Ristrutturare il bagno

Si sa il cuore di una casa è la cucina, ma quale stanza viene messa al secondo posto in fatto di...


Si sa il cuore di una casa è la cucina, ma quale stanza viene messa al secondo posto in fatto di importanza e di cura tra la scelta dei materiali, comodità, e per ultimo ma non meno importante, estetica? Il bagno. Ebbene sì, il bagno è l'ambiente in cui confort, funzionalità e stile dovrebbero essere perfettamente in equilibrio. Di solito non si hanno a disposizione grandi spazi per cui lo studio di questo ambiente deve essere prima svolto a tavolino e studiato nel dettaglio. Inoltre è una stanza che pone spesso problemi: da una parte ci sono quelli legati al lato economico - ristrutturare un bagno è spesso dispendioso - e dall'altra ci possono essere problemi legati alla disposizione dei sanitari. Se come spesso avviene, si acquista una casa già costruita, significa che questi saranno già posizionati e sarà quasi un obbligo mantenere la stessa disposizione (almeno per quanto riguarda il water) per consentire l'attacco alle tubature già esistenti. (in copertina: La Bottega del Falegname, Von Mann Architektur, Equipe Ceramicas)

Insomma ristrutturare questo ambiente non è così facile ma ci sono alcune regole che si possono seguire per semplificare alcune scelte. Eccovi alcune idee per l'arredo bagno. Innanzi tutto bisogna procurarsi una piantina della stanza dove segneremo tutti gli attacchi, compresi quello del calorifero, della porta e della finestra. Fatto questo dovremo valutare lo spazio ed essere obiettivi nel capire se effettivamente una vasca idromassaggio (o la tanto amata vasca con i piedi da leone) potrebbe entrare nel nostro bagno dalle dimensioni di 1,30 x 2 m.

A parte gli scherzi, la cosa fondamentale è capire le nostre esigenze e quelle della famiglia. La doccia è senz'altro la più quotata ma se abbiamo dei bambini piccoli anche la vasca da bagno sarà molto utile, salvo poi lasciarla nel dimenticatoio una volta che i bimbi saranno cresciuti. Io ho due bagni in casa, quello delle bimbe che è anche quello degli ospiti dove ho inserito una doccia angolare e quello privato mio e di Gigi dove ci si accede solamente dalla camera matrimoniale e dove ho voluto mettere a tutti i costi una piccola vasca da bagno. È piccina perché misura poco meno di un metro e mezzo di lunghezza ma a parte la stagione calda ovviamente, la sfrutto moltissimo. Adoro riempire la vasca di schiuma e "tuffarmi" nell'acqua bollente con un buon libro. Accendo qualche candela e il relax è totale! Non potrei farne a meno.

Rover BC - Mosaic del Sur
Deeco - Buero Philipp Moeller
Live In - Studio Stern

Non abbiamo ancora deciso se preferire la vasca da bagno oppure la doccia? Ci stiamo ancora pensando? Esiste una cosa fantastica: vasche da bagno e docce combinate. Non pensiamo alla vasca della nonna con il tappetino di gomma antiscivolo e la tenda che sistematicamente rimane attaccata alla pelle, oggi ci sono delle vasche/docce esteticamente molto accattivanti e davvero funzionali. Anche la scelta del lavabo è importante perché questo sarà utilizzato da tutti i componenti della famiglia e dagli ospiti che si fermeranno da noi per brevi visite. La funzionalità in questo caso deve dare il 100% ma anche la bellezza e l'originalità del lavabo stesso non è da sottovalutare. Ce ne sono alcuni in pietra davvero belli altri persino in legno per famiglie più eccentriche ed estroverse.

Lo stile dei sanitari senz'altro governerà tutto l'ambiente. Sarà poco coerente sistemare una vasca Jacuzzi in un bagno stile shabby chic. Al contrario una vasca coi i piedini ci starà una meraviglia. Nel mio bagno ho deciso di coprire le pareti con un rivestimento in legno andando a creare una boiserie alta circa 1,20 m da terra. Lo trovo senza dubbio un bagno più arioso rispetto ad un altro in cui le mattonelle arriverebbero fin quasi al soffitto. A meno che non si possiede un bagno che è un "porto d'armi", consiglio di valutare la mia stessa soluzione cioè di non rivestire interamente le pareti ma di lasciarle libere di "respirare" così da regalare più luce alla stanza.

Sulla scelta dei pavimenti e sul rivestimento delle pareti c'è veramente da sbizzarrirsi. In commercio ci sono talmente tante di quelle proposte per tutti i gusti che ognuno troverà senz'altro quello più vicino alle sue esigenze. Dal legno alla ceramica, dal grès porcellanato alla pietra e ancora alle piastrelle stile "vecchia maiolica". Queste ultime mi fanno impazzire, trovo che per una cucina come per un bagno, siano splendide. Se non avessi già posato le mie in cucina, sarei caduta su questa scelta. Un buon idraulico ci saprà consigliare sulla validità di alcuni materiali piuttosto che altri ma ho sempre pensato che non è bene fidarsi ciecamente di qualcuno che non conosce bene i nostri gusti e le nostre abitudini. È bene informarsi, studiare, valutare e farsi un'idea attraverso le tante foto che si trovano in rete. Abbiamo davanti a noi molteplici scelte a cui potere andare incontro e solo capendo a fondo i nostri desideri e le nostre esigenze, riusciremo a ristrutturare un bagno e a renderlo veramente nostro: unico, pratico e originale.

Aiya Lisova Design - Fabio Carria
Stefania Eugeni - BC Arquitetos
Fabio Carria - Baltic Design Shop


Ti potrebbero anche interessare:

2 commenti

  1. Adoro le piastrelle stile vecchia maiolica... Stupende, mi riportano indietro nel tempo, le sto decisamente rivalutando! Bellissime tutte le immagini che hai scelto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh bisognerebbe che cambiare le piastrelle fosse facile come cambiare colore a un mobile. Allora sai che divertimento? ;)

      Elimina

Flickr Images