 

P.S. Siete pronti per un nuovo mercatino? In questi mesi ho trovato tante altre cosine tra qualche mobile e complemento d'arredo da vendere nella II edizione del mercatino. Settimana prossima vi darò maggiori informazioni, rimanetevi sintonizzati! ;)

Photo by Jason Koxwold

Ti potrebbero anche interessare:

5 commenti

  1. Quelle pareti ripiene di libri sono fantastiche! Quasi quasi provo a corrompere il mio falegname di fiducia, sarebbero un dono splendido per Natale.
    E l'effetto di questo cubo nero nel mezzo a tutto quel bianco è davvero affascinante.

    Il mio sogno è una casa di legno sulla spiaggia, ma ultimamente ho imparato ad apprezzare un po' di più l'atmosfera ovattata della neve in montagna, magari nel mezzo a un grande bosco. Ogni tanto, di nascosto, guardo quelle trasmissioni americane "che ti fanno casa in quattro e quattr'otto", la mia preferita è quella che parla di case sull'albero: sarebbe davvero un sogno realizzato, quello, sì!

    p.s.: corro a dare un'occhiata al mercatino! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh sì, adoro le librerie a tutta parete, hanno un fascino unico!

      Elimina
  2. Scrivi sempre cose fantastiche grazie e un piacere leggerle


    ic

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Antonietta, sono felice di sapere che i miei "poemi" vengono letti da qualcuno! ;)

      Elimina
  3. Scrivi sempre cose fantastiche grazie e un piacere leggerle


    ic

    RispondiElimina

Flickr Images