Tra tinte e pennelli

Questa domenica ripartono i corsi di tecnica shabby . Non vedo l'ora di cominciare una nuova ...


Questa domenica ripartono i corsi di tecnica shabby. Non vedo l'ora di cominciare una nuova lezione, di conoscere i volti delle mie allieve, di vedere come riusciranno a trasformare i loro mobili. Le dispense con le relative spiegazioni di due progetti in stile shabby e i libretti per gli appunti, sono pronti. Mi piace coccolare chi segue i miei corsi. Che sia un consiglio personale, un libretto rilegato a mano, o un fiore fresco appoggiato ad ogni singola postazione, mi piace fare sentire importante ogni allievo. Come primo appuntamento ho deciso una location suggestiva. Sarà Villa Crotto Rosa (Erba-Como) ad ospitarci e a regalarci il suo splendido panorama. Per chi volesse informazioni relative al corso può scrivermi una mail: sarahtognetti@yahoo.it

In questi giorni ho cominciato a fare lo spunto di tutti i prodotti che porterò con me. Pennelli, presenti - Carta a vetro di varie misure, presente - Cassetta degli attrezzi di Geppetto, presente - Pittura in varie tinte, da controllare. Come ultima cosa da fare (ma non per questo significa che è la meno importante...anzi), devo fare visita al mio colorificio di fiducia. L'ho scritto in agenda a caratteri cubitali. In "magazzino" ho il mio avorio, che ho creato qualche anno fa utilizzando dei colori acrilici da decoupage che avevo in casa: una base di bianco, un pò di giallo, poco rosso ed una punta di nero. Ho fatto delle prove stendendo con un pennello piatto un pò di colore su una base di legno chiara ed una volta individuato la tinta preferita, ho portato il mio pezzo di legno, in un colorificio fornito di tintometro. In pochi giorno ho avuto il mio colore e da allora decine di persone hanno acquistato il mio avorio in quel colorificio. In questi ultimi anni ne avrò fatto fare almeno un centinaio di litri...e parlo solamente del colore avorio.

Uno dei colori che va per la maggiore, dopo il classico bianco e avorio è sicuramente il tortora. Il tortora ha sorpassato e doppiato le varie tonalità di grigio, tra cui il grigio gustaviano, le varie tonalità di verde, tra cui uno dei più utilizzati in cucina, il verde salvia. Con me, cerco sempre di portare varie tinte per cercare di soddisfare tutte le possibili richieste. Ricordo ancora adesso quando tre anni fa, in uno dei primi corsi, una ragazza mi chiese di poter dipingere la seggiolina della sua bimba, di rosa pallido. Rosa pallido? E chi se lo aspettava che qualcuno volesse pitturare il proprio mobile di quel colore. Da allora, ho creato un tenue rosa pallido ed un lilla delicato. Non voglio più ritrovarmi in quella situazione. 


Vi ricordo che il prossimo corso di tecnica shabby, si terrà a Castigliona Olona-Varese, il 22 Aprile. Inoltre dovete segnarvi in agenda una nuova data. Domenica 3 Giugno ci sarà un nuovo incontro. Un corso di tecnica shabby si terrà nella città di Mantova. La location è ancora da definirsi ma date le tante richieste non potevo non fare visita a quella bellissima città. 


Ti potrebbero anche interessare:

12 commenti

  1. E A ROMAAAAA? QUANDO UN TUO CORSO ANCHE PER NOI??

    UN SALUTO
    SERENA
    LEIDEEDIPAPILIO.BLOGSPOT.COM

    RispondiElimina
  2. Porto ancora con me ( custodito gelosamente) il ricordo del corso al Valdirose. Era la seconda volta che ci introtavamo sempre lì dalla mitica Irene ed ho avuto la conferma di aver incontrato una donna davvero speciale. Un grosso abbraccio.Gilda

    RispondiElimina
  3. Ciao Sarah!
    Pensare che hai cominciato con i tre colori "magici": bianco - avorio - azzurro carta zucchero!
    Ti ricordi il primissimo corso? Era proprio di questo periodo...
    Ne hai fatta di strada (e di pittura) da allora!!!!
    Spero di sentirti presto!
    Sara C.

    RispondiElimina
  4. Che bello Sarah... fortunatissime le ragazze che parteciperanno al tuo corso, è un'esperienza bellissima!
    Un bacione
    Etta

    RispondiElimina
  5. Grazie ,grazie,grazie per la ricetta dell'avorio.Erano giorni che tentavo di ottenerlo e usavo il marrone al posto del rosso,risultato:virava sul rosa!!(non so se ti ricordi di me,ero al tuo corso lo scorso anno alla piaggetta e da allora non ho più posato il pennello).Ora sto tentando di dipingere dei vasi in cemento.Hai mai provato su questo materiale?se sìhai consigli da darmi?
    Silvia

    RispondiElimina
  6. e ora ogni volta che passo per un mercatino dell'antiquariato, do un'occhiata ai mobiletti e immagino di partecipare ad un tuo corso. Prima o poi verrò anch'io ^__^ baci!

    RispondiElimina
  7. mi piacerebbe tanto partecipare ad un tuo corso, tienici informate sulle date che farai man mano.
    saluti
    gloria

    RispondiElimina
  8. Ti prego non dimenticare la macchina fotografica, adoro vedere le trasformazioni delle allieve sotto la trua guida!

    RispondiElimina
  9. Concordo Con Monica!Per noi che non possiamo partecipare direttamente è un modo per esserci!Non sono mai stata ad un tuo corso e mi piacerebbe un sacco!Ma sono così contenta di aver incrociato il tuo blog perchè prima non sapevo neanche cos'era lo shabby!Un bacio e buon lavoro!
    Stefy

    RispondiElimina
  10. Ciao Sarah! Sono una tua fan nuova di zecca! Ho scoperto questo blog da poco e lo sto letteralmente divorando! Post dopo post! Complimenti vivissimi!

    Mi piacerebbe già moltissimo partecipare a uno dei tuoi corsi! E' possibile che tu li tenga anche nella regione Veneto? Sono troppo entusiasta! :)

    RispondiElimina
  11. Sarah che bello, hai creato un colore, non credevo si potesse fare una cosa del genere (metterlo in produzione, riprodurlo). Tempo fa ho creato un tortora molto bello, che ho utilizzato per dipingere lo studio, ma adesso che andrebbe ridipinto non sono in grado di ricreare la stessa tonalità, ovviamente. Ne avrai di cose da insegnarmi quando ci vedremo, e ne avrò di cose da chiederti!

    Un bacio

    Viviana

    RispondiElimina

Flickr Images