Il profumo del mare

Fra poco più di un mese saranno ben 16 anni che abito a Genova. Metà della mia vita passata in Emi...


Fra poco più di un mese saranno ben 16 anni che abito a Genova. Metà della mia vita passata in Emilia e l'altra metà passata in Liguria. A volte mi sento una vagabonda, una zingara senza la propria terra. Beh nel mio cuore c'è sempre l'Emilia Romagna, sono emiliana senza dubbio fino al midollo, ma quando ritorno al mio paese natale, quando rivedo i vecchi amici e conoscenti e stento quasi a riconoscerli, quando i campi in cui correvo da bambina hanno fatto spazio ad eleganti villette a schiera, ecco in questi momenti, non riconosco la mia vera terra, la terra che mi ha vi ha dato la luce. 

Chiamo casa il mio paese d'origine, ma chiamo casa anche Genova. Sugli abitanti di questa città si dicono tante cose. Molte sono pompate, altre sono vere. E' vero ad esempio che i genovesi sono un popolo riservato e fanno fatica ad abituarsi al nuovo, sia inteso come nuovo amico che come nuova avventura. Ma è altrettanto vero che se riesci ad entrare nel loro cuore, ti terranno talmente stretti a loro da farti sembrare genovese anche tu. E poi la natura, il mare, la case colorate strette e alte, una attaccata all'altra. I vicoli, la focaccia...mmm la focaccia. Camminare lungo le strade della città e ad un tratto sentire il profumo di focaccia appena sfornata è una sensazione che ti prende la testa, la gola, la pancia; non si può resistere. 

Vivere a Genova è una scoperta ogni giorno. Non ci sono parole per descrivere la sensazione di passeggiare lungo i vicoli, accompagnati dal suono di un vecchio sax e scovare ogni volta uno scorcio nuovo, una chiesetta, una vecchia bottega, una casa ricoperta dall'edera. Il centro storico è un pullulare di profumi esotici e locali. Voci che provengono da ogni parte del mondo, colori vivaci e vestiti appesi alle vecchie corde che attraversano il centro storico come se fossero un piccolo apparato circolatorio. Mi nonno mi ha fatto innamorare di questa splendida città, Genova la superba. Si affaccia su un mare blu ed il suo faro, la lanterna, è sempre sveglia e pronta a vigliare su di esso. Vedere un tramonto a Genova è come un tuffo al cuore: le case "bruciano" di colori accesi, il porto cambia vestito e le barche sembrano fluttuare su un lago rosato. 

Mi sono innamorata di questi luoghi piano piano, proprio come i genovesi, che prendono tutto il tempo necessario per fidarsi di un "foresto". Ho dei bellissimi ricordi di quando da bambina, passavo le mie vacanze scolastiche in questa città: le corse al Parco dell'Acquasola, le passeggiate alla Madonna della Guardia, le merende assieme agli scoiattoli dei Parchi di Nervi, i tuffi nel mare di Boccadasse, le abbuffate di trofie al pesto, i giri in giostra sotto le vacanze di Natale, ai baracconi della foce e come compagnia un vento gelido che sferzava indolente sul viso di ogni bambino. Ricordi ancora pungenti sotto la mia pelle. Ricordi resi ancora più vividi dal profumo del mare. Si dice che non ci sia niente come il profumo, che ti possa far tornare alla mente una persona, una memoria, beh è assolutamente vero e quando soffia lo scirocco portando con sé l'odore del sale, quei ricordi riprendono vita.

Directed by Dennis Cabella - Marcello Ercole
Production e Postproduction: Illusion


Ti potrebbero anche interessare:

8 commenti

  1. Hai proprio ragione e hai centrato in pieno la descrizione di Genova e dei genovesi!Io abito a pochi chilometri dal confine con la liguria e mi sento molto più ligure che piemontese!eheh...dove la mettiamo la focaccia al formaggio e le giornate al mare a camogli?:)
    Un bacio grande
    Bea

    RispondiElimina
  2. Wow che tuffo nel passato e che malinconia! Sono venuta via da Genova 17 anni fa anche se vengo spesso nei week end a trovare i miei parenti.Non potevi descriverla meglio hai colto l'anima di Genova e dei Genovesi! Grazie per questo giro nei ricordi!
    Mari

    RispondiElimina
  3. Più di venti anni fa, ho vissuto qualche mese a Genova, era un periodo difficile della mia vita, ma la città e i genovesi mi hanno accolta come una figlia e lasciato tanto bellissimi ricordi....

    RispondiElimina
  4. Seguo da un pò il tuo blog e devo dire che è un incanto :) mi piace molto cosa scrivi e come lo scrivi! scrivi tutto con l'emozione nel cuore e lo conferma questo post fantastico in cui ti dividi tra l'amore per la tua terra d'origine e l'amore per la tua terra d'adozione! complimenti a ciò che dai, anche se non ti conosco!

    RispondiElimina
  5. Questo te lo copio e lo metto sul mio blog ! così compenso quello che ho fatto ieri su Parigi ;,o)

    RispondiElimina
  6. Davvero uno splendido video: coglie in pieno la bellezza di Genova!

    RispondiElimina
  7. Hai ragione...anche se abito a Genova dalla nascita....la scopro nuova ogni giorno.....ed è sempre più bella...nonostante tutto quello che se ne dice!!!
    Grazie per questo video....
    Lilly

    RispondiElimina
  8. proprio una bella dichiarazione d'amore alla tua terra di adozione...<3

    RispondiElimina

Flickr Images