Divani Gervasoni

Da parecchio tempo a questa parte ho il desiderio di cambiare il mio divano. È un divano-lett...


Da parecchio tempo a questa parte ho il desiderio di cambiare il mio divano. È un divano-letto di Ikea acquistato ormai quasi dodici anni fa. Ammetto che è molto comodo perché ha un seduta profonda e l'imbottitura dei cuscini è ancora perfetta. Solamente un asse in mdf montata sulla parte anteriore si sta rompendo ma volendo si può sostituire con un piccolo lavoro da "Geppetto" e un po' di olio di gomito. Il fatto è che ho davvero desiderio di cambiarlo perché lo vedo troppo ingombrante e perché come diceva una famosa réclame, ho voglia di qualcosa di nuovo (veramente la pubblicità diceva qualcosa di buono non qualcosa di nuovo ma lasciatemela passare). 

Tra tutti i divani visti in questo periodo il mio preferito rimane senza ombra di dubbio un modello di Gervasoni, Ghost. Paola Navone famosa designer italiana, ha realizzato più di dieci anni fa le prime sedute: semplici, dalla linea pulita, rivestite da uno speciale lino bianco che cade come un lenzuolo morbido "buttato" sul divano, come fosse un fantasma, da qui il nome della linea. In breve tempo diventa punta di diamante della casa e dallo scorso anno Ghost vanta ben due linee nuove: Out dedicata all'esterno e Up caratterizzata dal rivestimento più corto con i piedini a vista. Io la amo non c'è che dire!


Ghost non è solo un divano, ma una grande famiglia di imbottiti: divani, poltrone, pouf, sedie e letti. La cosa che più mi affascina di questi modelli, oltre ovviamente alla forma inconfondibile è la versatilità con cui ogni pezzo si inserisce all'interno di qualsiasi abitazione, di qualsiasi stile. Pensate è un divano che nasce undici anni fa e che ancora oggi risulta giovane ed estremamente contemporaneo. Si inserisce in case dall'arredamento minimal a quello meno moderno. Con cuscini diversi può cambiare facilmente veste. Dei cuscini a fiori dal tessuto romantico lo faranno diventare perfetto per una casa arredata in stile shabby chic o provenzale e se invece siete amanti dello stile moderno dei semplici cuscini bianchi o neri faranno un figurone. Io lo immagino con tanti cuscini diversi tra loro, alcuni in velluto color pavone altri in lino dai colori più chiari. 

Paola Navone è architetto, art director, decoratrice d'interni, progettista industriale, organizzatrice di eventi e una famosissima designer. Di lei apprezzo la sua creatività a 360°. A soli quattro anni decide di lasciare la sua città, oggi di anni ne ha 65 e dopo un elenco sterminato di consulenze e direzioni artistiche, dopo aver vinto vari premi, per la prima volta ha firmato due Hotel per Chstistina Ong, uno in Thailandia ed uno a Miami Beach. Paola Navone si racconta così: "Tutto nasce dai viaggi, un'esperienza totale dove accumulo immagini che finiscono nel bidone della mia testa. E da lì all'improvviso tiro fuori qualcosa". È un'appassionata di riciclo e dà sempre una seconda chance agli oggetti per farli rivivere una seconda volta. Alla domanda che cosa suggerisci ad un giovane designer che si affaccia ora al mondo del design, risponde: "Di aprire gli occhi e di andare in giro per il mondo. Si possono fare anche dei micro viaggi, in città, al bar, al mercato, in casa propria, una giornata in Paolo Sarpi è già un viaggio. È un allenamento mentale di apertura, non uno spostamento fisico"

Una grande artista da seguire e da ammirare. Vi lascio in compagnia di un sua intervista video dove racconta Ghost. Voi cosa ne pensate? Vi piace questo modello di divano? 



Ti potrebbero anche interessare:

2 commenti

  1. Ciao Sarah! Proprio in questo periodo anche noi ci stiamo guardando un pò intorno per un divano nuovo. A differenza tua ho un divano preso da Maisons du monde meno di 3 anni fa ma non ha fatto assolutamente una buona riuscita, quindi sia per questo motivo, sia per cercare una soluzione un pochino più grande stiamo appunto valutando di cambiarlo. Appena visto il tuo post infatti sono corsa a leggere, mi piace moltissimo il rivestimento di questo divano, lo cercherei proprio così, ma non mi convincono invece i braccioli così stretti, mi danno un senso di scomodità anche se devo ammettere che recuperano più spazio le sedute.. Forse dovrei provarlo, grazie comunque di averlo condiviso con noi, io personalmente lo avevo già visto ma non sapevo nè il nome nè la sua storia! Un bacione e buona giornata!!!

    RispondiElimina
  2. E' bellissimo, ce l'ho nella lista da un bel po'. Sono stata nel show room di Gervasoni a Milano e toccare da vicino è altrettanto bello come si vede nelle foto. Quel lino bianco è stupendo, soprattutto è comodo!!! ( Io ho un divano dell'ikea che per sfoderare le braccia devi svitare capovolgendo il divano!!! Immagina che seccatura! ) Invece il lino del ghost si toglie in un attimo senza stare a sfoderare cuscini. E' un bel investimento ma quando si ha intenzione di cambiare divano, penso sia un ottimo acquisto! Quando sarà l'ora di cambiare il mio, prenderò quello di sicuro! Poi è cosi comodo sederci su! Ti auguro di scegliere quello ;)))
    Un bacio,
    Elona

    RispondiElimina

Flickr Images