Riflettere

Buongiorno amici, oggi ho bisogno del vostro tempo e dei vostri pensieri. Lo so che siete in tant...


Buongiorno amici, oggi ho bisogno del vostro tempo e dei vostri pensieri. Lo so che siete in tanti a leggermi ogni giorno e proprio oggi vi chiedo di far sentire la vostra voce, ho bisogno di sapere come la pensate su un argomento che mi sta a cuore: la vita del blog. Avevo in mente un altro tipo di post per oggi, ma un commento di ieri mi ha fatto riflettere su alcuni aspetti relativi al blog ed alla mia vita con esso, ed ho avuto modo di parlare di determinati argomenti, che di solito non tratto mai, argomenti che riguardano anche a voi da vicino. Si è parlato della rubrica del lunedì, "delle vostre case", della privacy familiare, dei commenti poveri di contenuto, di utenti curiosi e non. In primo luogo ho bisogno che voi leggiate i commenti interessati (ed interessanti), che sono stati fatti nella giornata di ieri, una volta fatto questo, potrete continuare a leggere il post di oggi.


Se avete trovato 5 minuti di tempo per leggere i commenti di ieri, saprete già come la penso io su certe cose, ma sarebbe bello approfondire alcuni temi e soprattutto farlo con voi. Parliamo di business. Innanzi tutto partiamo dal fatto che i lettori, quelli fissi intendo, i commenti e le visite giornaliere sono la linfa di ogni blog, anche del mio. Parlo di linfa ma non mi riferisco al fatto che se ricevo "due" commenti sono felice ed appagata, parlo di benzina in termini di semplice business. Nessun blog ha toccato certi argomenti e non ne conosco il motivo. Non vedo perché si debba aver timore di affermare che il blog potrebbe (e dico potrebbe) essere fonte di guadagno nella vita di una persona, ed anche della mia. Se un domani un'azienda mi contatterà proponendomi una collaborazione, non lo farà di certo perché ho un blog carino e sono simpatica non trovate? Uno dei punti di cui ha toccato Anita, la ragazza che mi ha dato modo di riflettere, è stato questo: "Mi aspettavo diventassi un punto di riferimento per il gusto shabby, per le tecniche, per gli indirizzi utili, per i libri, per i contatti, ecc...". Vorrei fare più luce su questa questione, perché ancora non ne ho avuto modo. Non trovo giusto pubblicizzare un'azienda, un marchio, un prodotto e farlo gratuitamente quando invece altre persone hanno pagato per essere sul blog, non lo trovo rispettoso nei loro confronti. Anche se è vero che molto spesso, capiti che dedichi un post a qualche creativo, fotografo, negozietto & co e lo faccio con molto piacere. (Tutti questi post, li potete trovare sotto le etichette "siti da visitare"). 

Detto questo però, vorrei che fosse chiaro a tutti che quando decisi di aprire il mio blog, di certo non pensai di creare una sorta di "macchina" per fare soldi. Non è nato per pubblicizzare ed al momento non è fonte di guadagno, anche se non nego che sarei molto felice che lo diventasse. Il mio blog (scusate se ribadisco il mio, ma lo sento quasi come un figlioletto), è un piccolo salotto che racchiude tutte le mie passioni, dove si può chiacchierare in totale tranquillità. E' la mia ispirazione giornaliera. Gli dedico molto tempo e perdo molte ore nel cercare belle foto, nel sistemarle al computer, nello scrivere ogni singola parola, ma tutto questo lo faccio con il sorriso sulle labbra perché è una cosa che mi regala grandi soddisfazioni. Grazie al blog ho conosciuto tante persone, fatto amicizia, instaurato dei legami profondi e tutti i giorni, condivido qualcosa di nuovo. Sarò sognatrice, ma non è splendido forse, trovarsi tutti insieme qui e poter parlare liberamente di quello che più ci unisce? Dei nostri desideri, dei nostri sogni, delle nostre famiglie. Questo per me è Shabby Chic Interiors. E' vero, il blog ha avuto un cambiamento, uno, due, tre, che importa? Continuerà a cambiare, questo è certo.


Per quanto riguarda invece la rubrica delle vostre case, sono in balia della corrente e vorrei una spinta per decidere se pubblicare ancora le vostre foto. Quando mi venne l'idea di aprire questa rubrica, non pensai assolutamente che si sarebbe ingrandita in questo modo. Ad oggi conta 68 case pubblicate ed ancora ne avrei molte altre da mostrarvi. Sono entusiasta del successo finora ottenuto e soprattutto del fatto che allora, non esisteva ancora nessun blog che faceva una cosa come questa, mentre oggi, in molti, pubblicano le case di altre persone e tengono una rubrica sull'argomento. Mi piace coinvolgervi in certe decisioni, perché voi siete la vita del blog e sono molto felice di darvi parola in merito. Il fatto che i miei commenti siano liberi ne è la prova. Nessuna moderazione e tutti, compresi gli anonimi, possono commentare. Ognuno è libero di scrivere quello che più gli garba, se c'è un punto che però non tollero è la maleducazione, e purtroppo in giro ce n'è parecchia. Voglio raccontarvi un'ultima cosa, poi lascerò tutto lo spazio a voi. Una volta, mi è stato detto: "Se rendi il tuo blog più professionale, non parlando della tua vita privata e della famiglia, ma solo di quello che riguarda lo stile shabby, la fotografia e la casa in generale, potremmo inserirti in un circuito di siti importanti dedicati allo spazio casa...". La mia risposta è stata "No grazie"! Questo per farvi capire quanto io tenga al blog, inteso come "salotto", raduno di amiche e di nuovi lettori. 

  

Ti potrebbero anche interessare:

96 commenti

  1. Dear Sarah,
    Thank you so much for your lovely words on my blog! I´m so happy about it!
    This images are so great, I love old cameras!
    My sister have one from 1920!
    Wish you a nice day,
    Kisses
    Yvonne

    RispondiElimina
  2. Ciao Sarah,
    ho letto i commenti di ieri e il post di oggi e posso dirti come la penso io se ti va.
    A me sta molto a cuore il tema della famiglia e ho sempre pensato che esporre i bambini alla totale non protezione del mondo del web sia sbagliato. Non te l'ho mai detto e sinceramente so anche il perchè. Perchè credo anche molto nella libera scelta e visto che non sei una ragazzina penso che tu l'abbia fatto con consapevolezza e non per leggerezza.
    Lo so che il blog sembra un angolo di paradiso e per noi che lo curiamo giorno per giorno è così, ma il mondo là fuori è tremendo e io non pubblicherei mai e poi mai foto dei miei bambini (anche se ora non ne ho) e non parlerei mai e poi mai nel dettaglio della mia vita. Ci sono molte persone che leggono e non commentano e chissà che idee hanno. Io non mi fido!

    Detto questo posso anche assicurarti che per quando abbia sempre poco tempo a disposizione quando lascio un commento al tuo blog come a tanti altri lo faccio con il cuore e non per semplice banalità. I commenti magari non sono sempre originali ma è quello che penso. Se una persona è brava è brava senza tanti giri di parole!

    Spero tu possa capire il mio pensiero.

    Un bacione
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Credo che la forza di un blog stia tutta nell'essere l'esatto specchio delle passioni dell'autore. La parte "passionale" è troppo importante per poter essere incanalata, orientata o limitata. Non a caso vorrei ricordare che il più noto blog di cucina italiano, il cavoletto di bruxelles, punto di riferimento per tutti i lettori italiani e stranieri, consultato negli anni da qualcosa come 8 milioni di persone, inserito in tutti i più importanti circuiti e sempre sempre pieno di sponsor (v. kitchen aid, patata selenella, scavolini...insomma mica il macellaio sotto casa) E' ANCHE UN DIARIO PERSONALE. Limitato certo, sempre attento alla privacy, ma dove trovano il suo posto i racconti sulla suocera, sulle amiche, insomma dove l'aria di famiglia si respira alla grande. Proprio come qua. Non credo che un blog che tra i suoi argomenti principali la casa possa essere avulso da quello che in una VERA casa succede ogni giorno. Certo ci vuole leggerezza e pudore nel raccontarlo, ma tu Sarah ne sei perfettamente capace.
    Per queste ragioni per me questo blog deve rimanere esattamente così.
    Anzi no, potrebbe anche cambiare, ma solo seguendo le più personali e passionali evoluzioni della sig. ra Tognetti Sarah.

    RispondiElimina
  4. Sarah te devi fare quello che ti pare!!!!!!Se ti criticano fregatene ... fossero tutti questi i problemi della vita!E se non vai bene basta che seguano gli argomenti che a loro interessano ... basta fare un clic che cambiano pagina!
    La tua mamma toscana

    RispondiElimina
  5. Ieri passavo dal tuo blog, come faccio normalmente da quando ti conosco, mi piace, non so dirti se sei shabby, perchè da questo blog io percepisco te, le tue "nanerottole" la tua casa e le foto che inserisci. Il tuo blog per me è questo.
    Ho letto il commento di ieri di Anita, devo dire che è stata molto precisa nelle sue affermazioni, secondo me nemmeno a torto, soprattutto riguardo alle bimbe, ma e, ribadisco ma, il blog è TUO e lo gestisci come meglio ti pare, da quello che percepisco di te mi sembri una barchetta a vela in mezzo al mare, con le vele gonfie dal vento, lo assecondi, chissà se questo è il vento giusto,ma se ti piace andare dove il vento vuole, virando a piacere nessuno di noi, followers, anonimi, amici e non, può dirti niente, le decisioni spettano a te.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  6. Fai bene ad affrontare l'argomento.. e comunque l'hai detto anche tu, il tuo blog racchiude tutte le tue passioni e se un domani diventasse fonte di guadagno ben venga no? Chi non ha mai sognato di continuare a coltivare le proprie passioni e guadagnarci? anzi spesso si ci rimette..!
    Continua a scrivere come ti pare, continua a cambiarlo come ti pare :)
    Un bacione

    RispondiElimina
  7. Ciao Sarah, per me tu sei stata l'inizio di una bella avventura! Ho conosciuto persone meravigliose, e ho apprezzato molto di più lo stile shabby!
    Inoltre credo che tu sia una fonte d'ispirazione ogni giorno. Il tuo blog è riccho di svariati argomenti, sei stata la prima, le altre sono nate successivamente!
    Non è vero (almeno per quanto mi riguarda), che i miei commenti sono solo sdolcinati.
    Chiudere la rubrica delle Vostre Case! E per quale motivo?
    Non puoi immaginare quanto per me sia stato bellissimo vincere il sondaggio ed essere presente sulla rivista di Casa Romantica dopo il tuo prezioso consiglio!
    Ci sarà sempre la voce fuori dal coro, ma questo succede anche perchè sei una persona molto seguita e apprezzata! Una "voce" che può non dire sempre il giusto!

    Continua così!!!

    Un bacino

    Marica

    RispondiElimina
  8. Adoro e seguo il tuo blog per quello che rappresenta,un bellissimo spazio dove condividi con noi le tue emozioni... sensazioni... scoperte e la tua grande passione per l'arredemanto e la fotografia. Qualora esso dovesse diventare solo una rivista on-line di arredamento penso che continuerei a seguirlo,ma non credo con lo stesso entusiasmo di adesso.Penso che togliendo dal tuo blog la parte più bella, quella emotiva, questo perderebbe gran parte del suo fascino.So quanto amore e quante ore dedichi a questa tua creatura e se tutti i tuoi sforzi fossero remunerati beh allora sarebbe davvero il massimo. Per quando riguarda i cambiamenti del blog da parte mia sono i benvenuti, la vita e noi stessi ci evolviamo giorno dopo giorno, è un normalissimo fenomeno di crescita ed è giusto che il tuo blog segua il corso dei tuoi cambiamenti, non ci si può fossilizzare su un determinato modello o quel blog non rappresenterebbe più te stessa, ma solo qualcosa che eri un tempo.Un grosso bacione Gilda

    RispondiElimina
  9. Ciao Sarah,io penso che nella vita troveremo sempre qualcuno che non la pensa come noi e bisogna rispettare le posizioni di tutti.Per quanto riguarda il blog io penso che è bello così come è proprio perchè dentro ci metti te stessa e la tua vita di ogno giorno,dove ognuna di noi,mamma,moglie,padrona di casa,lavoratrice può ritrovarsi e riconoscere un pezzettino di sè.La rubrica delle case a me piace,viviamo le nostre case come un pezzettino di noi,qualcosa che abbiamo saputo creare e ne andiamo orgogliose,quindi fa anche piacere poter condividere qualche immagine con gli altri.Per quanto riguarda la questione privacy e figli penso che tu non sia di certo una sprovveduta e fai quello che fai in totale consapevolezza(siamo tutti esposti,su fb la gente pubblica di tutto senza chieder permesso di nulla a nessuno...mah...)
    Quindi il mio pensiero è:continua così,il tuo salotto è sempre allegro e pieno di gente carina!
    Silvia

    RispondiElimina
  10. Cara Sarah,
    nel mio piccolo vorrei esprimere il mio pensiero sull'argomento..
    Non sempre riesco a commentare i tuoi post ma sempre passo nel tuo blog, perchè è un piacere vedere le foto che pubblichi, gli argomenti che tratti e la positività e la felicità che sprigioni!
    Innanzitutto vorrei sottolineare che il tuo è un blog, quindi un diario personale e NON UNA RIVISTA di settore shabby!! Per approfondire tanti argomenti credo ci siano siti e libri specializzati dove chi vuole può consultare ed arricchire la sua formazione.
    Senza pretendere che gratuitamente sia te a farlo!

    Per quanto riguarda la privacy, ancora siamo in un paese libero dove con la consapevolezza di tutti possiamo decidere liberamente di pubblicare le foto di noi, della nostra casa, delle nostre famiglie e dei nostri figli!
    A questo proposito io ti ringrazio perchè ogni giorno ascoltiamo storie tremende mentre te sei qui con la tua famiglia a testimoniare che l'amore esiste, la felicità pure!
    C'è bisogno anche delle testimonianze di vita famigliare felice!!
    Poi odio pensare che per colpa di poche persone orribili tutti debbano privarsi di vedere pubblicate le foto di un sorriso di un bambino!!
    E' davvero darla vinta al male!
    io ti apprezzo e ti stimo per questo perchè sò che conosci i possibili pericoli! Ma alla barba di questo ci doni le tue foto!

    Se i post delle case delle persone non piacciono basta non commentare.

    I commenti spesso sono anche e solo un modo di dire.. "Sarah sono passata a trovarti"..
    senza doversi scervellare chissà in quale argomento!!!

    Scusa se sono stata un pò prolissa..
    Un bacio grande e continua così se è quello che ti detta il cuore
    CriCri

    RispondiElimina
  11. Cara Sarah
    concordo pienamente con le tue motivazioni anche se reputo sempre costruttive le critiche che permettono di far leva su se stessi per migliorarsi.....ti dico però come la penso.
    Personalmente parlare di un possible riscontro economico che un blog può maturare è materia a me sconosciuta, non sdegnerei un giorno ma ora come neofita della rete non saprei nemmeno di cosa parlare. Posso dire che aprire un blog per me è stato come aprire una finestra su un paesaggio mai osservato prima, non avevo aspettative ne tanto meno grandi ambizioni, il blog per me rappresenta un'osai dalla frenesia della quotidianità, come diceva @Laura (ultimo commento di ieri) "rappresenta la leggerezza delle nuvole"....mi chiedo se là dove inizia l'ansia per le aspettative degli altri, abbia un senso il piacere di scrivere, sì per chi legge, ma soprattutto per chi scrive.
    I commenti sono "vitali" che siano un semplice e affettuoso saluto o un profondo componimento...blog che parlano di argomenti settoriali ne esistono di varie forme, non li condivido tutti è ovvio ma sta a chi legge, individuare tra le parole scritte la personalità ela sensibilità del blogger....e se ciò che scrive non è condivisibile poco deve importare, siamo diversi per fortuna!
    I cambiamenti, e già te lo scrissi una volta, fanno sempre bene possono anche rispecchiare un momento di confusione ma chi non ha mai fatto caos per mettere in ordine, anche in casa stessa o in un armadio?! Sarah continua come ti detta l'istinto e la passione!!
    Con autentico affetto
    Carmen

    RispondiElimina
  12. Ciao,
    andiamo subito al punto di cui hai dubbi.. pubblicare le case.
    Anche io avrei voluto mandarti le foto di casa mia ma non per vantarmi o farle vedere, ma perchè tu potessi dirmi cosa c'è che non và. Forse in questa direzione dovresti cambiarlo ed effettivamente non essere solo gentile e carina con i commenti ma metterci dentro anche e sopratutto gli errori che magari ognuna di noi fà nello stile di abbinare certe cose. Per esempio amo la tramissione di "Cortesie per gli ospiti" sopratutto quando lei commenta le case negli errori che noi tutti facciamo. Ecco io non vorrei che mi si dicesse che è bella per questo o quello... Ma che non va bene quel mobile li con quelle tende li.... inteso come stile non come gusto. Essendo tu un esperta dello stile shabby chic.
    Questo è i mio consiglio. Per tutto il resto tu hai già le idee chiare non aggiungo altro.
    Cristina

    RispondiElimina
  13. Ciao Sarah, per noi che ti abbiamo seguito fin dall'inizio e' stato bello vedere le novita' i cambiamenti, sia del blog che della tua vita, e' stato e sara' un modo per tenerci a contatto per approfondire l'amicizia, non solo immagini statiche, ma assistiamo giorno per giorno,all'evolversi del tuo essere, che cambia giustamente con nuovi interessi nuove prospettive, il blog riflette l'animo di ciascuna quindi diventa una cosa umana oltre che professionale, poi non ti devi giustificare con nessuno, se a te va bene cosi'vai avanti cosi, chi ti ama ti seguira' sempre in ogni circostanza, e' anche rispetto per quello che fai, se ci mettessimo a dire tutte le cose che non ci piacciono dei vari blog immagina, prendiamo quello che ognuno ci mostra o racconta, non e' mai una perdita di tempo tante volte e' un'arricchimento, si riflette, e' una condivisione di problemi comuni sogni, interessi che ci tengono legate e ci fa andare avanti insieme, ciao baci rosa complimenti per tutto, buona giornata .)

    RispondiElimina
  14. Ciao, i sono presa il tempo di leggere i commenti di ieri e di oggi, di solito non mi intrometto,ma visto che è una tua richiesta , oggi dirò la mia.
    Il blog non professioistico non è una testata giornalistica,ma una sorta di diaro, è nato per questo,quindi chi vuole apprendere tutto su una qualsiasi materia studi e compri libri riviste etc.
    Per quanto riguarda la privacy, tutto quello che si pubbica in rete rimane a vita, io , ad esempio non pubblico nulla i privato, niente foto mie se non qualcuna di gruppo lavorativo, esempio stand fiera.
    Per la rubrica, scusate, le riviste sono piene delle case di lettori, non vedo perchè tu ti debba astenerti, esiste una libertà sacrosanta: non leggere se non interessati.
    Spero di non aver mancato di rispetto a qualcuno, in caso mi scuso, mi scuso anche di eventuali errori grammaticali e lessicali, ma non ho tempo di rileggere. grazie

    RispondiElimina
  15. Sarah! io ti seguo da poco, ma credimi è proprio per quello che traspare dal tuo blog che mi piace. Mi piace l'aria di casa, i tuoi racconti, le tue cose, anche i cambiamenti. Va bene così, un blog è un pò come un diario. Continua e lascia perdere chi ti critica (che tra l'altro poteva anche farlo inviandoti una mail in privato), sarà mica invidia?
    Un bacione

    RispondiElimina
  16. Cara Sarah, io ti seguo da parecchio, ogni volta che posti qualcosa corro a sbirciare. Mi piace perdermi nelle foto stupende che pubblichi, penso che il blog e' tuo e tu devi gestirlo come meglio credi, senza farti troppi problemi. Si dice che il mondo e' bello perche' vario. E sono migliaia i blog in rete, quindi, se a qualcuno non piace il tuo, puo' sceglierne tranquillamente un altro. Siamo in democrazia, no? Comunque, continua cosi', continua a farci sognare.
    Stefy
    http://ilcastelloincantatato.blogspot.com/

    RispondiElimina
  17. Ciao ragazze, sono felice di sentire il vostro parere. Tengo però a sottolineare che il commento di Anita, è stato per me una cosa positiva, nulla da paragonare ai commenti di certi anonimi. Questo perché non vorrei che passasse per "quella" che rompe le scatole...tanto per parlare terra a terra.

    Silvia, capisco e condivido il tuo pensiero. Anche se la pensassimo diversamente su un determinato argomento non sono a giudicarti male perché non la pensi come me, anzi, mi reputa una persona aperta al dialogo...tutti i tipi di dialogo! :)

    Cara Letizia, a volte le critiche, anche quelle più perfide, nascondono un fondo di verità. Non è sempre così è vero, però mi piace soffermarmici sopra e riflettere.

    Lia, il discorso "privacy" e "bambine" è una cosa molto complicata. Anch'io sono stata combattuta un tempo nella decisione se pubblicare o meno certe foto, se parlare o meno di loro. Poi mi sono guardata attorno, i blog stranieri che siano americani, europei o asiatici, lo fanno in continuazione ed alcuni sono fatti veramente bene. Mi sono lasciata trascinare da loro ed ho cominciato a pubblicare anch'io le foto delle mie nanette. E' vero che la fuori c'è il bello ma anche il brutto e soprattutto il cattivo, ma nella vita quotidiana, sto molto attenta a quello che faccio e che fanno. Grazie anche del tuo pensiero.

    Nicky, sarebbe veramente bello...ma forse non ci sono molto lontana! ;)

    Grazie Marica delle tue parole, sono felice che pensi di me queste cose! :)

    Gilda la tua frase mi ha molto colpita: "Il blog non rappresenterebbe più te stessa, ma solo qualcosa che eri un tempo". Questo mi fa molto riflettere. Vedi che ho sempre bisogno della tua visita giornaliera? ;)

    Silvia C. sono d'accordissimo con te ed aggiungo anche che non è possibile piacere a tutti. Ci sarà sempre qualcuno a cui non piaci e non piace quello che fai. Rispetto le posizioni ed i pensieri di tutti, belli e brutti...era un pò che lo dicevo vero? ;D

    CriCri, riguardo ai commenti ed al fatto che una persona lasci una cosa carina senza per forza "scervellarsi" ma un semplice "Sarah, sono passata a trovarti", sono d'accordo con te!

    Carmen le critiche se sono costruttive e poste in maniera educata, sono molto importanti. Cosa farei se tutti mi dicessero solo bello questo, bello quest'altro. Grazie ad Anita, siamo qua a parlare di una cosa che credo stia a cuore a tante persone e sono felice di aver condiviso con voi i miei pensieri e che voi lo facciate con me.

    Cristina, credo che adotterò il tuo consiglio. Hai perfettamente ragione, a volte basta poco per essere diversi e raggiungere quello scopo di cui tanto cercavi. Grazie per avermelo detto...

    ...e grazie a voi tutti per quello che scrivete, tutti i giorni! :)

    A prestissimo, oggi avremo modo di parlare un sacco!
    Sarah

    RispondiElimina
  18. Certo che il commento di Anita fa pensare, riflettere a fondo, e interrogare. Secondo me, devi capire tu - ma mi pare che l'hai già capito - cosa vuoi da questo blog: se vuoi che sia il tuo angolo di paradiso, o se desideri che si trasformi in lavoro. A seconda di quello che decidi, devi muoverti di conseguenza.

    Sulla vita di famiglia: potremmo discuterne ore! Io trovo molto belli i post sulla tua famiglia, sono sereni, fanno sorridere di leggerezza. Però, ad esempio,per scelta io non pubblico mai le foto di mio figlio; è vero che le foto scattate da te sono tue e nessuno le può copiare, ma sappiamo tutti benissimo che non ci vuole davvero nulla a farlo, se uno non ha scrupoli. Dato che sei una ragazza in gamba, per nulla sprovveduta, sicuramente avrai considerato tutti i pro e i contro.

    La rubrica delle case: è una rubrica creata da te, giusto? Se ti piace vai avanti, a mio avviso non è necessaria una foto professionale, ma il cuore di chi le manda, e la dolcezza con cui tu accompagni le foto che ti sono state spedite. Censurare sarebbe avvilente, per chi manda le foto (magari, come dici tu, vorrebbe un determinato arredamento, ma al momento deve arrangiarsi come può), ma anche per chi legge.
    Ti ammiro molto, per il tuo blog, per il tuo modo di rapportarti agli altri: fai quello che davvero senti giusto per te e sicuramente farai la scelta migliore! Un abbraccio e grazie per questa condivisione

    RispondiElimina
  19. Sarah,
    che dire?
    Sono una di quelle lettrici che non sempre commenta, non perchè non ho niente da dire ma perchè il lavoro purtroppo ha la precedenza.
    Ti seguo da... da quanto ti seguo? Oddio non lo so... di certo da tanto, tanto tempo. Non eri ancora incinta della Mathi, saranno due anni?

    Il tuo blog è il primo che visito ogni giorno, sei un punto di riferimento e non parlo di stile shabby, parlo di te come persona. Sei una donna dalle mille sfaccettature, dai mille interessi. E' questo il tuo bello, non ti "limiti" al solo stile shabby ma segui tutte le tue passioni.

    Per quel che riguarda i post del lunedì sulle case. A me piace questa rubrica. E anche se non condivido lo stile di molte case non vedo perchè smettere. Se a te e alle tue lettrici fa piacere vedere le foto della propria casa pubblicate, perchè smettere? Io purtroppo sono ancora in fase casa-post-trasloco altrimenti avrei partecipato anch'io.

    Condivido quello che ha detto non ricordo se Rosa o Gilda qui sopra... se il tuo blog fosse una "sola riveista d'arredamento" non credo avrebbe lo stesso successo. Sei tu con la tua vita, le tue bimbe, le tue passioni, Buster, la cala lotta, Gigi che date vita a tutto questo. E se dovessero esserci dei riscontri economici, BEN VENGA! TE LI MERITI.

    Un bacione
    Rita
    Ri Benny

    RispondiElimina
  20. Sarah le critiche servono a farci riflettere, sta poi a noi farci un "esamino di coscenza" e decidere con quali parti della critica concordare e con quali no. Se tu ritieni che Anita abbia ragione in qualche punto della sua critica agisci per migliorati, altrimenti continua il tuo lavoro con rinnovata passione, perchè qualsiasi critica negativa è sempre una opinione che non vale nè meno nè più di un complimento.
    Se devo esprimere la mia di opinione ti dico che lo stile shabby è uno stile vissuto e accogliente in cui la veste del tuo blog si rispecchia al mille per mille. Un blog non "asettico" ma accogliente e familiare che regala tante belle idee, nutre gli occhi con immagini da sogno e che con la rubbrica "le vostre case" regala qualche piccola soddisfazione alle persone che lo seguono con affetto vedendo pubblicate le loro amate casette.

    RispondiElimina
  21. Sarah, passo spesso da qui e, ogni tanto, ti lascio un mio pensiero.
    Anita ha sollevato tanti dubbi e sono sicura che questo "dibattito" ti darà modo di approfondire il perchè di tante scelte che hai fatto nel tempo, per il tuo blog, e di capire se le motivazioni che ti hanno spinta in una direzione anzichè in un'altra sono valide o meno!
    Sono felice, ma non avevo dubbi che l'avresti fatto, che tu abbia colto questa opportunità di riflessione, ma non perchè credo che il blog non vada bene così come è, anzi, ma perchè, qualche volta, ognuna di noi ha bisogno di uno sprone esterno per riflettere a fondo sulle proprie decisioni e diventarne maggiormente consapevole. Almeno, per me è così... a volte mi "dimentico" del perchè di una scelta, delle emozioni e dei sentimenti che mi avevano inizialmente guidata.
    Tra i punti sollevati da Anita, voglio riflettere apertamente solo su uno, ma si tratta di una mia riflessione personale, nulla di più! Forse pecco di superficialità a riguardo e forse i miei pensieri non sono ancora ben formati sul tema della privacy perchè non ho figli, ma nonostante io sia molto riservata e reticente nel pubblicare foto personali, credo che ogni genitore, ogni giorno, si assuma tante responsabilità nei confronti dei propri figli, dal mandarli in gita con la classe, a prendere un gelato con gli amici, a raggiungere casa dei nonni in bicicletta da soli... purtroppo nessuno ha la capacità di vegliare su di loro 24 ore su 24 e di pericoli ce ne sono tanti, ovunque e sempre. Forse il compito più importante è quello di insegnare loro a difendersi da soli dai pericoli della vita, perchè spesso, noi, non siamo accanto a loro per farlo al loro posto. Purtoppo, credo, che non abbiamo alcun potere di intervenire sulle scelte aberranti di estranei, sia che si nascondano dietro il monitor di un pc, sia che invece, vivano vicino a noi.

    RispondiElimina
  22. Tesoro, innanzi tutto io vorrei fare un urrà per quelle che come Anita tirano fuori la voce con una faccia.Credo che lei tenga molto al tuo blog ed è per questo che ti scrive con questo ardore.

    Se non erro questo blog è l'unione di due (uno più tecnico ed uno più personale) ed avevi già chiesto alle lettrici opinioni al riguardo avevi chiesto alle lettrici e la risposta l'hai già avuta

    per quanto riguarda la professionalità e le informazioni tecniche credo che tu faccia dei corsi a pagamento

    per quanto riguarda le foto delle piccole io non posso evitare quelle degli ospiti (vengono fotografano e pubblicano sempre...)quindi qualche volta le metto anche io
    ...
    ti conosco di persona ed il tuo blog è prorpio Sarah :)
    ...

    RispondiElimina
  23. non 2... credo che gli anni siano 3! Mamma mia, è da 3 anni che mi accompagni ogni mattina :)

    Grazie

    Rita
    Ri Benny

    RispondiElimina
  24. Buon giorno Sarah,io ti seguo da un anno ormai,e non riesco sempre a commentare,sono l'idea che hai di una ragazza che nella pausa legge il tuo blog...a volte la notte ..a volte il pomeriggio...e delle volte la mattina...il mio parere e' semplice quando uno si imbatte in un blog deve avere l' accortezza di capire,di cosa si tratta,che non e' uguale a "cosa vorremmo trovare o leggere"perche' allora il blog non sarebbe una pagina personale,ma di dominio pubblico,il mio pensiero ,il suo pensiero,e la ricerca disperata di postare cio' che potrebbe piacere alla casalinga, alla donna in carriera,alla single,alla mamma,e a tutte le categorie che ci seguono.In tutto questo mi chiedo,dove sta la tua personalita',il tuo colore,il tuo pensiero,non era forse questo il tuo intento,un diario personale delle tue passioni,che comprende la tua vita,il tuo stile,cio' che ti circonda,poi se da QUESTO se ne puo' trarre un business ben venga,ma se questo ne fosse l' unico scopo,perderesti tutto.La naturalezza e la spenzieratezza,uno puo' avere una dritta su dove acquistare o su come arredare o cosa scegliere se si vuole seguire un esatto stile,ma se il blog fosse una pagina dedicata alla pubblicizzazione di aziende e case produttrici,mamma mia!!!quante di noi cambiano canale quando inizia la pubblicita'....se voglio avere indirizzi o idee....conoscendo il tuo blog..mi dirigo sui link sono io che mi devo adattare.Leggere di te ,di cio' che ti accade, delle tue bimbe, della progettazione della tua casa,del tuo lavoro e via dicendo, fa solo parte del tuo diario,le tue bambine non perdono niente, tu avevi un idea quando hai aperto il blog e hai tenuto testa ,se deve cambiare, e perche' cambi tu,Sarah tu non sei e non devi essere come gli altri ti voglion,tu sei seguita perche' sei naturale spontanea,leggera, non sei business e per fortuna,di blog che parlano di vita privata e' pieno, famiglia ,figli ,lavoro,cucina,stile,arredamento,dipende da come si vuole improntare il blog.La Sign. di ieri, ha scritto che lavoro fa,che ha due figli,un marito speciale,un blog, e cosa le gusta in un blog,ecco in 2 righe un pezzo della sua vita,il suo nome e la sua foto,ecco un pezzo di lei. un pc.Ricordo una sera di pioggia, la febbre alta,una giornata nera, e un tuo post, dove raccontavi di tua nonna se non ricordo male,eri ospite da lei, e di quello che passasti quel giorno.Mi venne il sorriso, e da li' iniziai a leggere tutti i post che ti riguardavano, ma non per sapere i fatti tuoi, ma sai quando leggi un buon libro,almeno io quando termino leggo sempre la pagina dedicata allo scrittore,per capire chi e'.La rubrica delle case, per me e' un idea molto originale, e non dovrebbe interrompersi solo perche' a qualche lettrice non sta bene,la casa o lo stile di un altra, quando mi capita di acquistare casa chic,posso trovare un numero dove viene pubblicata una casa che si intona alle mie corde, e un altra no,non metto via il mensile solo perche' no ho trovato in quel numero l' ispirazione che volevo,io sono una o forse nessuna,o centomila.Nell' intestazione del blog, scrivi, stile, vacanze, foto, famiglia, vita,dai chiaramente l' dea di cosa si parla,se uno non si trova, cambi blog, non che il blog deve cambiare a misura del singolo lettore.Se le tue lettrici ti fanno commenti sdolcinati nn e' detto che siano ipocriti,e' molto piu' facile passar di qua e lasciarti un commento acido da anonimo, la gentilezza oggi e' rara, bisogna apprezzarla,ti seguono tante persone, non e' un caso,ognuno ti dira' una cosa diversa....e' la vita!!!....sii te stessa, non e' banale...ma originale. 1400lettori fissi non son "bau bau e micio micio(;-)!MAMMA MIA bUON DI' Sarah....

    RispondiElimina
  25. Ciao Sarah, seguo il tuo blog tutti i giorni ma raramente lascio un commento ma oggi voglio lasciarti anche la mia opinione sull'argomento.
    Quando ho cominciato a seguire il tuo blog mi è sembrato incauto pubblicare le foto delle tue bimbe e a volte rimanevo delusa quando c'erano i post "personali" ma poi è cambiato il mio modo di seguire il tuo blog, non solo per vedere e ricevere ispirazioni dalle tue foto ma anche per conoscere te. Ho seguito il tuo corso shabby a Valdirose e quell'atmosfera di amicizia e complicità è stato frutto sicuramente del tuo aprirti a noi attraverso i tuoi post.
    Tutto questo per dirti che a me il tuo blog piace così, anche con la rubrica della nostre case.
    Donatella

    RispondiElimina
  26. qui lo dico e qui lo nego: per me potresti parlare anche di astrofisica o di design minimalista norvegese, a me non importa più di tanto. Non sono una fanatica dello shabby e lo sai bene, e non è questo il motivo per cui vengo a leggerti ogni giorno (non ho sempre tempo di commentare e spesso invece di lasciare solo un salutino fuggitivo non lascio un bel niente, ma passo, passo sempre). Io, e credo molte altre, vengo qui soprattutto per le tue parole. Per come racconti le tue passioni e le tue vicissitudini, per il tuo modo di renderci partecipi dei tuoi progetti. Ci sono tanti blog e tante riviste online per chi vuole informarsi più che lasciarsi ispirare, ma di sarah ce n'è una sola. E incanalare sarah in un meccanismo che renda il blog più profittevole, non so che risultati possa dare. Probabilmente un blog più impersonale ma "perfetto" e una sarah più frustrata. Non credo mi piacerebbe.
    Anche il mio blog, nel suo piccolo, per me è uno strumento di lavoro e contemporaneamente un diario, una finestrella aperta sulla mia casa e sulla mia vita. Mi porta a contatto con potenziali clienti e mi permette di esprimere il mio stile e quello che mi piace, chi sono. Perché una persona compra qualcosa da chi sente affine, da chi gli piace, e i clienti che io spero di attrarre sono proprio quelli che con me hanno un po' di affinità, personale o di gusti. Per le "presentazioni ufficiali" c'è sempre il sito web, ma ti dirò, sto meditando di unire le due cose. Dico questo perché sono d'accordo con te che non per forza profitto e passione vadano scisse!

    Fai bene a tirare fuori questi argomenti, sono all'ordine del giorno sui blog stranieri ma è opportuno iniziare a parlarne anche tra di noi.

    un bacione!
    Laura

    RispondiElimina
  27. Che dire....i tuoi pensieri sanno di rispetto e buoni sentimenti....e di questo ti ringrazio.

    A presto Sarah.....non vedo l'oraaaaaaa :)

    RispondiElimina
  28. Secondo me quello che abbassa il livello sono proprio certi commenti inconcludenti, appagano solo il desiderio di esibizionismo di chi li scrive! Invidia mascherata da consiglio costruttivo.
    Ne ho anch'io un paio per Anita se li accetta:
    1) aprire un suo blog personale con tutti i riferimenti a tecnica, libri, riviste, video e negozi relativi allo stile shabby, potrei diventare una lettrice accanita!
    2) prendersi meno sul serio! la vita necessita di moderata leggerezza, renderla pesante sfogando le proprie repressioni serve solo a torturare chi ha bisogno di fare due chiacchiere del più e del meno (anche superficiali tante volte).
    Questo blog lo interpreto come un salotto virtuale dove poter scambiare idee su una passione in comune, non come fonte gratuita di prodotti shabby come si aspettava Anita... per quello bisogna pagare, per l'amicizia non serve!
    Il suo è stato un errore di aproccio con il blog, quello che desidera lo troverà altrove. Qui troverà le casette di chi è soddisfatto e orgoglioso di come sta sistemando casa e vuole mostrarlo (a qualcuno non fa piacere ricevere complimenti?)così come si fa vedere casa quando si ricevono gli amici, e cosa c'è di male? forse perchè non tutti hanno la possibilità e la capacità di fare foto da rivista? Mi spiace per lei ma se ne avrò ancora la possibilità, e lo spero vivamente, invierò le mie foto con la speranza di vederle pubblicate!!!
    Credo sia stata una polemica inutile, infatti a Sarah dico di continuare su questa strada perchè chi ti legge è contento del tuo modo di gestire il blog e lo dimostrano i tanti commenti di appoggio che arrivano a fiumi e soprattutto continua così perchè IL BLOG E' IL TUO E FAI, PENSI, SCRIVI, AGGIUNGI, TOGLI, ASSOLUTAMENTE A TUO PIACIMENTO!!!!!!!!!!! Nessuno può permettersi di mancare di rispetto a questo sacrosanto diritto!!
    Un abbraccio. Francesca.

    RispondiElimina
  29. io sono una persona molto pratica e come tale ti dico la mia, rispetto il pensiero di Anita ma in fin dei conti il blog è il tuo ed è giusto che tu "faccia" quello che ti pare, Anita e tutti quanti noi è libera di "leggerlo" o meno. Personalmente vengo a farti visita tutti giorni, a volte trovo argomenti interessanti a volte meno però sono sempre ospite a casa tua quindi se mi va ci resto altrimenti "esco" e arrivederci a domani.
    un abbraccio forte

    RispondiElimina
  30. boh!
    forse la rubrica del lunedì non è proprio il massimo.. la pubblicità ben venga che fa' piacere... per il resto la tua personalità è determinante.

    Francesca

    RispondiElimina
  31. Ma Sarah, secondo me tu sei quello che sei, e se hai tanta gente che ti segue e a cui piaci è perchè hai fatto le scelte dettate dal TUO cuore, quindi fai bene ad ascoltare i consigli che ti vengono fatti, ma poi rimane lì... un commento, un consiglio, niente più, ci sei tu, l'anima di questo blog, perchè questo blog sei tu, la tua famiglia, le tue idee, quello che ti piace, quello che non ti piace, la leggerezza di un momento... o la pesantezza di un altro... non è detto che tu debba pubblicare solo case in stile shabby... la rubrica "le vostre case o casa di" ora non ricordo, non è mica detto che debba essere in stile... sono case italiane, tu hai un blog italiano.. è tutto in linea... a me tu e il tuo blog mi piacete così come siete... e non è detto che mi debbano piacere tutti i post che pubblichi, non lo pretendo nemmeno!
    ti abbraccio bellissima...
    Etta

    RispondiElimina
  32. Cara Sarah,
    sono tante le cose che vorrei dirti...
    Potrei cominciare dal fatto che da quando ho cominciato, ormai piu di un anno fa, a leggerti sono diventata quasi dipendente dal tuo blog.. Ogni mattina non vedo l'ora di vedere quello che hai scritto, e spesso scorro indietro nell archivio per conoscere quelle cose che mi sono persa..
    Hai un bel modo di scrivere, di farci vivere le tue sensazioni e riesci a farci amare quello che ami tu.. per lo meno per me è stato cosi.. ho trovato per caso il tuo blog, avevo le idee molto confuse e piano piano non solo ho capito la diezione che stavano prendendo i miei gusti, ma ho trovato il coraggio di aprire un blog tutto mio!!
    Ho letto il post di oggi, i commenti di ieri e sinceramente trovo costruttivo il fatto che qualcuno si mostri propositivo nei confronti del tuo blog, significa che ci tiene! Per quanto riguarda i contenuti del blog, il mio personale pensiero è quello di non cambiare per piacere agli altri ma di fare quello che ti piace di piu xke la tua spontaneità è quello che ti caratterizza!
    Mi sono un pò dilungata nei discorsi, ma stamani mi sono presa volentieri questo tempo per te!
    Un bacione!!

    RispondiElimina
  33. Cosa posso dire? reduce da una mega critica al blog che mi ha fatto sentire un po' stupida e mi ha privato dell'entusiasmo che avevo ora non so cosa dire nemmeno io....a me la rubrica del lunedì piace anche se le foto sono "professionali" e anche se sono le foto di gente che vuole pubblicata la sua casetta che male c'è?
    Ci vuole coraggio a "esporsi" e a me piace leggere i tuoi pensieri,e mi piace vedere attimi di vita vera. Ma non mi piace che la gente possa trarre conclusioni sbagliate per quello che legge e allora non so che senso abbia.... scusa, sto farneticando!

    RispondiElimina
  34. Cara Sarah
    bel post! sei pronta per uno dei miei papiri??? sai che con questi post mi inviti a nozze :)))
    Inanzitutto complimenti ad Anita che a differenza del 95% degli anonimi, perditempo e troll frustrati che popolano inutilmente questo blog, come molti altri, ha saputo dire le sue opinioni (condivisibili o meno) in modo garbato e costruttivo!
    Gli argomenti sono tanti.. su alcuni posso avere una posizione un pó piú ferma mentre su altri proabilmente come blogger e come lettrice, sono confusa anche io.
    Argomento foto e privacy: la cosa spaventa un pó anche me, anche se nn ho bimbi, e in generale, per pudore e carattere, tendo a pubblicare poche foto private nel mio blog, ma questo non vuole dire che sia giusto fare cosí, anzi. Come hai detto tu il mondo é strapieno di blog meravigliosi dove vengono pubblicate giornalemente mille foto di famiglie e bimbi, se i pericoli fossero cosí enormi e cosí temibili penso che tutte queste persone (che non penso siano tutte stpupide) di certo non lo farebbero e in ogni caso non penso ci si possa chiudere dentro una campana di vetro per paura di affrontare il mondo con i suoi pericoli.. che sono ovunque, non certo solo nel web. Cmq é un argomento di cui non sono esperta quindi non mi sento di dare un parere convinto.
    Riguardo al blog e alla direzione che sta prendendo: come molte han scritto, il blog é un DIARIO PERSONALE, non lo facciamo di lavoro (almeno per ora), per cui abbiamo il sacrosanto diritto di farlo nel modo in cui piú ci piace! Nessuno ci paga per scrivere questo o quello... per cui é giusto che teniamo il blog nel modo in cui ci rende piú felici, nel modo in cui sentiamo che ci rispecchia e nel modo in cui percepiamo che ai lettori (o alla maggior parte di essi) piace e soddisfa, e per avere un indice di questo basta vedere i lettori iscritti ma sptt le visite! E con questo mi collego anche all'argomento commenti. Su questo argomento un piccolo appunto/pensiero, non sono d'accordo che dal punto di vista commerciale i commenti siano importanti. Non é cosí secondo me. Alle aziende interessa il traffico di visite, non i commenti. I commenti ci fanno piacere perché sono il nostro feedback personale che ci fa capire l'affetto e che ci permette di instaurare un rapporto con i lettori, quindi benvengano e chi non li ama? ma in termini "commerciali" alle aziende non interessa quello che viene scritto o quante persone scrivono.. interessano le visite e quelle spessissimo sono molto differenti dal numero di commenti. Quello poi che viene scritto dentro ai commenti, ancora una volta puó piacere o non piacere, ma é il modo in cui il mondo dei blog si é sviluppato. I blog, specie blog in cui vengono mostrati immagini di interior design o creazioni, non sono necessariamente luoghi dove accendere dibattiti o discutere di cose importanti o meno. A mio parere questo genere di blog (decor e craft) sono luoghi dove svagarsi, dove distrarsi dalla tristezza, dai problemi e dalle brutte cose giornaliere, sono luoghi dove apprezzare la bellezza, dove gustarsi un pó di pace e serenitá e quindi di conseguenza é facile capire perché vengano lasciati certi generi di commento apparentemente solo di lode. Perché é proprio cosí, io ringrazio chi mi ha regalato questi momenti di svago e chi ha goduto dei momenti di svago e ispirazioni regalati da un mio post ringrazia me. E' cortesia, amicizia, affetto..

    continua.. (troppo lungo uff)

    RispondiElimina
  35. ... continuazione... (mamma quanto sono prolissa ahahah)

    Riguardo il discorso commerciale, credo che in Italia, questo argomento sia ancora poco conosciuto. In america é normalissimo guadagnare con il blog tramite sponsorship e penso che sia giustissimo e sacrosanto, e non toglie niente alla purezza del blog e allo spirito del "bloggare", tutto sta a saper dosare le cose e penso che noi tutte, blogger da anni, siamo in grado di capire questo. Non credo che qualche banner pubblicitario, generalmente a tema con il blog, sulla colonna laterale disturbi o inquini l'essenda del blog. O per lo meno questo é il mio modesto parere. Il blog ci toglie tanto tanto tanto tempo, regala svago e relax ai nostri lettori ma spesso ne toglie a noi. Ci da soddisfazioni ma ci toglie tempo utile per il nostro lavoro, per le nostre cose. E piú tempo dedichiamo al blog, piú cerchiamo di renderlo piacevole per gli occhi di guarda e di chi legge, piú togliamo tempo prezioso a noi stesse, alle nostre famiglie e ai nostri doveri. Mi sembra giusto che questo venga in parte compensato se possibile.
    Infine argomento "le vostre case": penso che non sia ASSOLUTAMENTE giusto togliere la rubrica, su questo sono completamente in disaccordo con Anita e mi é molto dispiaciuta la frase che ha avuto nei confronti di questa rubrica. Penso che ci sia da imparare sempre e cmq, e che sbirciare nelle case altrui, case normali, vissute, sia sempre e cmq bellissimo, indipendentemente che alcune case siano di nostro gusto o meno. Il gusto é una cosa personale, molte case che sono state stra ammirata non incontrano il mio gusto, mentre altre che magari sono state apprezzate di meno mi sono piaciute.. insomma chi siamo per poter giudicare se una casa vale o meno? Il blog di sarah non é una rivista di arredamento, é solo un salotto dove ci piace scambiarci idee e mostrare le nostre case. Che c'é di male in questo?

    un bacione sarah bella e continua cosí e sii sempre te stessa, questo é lo spirito di shabby chic interiors e il motivo per cui noi torniamo sempre a leggerti, e lo sai.

    bacio fede

    RispondiElimina
  36. Ciao Sarah...bè, io a dir la verità non vedo il problema! E' il TUO blog, un bellissimo blog, pieno di belle foto, di affetti, di consigli, di te. Fino a prova contraria visitare un blog è gratuito, non è una rivista che paghi e quindi ti aspetti che tratti l'argomento per il quale si decide di acquistarla.
    A chi piace bene, a chi non piace...ce ne sono milioni in giro per il mondo, oppure se ne faccia uno su misura!
    Anche riguardo alle varie rubriche, alle foto delle bambine...mi domando: ma possibile che una sul suo blog non possa pubblicare tutto quello che ritiene giusto e ciò che più le piace?

    Ti abbraccio
    Michela

    RispondiElimina
  37. Carissima Sarah
    ti scrivo solo per dirti che mi sono commossa nel leggere tutte queste parole (tue e delle altre ragazze), forse questo mio commento non apporterà niente di che, ma a me piace quest'atmosfera, quella di una casa in cui ci si scambia amore ma anche una casa in cui si lavora tanto. Stimo Anita perché ha saputo esprimere con correttezza ed educazione il suo pensiero.
    Ti abbraccio
    Giuliedda

    RispondiElimina
  38. Ciao Sarah, mi piacerebbe molto approfondire questo argomento, ma oggi vado a mille, voglio comunque dirti la mia opinione "terra terra"... un blog con quasi 1500 follower e quasi 2000000 di visite non credo che abbia molto da cambiare ^__^
    ps; a me la rubrica del lunedì piace moltissimo, sono scorci di case vere, sicuramente molto amate e questo basta a renderle speciali, al di la della foto non professionale... continua così tesoro.....

    RispondiElimina
  39. Carissima Sarah concordo con te su tutto e con chi ha detto che il tuo blog ti rispecchia. Io non ti conosco personalmente ma quando passo dal tuo blog mi sento a casa... solo questo volevo dirti.
    Anna
    P.S. per una sorta di telepatia stamattina ho pubblicato anch'io un post di "riflessioni" anche se un po' diverse dalle tue...dev'essere la giornata!!!

    RispondiElimina
  40. great pictures!!xx
    visit our blog at http://uhooi.blogspot.com/

    RispondiElimina
  41. la sig.ra anita magari è la stessa che altrove, per es. facebook pubblica di tutto e di più di sicuro senza il fascino sublime che è solo tuo, cara Sarah! invidia, invidia, ividia...di non saper neppure da dove cominciare per aprire un blog bello come questo!tu 6 troppo avanti, cara!

    RispondiElimina
  42. Io ti leggo spesso...adoro il tuo blog...non commento quasi mai per mancanza di tempo...ma oggi l'ho voluto fare anche se sono al lavoro...
    Io adoro il tuo blog....basta guardarlo e mi mette serenita' e di buon umore...tu fai quello che e' giusto per te....non sei a scuola che qualcuno ti da il voto...In bocca al lupo per tutto....Elisa

    RispondiElimina
  43. Riflettere. In effetti il commento di Anita e il tuo post, danno uno bello spunto per riflettere sui nostri blog, sul tuo in questo caso, sulle persone, sui commenti e molto altro ancora.

    Inizio con il dire che, ben vengano mille Anite quando hanno il coraggio di mostrarsi e firmarsi, nulla a che vedere con alcuni anonimi che entrano con il solo scopo di ferire. Piccole "meteore" di cattiveria.

    Comincerei con il capitolo "le vostre case" Non devi assolutamente togliere questa rubrica. Io l'adoro :-)
    Perchè vedi, come mi succede con le ricette di cucina, spesso accompagnate da foto stupende, dove ti viene subito la voglia di provare a fare quella ricetta, salvo poi cambiare canale o chiudere la rivista, quando ti accorgi che dentro ci sono ingredienti che non hai mai sentito nominare, o che non sai neppure dove andare a comprare.
    Lo stesso mi accade con le case...cosa me ne faccio di una rivista che pubblica una casa di 800 metri quadrasti e un ettaro di terreno, quando solo la cucina è grande come tutta la casa dove vivo?
    Ecco perchè, mi piace molto questa rubrica del lunedi e l'aspetto sempre.
    Non sempre commento, ma sempre leggo. Alcune case mi sono piaciute molto, altre meno, ma in TUTTE c'era qualche idea da copiare, qualcosa alla nostra portata.
    Case vere insomma, e non solo ad uso e consumo del fotografo o della rivista.
    Ha ragione Anita, quando dice che ci potrebbe essere dentro qualche commento costruttivo. Costruttivo ma non offensivo.

    Questione privacy..è vero che in giro c'è gente tanto poco normale, ma è anche vero che i blog, italiani o esteri, sono pieni di foto di bimbi e famiglie.
    Se c'è un malintenzionato, una foto al nostro bimbo, la può fare quando vuole, all'uscita di scuola, o in un qualsisi luogo pubblico senza farsi notare.
    Il male vero, lo si fa ai bimbi in carne ed ossa, anche senza blog, sfogando su loro tutte le nostre frustrazioni e le nostre violenze fisiche e verbali.
    Quindi se ti da gioia, non privartene.

    Per il discorso comemrciale, non vedo assolutamente nulla di male, anzi, s eun blog possa diventare anche una forma di guadagno.
    Non si aprono forse negozi, per dare un seguito alle nostre passioni? Non si fanno mercatini e mille altre cose ancora, affinchè un hobby, a cui dedichiamo tempo, tanto tempo e soldi,possa trasformarsi in una professione?
    Non cambiare, sii sempre te stessa, parla della tua casa lotta, dei tuoi giorni, dei tuoi figli.
    Non è un caso se tu, Federica, e altre avete molto seguito.
    Sarà forse che siete rimaste UMANE, in un mondo pieno di egoismi e interessi?
    Ti abbraccio,
    Ros

    RispondiElimina
  44. Ciao Sarah,
    non commento spesso per mancanza di tempo, ma voglio raccogliere anch'io il tuo appello al dialogo, toccando un paio di punti in particolare.

    Il discorso privacy/foto/bambini: in linea di massima, io sono la persona più riservata di questo mondo, nella vita come sul web. Se ti dovesse capitare di visitare il mio blog, solo raramente troverai racconti di vita personale o riferimenti geografici. Ciononostante, quando è venuta a trovarmi la mia migliore amica con i suoi bimbi l'estate scorsa, non è che mi sono autocensurata: ho fatto delle foto e raccontato (brevemente) della bella settimana passata assieme.
    Come in ogni cosa, io credo, ci vuole buon senso e giusta misura. Ma poi, non si può mica vivere nel terrore di quello che può o non può capitare. Due anni fa proprio qui ci fu il terremoto, non si può prevedere, non si può evitare ma non per questo bisogna vivere nella paura: si affrontano le cose giorno per giorno.

    Ciò mi porta al secondo discorso. Nella vita si cambia, cambiamo noi, cambiano gli altri, cambiano le situazioni, la vita è cambiamento. Per questo motivo anche il blog, che a suo modo è vitale, è giusto che cambi. Magari a volte si prendo direzioni traverse, che non ci portano dove pensavamo, e ci tocca cambiare rotta; altre volte prendiamo una strada per caso scoprendo che è quella che fa per noi. Io la mia, per il mio blog, la sto ancora cercando, e da quando l'ho aperto è già cambiato un paio di volte. L'importante è rimanere fedeli a se stessi, prendere sentieri che comunque ci facciano stare in sintonia con i nostri gusti e le nostre inclinazioni.

    Ti racconto un aneddoto: ho una libreria online per tenere memoria di tutti i libri che leggo e acquisto, sulla quale inserisco anche le mie recensioni personali una volta terminati. Di un libro in particolare, ho scritto una recensione di una sola parola che racchiudeva il mio pensiero (sono la sintesi fatta persona, e di questo il mio blog ne soffre un po'): scrissi "deprimente". Ebbene, ricevetti tipo una quindicina di commenti istantanei in risposta che "non mi potevo permettere" di definire così quella pietra miliare della letteratura. Ora, questi non erano certi commenti costruttivi, giacché sulla mia libreria, e altrove, io sono liberissima di definire quel libro deprimente senza nessun tipo di rimorso, o di commentare i Promessi sposi come una noia mortale, né sono tenuta a dare spiegazioni a chiccessia.
    Detto ciò, il commento di Anita è stato sicuramente costruttivo, dettato da un sincero interesse per il tuo blog: è stato anche giusto che tu ci riflettessi sopra, ma in fine della fiera, devi seguire le tue inclinazioni e sviluppare il tuo blog nella direzion che più ti confà, quella che ti fa venire voglia di postare ogni volta.

    Spero che dopo questo papiro, ti sia stata di qualche aiuto.
    Un abbraccio,
    Veronica

    RispondiElimina
  45. Uffa! Il mio commento kilometrico è andato perduto.Provo a riscrivertelo!
    Ti seguo da oltre 3 anni e mi ricordo quando timidamente hai messi il contatore dei visitatori (sbaglio o l'hai messo inizialmente a 100? Sottovalutando notevolmente le tue potenzialità)e il contatore followers (e mi sono vergognata di non essere in grado di inserirmi, quando contava solo 3 followers e tu ci incitavi a non essere timidi).
    Ti auguro sinceramente di riuscire a vivere di questa tua passione, per questo impegno quasi quotidiano che ti sei voluta assumere e di cui tutte noi beneficiamo. Sappiamo quanto costano le riviste del settore e sinceramente credo che andrebbe ripagato il tempo che sottrai ad altri mille impegni.
    Seguo altri blog che costituiscono dei veri e propri diari virtuali (vedi gallinavecchiafabuonbrodo, fragoleinfinite o verdesalvia)in cui gli argomenti trattati sono molto privati. Del resto anche un' autobiografia (o la semplice notorietà) allora ti dovrebbe esporre ad una serie di rischi.
    La differenza che noto è che su tali siti le foto dei familiari sono molto meno e in alcuno casi i soggetti vengono magari fotografati da dietro e quindi non sono identificabili. Mi sono interrogata spesso sui reali rischi della pubblicazione di queste foto, ma non saprei dare una risposta.
    Per quanto riguarda la rubrica "Le vostre case" ti devo purtroppo dire che trovo molto scortese il tuo dare ragione a chi critica.
    Pensa come si saranno sentite mortificate coloro che hanno letto il tuo commento e si saranno identificate nella tua descrizione (mi riferisco alla qualità delle case e non delle foto).
    Sarebbe stato sicuramente meglio evitare di pubblicare le loro foto.
    Scusa, ma perchè allora non pubblichi solo le foto che ritieni "degne", senza obblighi settimanali, nè di altro tipo.
    Per quanto mi riguarda ho sempre commentato senza usare toni osannanti (non è nel mio carattere) e talvolta ho osato dare dei suggerimenti diversi rispetto ad alcune tue scelte riguardanti la tua casetta. A volte non sono stati accettati (e quindi non farai un bagno per ogni piano), altre sono stata gratificata dall'avere fatto un commento utile (e quindi metterai il legno nei bagni).
    Ti ringrazio per avere creato questo salotto in cui interagiscono persone con gli stessi interessi, in cui si possono imparare un sacco di cose sullo stile shabby e non.
    Ad esempio, anche Anita può imparare che nell'espressione "dare il la", "la" è la nota musicale e quindi non va accentata.
    E comunque penso che tutte noi siamo aperte ad apprendere da lei, qualora avesse qualcosa da insegnarci, ma non pretendiamo che si senta tenuta a farlo.
    Ciao.
    Silvia, Sr.

    RispondiElimina
  46. Ero decisa a non scrivere.Perchè non farlo? Mi piace il tuo blog, lo visito ogni giorno con grande piacere , quando qualcosa mi sollecita metto un mio commento.Non conosco molto lo spirito dei blog, da poco ho scoperto questo mondo, ma credo che una debba costruirlo e gestirlo secondo la sua personalità i suoi desideri,condividendo tutte le belle cose che sappiamo fare e che viviamo, cercando, per quando è possibile, di rispettare noi stesse e gli altri che ci incontrano, facendo del bene con parole ,immagini , bellezze, creazioni di ogni genere.
    Grazie
    Piera

    RispondiElimina
  47. Ciao Sarah!
    Io penso che tu debba continuare sempre per la tua strada senza dare retta a nessuno,chi ti apprezza continuerà a farlo,il blog è il tuo ed è giusto che lo gestisca!Finora,per quanto mi riguarda hai creato uno spazio bellissimo fonte di ispirazione,gioia e creatività!Continua così!...Per quanto riguarda invece il fatto di pubblicare le case degli altri, posso dire che anche io nel mio blog lo faccio,(ma con uno scopo totalmente diverso),e se è lo stesso proprietario della casa ad avere il piacere di essere pubblicato non capisco dov'è il problema!
    un bacio

    RispondiElimina
  48. Oddio, manco qualche giorno e cosa vedo? mi sono persa tantissime cose...ma non solo dal blog!
    Oddio che dire...
    I commenti sono la linfa e anche se è vero che non li moderi, che li pubblichi tutti non è altrettanto vero che bisogna essere d'accorod con quello che viene scritto.
    Non sono riuscita a leggere tutti i commenti di ieri ( ma che lettrici hai che scrivono cose lunghissime!!!!!...te le meriti tutte!)

    Non so proprio cosa dirti...


    Le case degli altri continua a pubblicarle
    se ti chiedono collaborazioni, sponsorship e altre cose commerciali sai già come la penso...
    sai che devi ancora pubblicarne una...

    A differenza di altri blog, oltre a belle foto hai tanti contenuti ed è questo che mi piace...
    per me non devi mollare!

    RispondiElimina
  49. Ma perchè dobbiamo metterci delle regole o dei limiti anche dove non ci sono!!! Il blog è uno spazio libero dove possiamo scrivere e pubblicare ciò che vogliamo, è la pagina più lunga che abbiano potuto inventare e se con questa semplice pagina si può anche guadagnare ben venga, con sta crisi che gira!!!
    Certo se il nostro blog preferito diventa il depliant delle offerte del mese, basta non seguirlo più, no?
    Non è sicuramente il tuo caso, cara Sarah, i tuoi post sono sempre, come dire "giusti", c'è la tecnica e la professionalità ma nache un pizzico di intimità che rende il tutto più familiare e accogliente.
    Noi followers non siamo stupide!!! Li sappiamo scegliere i blog da seguire e commentare quando ne vale la pena, anche con un semplice: "Bravissima, mi piace molto" o "Complimenti sei molto creativa". Stai sicura, Sarah che in queste semplici parole c'è il pensiero di chi ti stima veramente. Buon lavoro a tutte le blogger creative. Baci da una blogger che pubblica principalmente per se stessa.

    RispondiElimina
  50. Allora...è difficile, ma ci proverò.
    Se un post non mi piace o non mi interessa difficilmente commento (ieri il mio commento non c'era, l'abbigliamento non è una mia passione..). Non faccio mai nessuna critica perché rispetto le persone e per esperienza so che hanno sempre un motivo se fanno o non fanno qualcosa. Se in una delle "tue" casette vedo qualcosa che non mi piace me lo tengo per me e preferisco non commentare perché so che chi ha voluto pubblicare la propria casa di certo pensa di aver fatto un capolavoro (a meno che non chieda consigli!, la casa è un posto così intimo..Chi siamo noi da poter dire togli quel quadro, sposta quella mensola..sempre che invece non sia richiesto un consiglio! (Potresti fare una rubrica per chi cerca consigli per cambiare o migliorare le proprie case, allora si che ne sentiremmo delle belle!)
    Per la tua famiglia, ognuno sceglie e decide per la propria. Io dei miei bambini ne parlo, ma non li nomino e se ci sono foto sono sfocate o di spalle. Questa è la mia scelta, mia e di mio marito. Mi associo a Silvia di Ghirlanda di Popcorn..non mi fido e non possiamo sapere chi stia guardando.
    Mmmm..altro?
    Ah si! Se tu togliessi il cuore al blog, i tuoi sorrisi, i tuoi momenti no, i momenti belli, i momenti di crisi..per diventare il sito di riferimento, freddo e ricco di indirizzi utili e consigli, non sarebbe più il tuo blog ma una rivista specializzata e di quelle ce ne sono abbastanza, mi piacciono, le compro, ma non mi regalano un sorriso ogni giorno.
    Ti seguo da più di due anni.
    Forse tu non sai molto di me, ma io ti considero una di famiglia..mi ricordo i tuoi anniversari con Gigi, le vostre gite, i problemi con la signora del comune. Mi ricordo i mercatini che facevi e i dubbi che hai avuto quando hai chiuso "semplicemente Sarah" e non sapevi se parlare di te e della famiglia in questo blog. Ci fu già un "referendum" e tutte votammo per te, per l'anima del blog! Mi ricordo quando ho visto la cala lotta la prima volta e quanto eri felice. Seguo con te ogni lavoro e non perché sono una curiosona, ma perché mi sono affezionata a te, abbiamo tanto in comune e così per mille altre persone che tu ignori (magari perché non commentano). Tu hai scelto il colore del mio divano, Sarah! Sei tu che mi hai dato i consigli più preziosi per la mia cucina! Sei tu che nell'avventura blogger mi hai dato tanti consigli.. Una rivista specializzata non lascia questo, soddisfa una curiosità, nulla di più.
    Altro? Si..poi ho finito, promesso.
    Conosci Mommit.com ? Le mamme blogger si stanno mettendo insieme per dare una regolamentata ai blog, pubblicità, sponsor ed altro..potrebbe interessarti!
    Per quel che mi riguarda, oggi mi chiedo se il mio blog potrebbe diventare il mio lavoro..ecco, non il blog, ma le opportunità che esso mi regala ogni giorno!
    E' tutto.
    Grazie di avermi letta.
    Ciao Sarah, spero davvero di conoscerti presto!

    ^_^
    Diana

    RispondiElimina
  51. Credo che chi ha commentato prima di me abbia detto tutto.
    Il mio pensiero, in sintesi è: il blog è tuo, pubblica quel che ti pare, e a chi non piace che passi al blog successivo.
    Trovo sinceramente inutili e sterili le polemiche di questo genere.
    Io ricamo e cucio da 20 anni, da pochissimo ho aperto il blog come "finestra" per mostrare i miei lavori a chi me li chiedeva, per fare 2 chiacchiere,per parlare dei miei pensieri. Ben vengano le critiche costruttive, i commenti, sono utili per crescere sia in campo lavorativo che nello spirito.
    Ma se fatte con garbo e gentilezza.
    In fondo chi entra in un blog,il mio, il tuo o quello di altre, entra per così dire "in casa nostra". E quindi ci vogliono rispetto, educazione e buon senso.
    Come avevo già scritto tempo fa, se si vuole muovere una critica, a parer mio, sarebbe più opportuno farlo in privata sede. Io non mi sognerei mai di scrivere a Tizia o Caia pubblicamente che questo o quello non mi piacciono o è fatto male. Se direttamente interpellata magari in privato posso esprimere la mia opinione, altrimenti evito di commentare.
    E se un blog non mi piace più non lo seguo più e basta.
    E' come se venissi in casa tua a commentare "Ah no, il colore delle tende nuove proprio non mi va giù"
    Non lo troverei educato...

    Discorso foto belle/brutte: non siamo nate tutte con una reflex in mano, ognuna fa quel che può in base ai propri mezzi. Lamentarsi per la qualità di alcune foto scattate con la macchinetta di casa e non una professionale con millemila filtri e mirini è indelicato.. E' come dare della pezzente incapace alla persona, che magari si è prodigata in mille modi per fare del suo meglio con i mezzi che aveva a disposizione.
    Denigrare il lavoro altrui, anche se si è in grado di fare di meglio, è maleducato secondo me.

    Per la privacy: io ho 3 figli. E sono da sempre felice di mostrarli al mondo. E finchè non saranno maggiorenni l'unico pc di casa resterà in bella vista in salotto dove noi genitori possiamo monitorare cosa e con chi interagiscono.
    I mostri, come scriveva @Rosanna, possono essere dovunque attorno ai nostri figli, a scuola come al parco come all'oratorio. Sta a noi genitori vigilare e insegnare a difendersi.

    Discorso guadagni e pubblicità: ma che ci frega se Tizia o Caia guadagnano un soldino? Qua mi pare tanto una cosa tipo "l'erba del vicino è sempre più verde".
    Avranno avuto le conoscenze giuste, avranno avuto merito, avranno avuto una botta di fortuna, ma saranno fatti loro? Invece di pensare "però, che brava, guarda come la apprezzano per le sue idee" si critica a tutto spiano, si arriva a sminuire il lavoro di anni di un'altra persona. Che gran brutta bestia l'invidia...
    Forse perchè io penso che ho tutto quello che veramente conta nella mia vita: 3 figli sani, un marito che mi ama e la salute. Il resto è tutto un di più. Le cose vere che mi servono sono quelle. Se altri hanno di più non riesco ad essere invidiosa...proprio non ce la faccio.
    Scusate il papiro :-) Patty

    RispondiElimina
  52. Mi viene da ridere perche' alcune blogger come te dicon...o no le foto di mie figlie, o nohhh la mia vita privata in piazza,tutti i blog parlano di se e vita privata,postare foto delle proprie case,dei cambiamenti, dei compleanni dei figli,di torte e pranzi, l' albero di natale e di pasqua,la tavola imbandita,la foto del marito, della pancia che cresce,del futuro matrimonio, foto d' infanzia,ma anche pubblicizzare le foto dei negozi dove acquistare,del proprio cane ecc,ma anche solo parlare del proprio gusto,e mettendo una foto che ci piace(moda, arredamento,cibo)anche e soprattutto questo e' parlare di noi.Se uno vuole privacy,legge ma non blogga,tutte e tutte parlate di voi,non che questo sia male,anzi e' lo scopo di avere un blog,parlare di se.Marta (MARTINA FRANCA)

    RispondiElimina
  53. Ciao Sarah,
    Ho scoperto da poco il tuo blog, ma ho trascorso gli ultimi giorni a ripercorrere a ritroso i tuoi post e a conoscere giorno dopo giorno un po' più di quello che così generosamente metti a nostra disposizione (consigli, idee originali, pensieri, sentimenti e confessioni). E' stato strano e bello sentirmi idealmente vicina ad una persona che non ho mai incontrato ma che condivide i miei stessi interessi e a volte le stesse situazioni (la ristrutturazione di un rustico, il lavoro e il rapporto con i colleghi, i rapporti familiari, ecc.) Beh credo che tu non debba cambiare una sola virgola del blog, ed è evidente che tu ci metta tanta passione e coraggio e per questo hai tutta la mia ammirazione, anche perché immagino che tra gli impegni di lavoro e familiari scirvere a noi con costanza ti costi anche della fatica in certe occasioni. Scusa se mi sono dilungata o se non sono stata chiara (a differenza tua, odio scrivere, mi imbarazza molto). Comunque il succo è GRAZIE, CONTINUA COSi'!

    RispondiElimina
  54. Cara, che dirti?
    Sei stata la prima blogger che ho conosciuto...da te è partito tutto.
    Dal tuo buon gusto nell'arredare, ma anche dalla tua simpatia, umanità, schiettezza.
    Da te è partito il mio desidero di provare la medesima esperienza, per mettermi in gioco, anche se con argomenti "di nicchia" (purtroppo...) per i più.
    E ha funzionato.
    Andando be oltre le mie aspettative...più qualitativamente che quantitativamente, ma per la finalità del mio blog, questo poco importa...

    Quanto alla rubrica "Le vostre case", riscuote un successo non indifferente, e ne sei peraltro pioniera...visto quelle fin qui pubblicate, non interromperei, anche in virtù del fatto che hai altre adesioni che contano su te x avere visibilità, anche solo x il piacere d'un attimo...non sarebbe leale verso queste ultime.

    Per il resto...Sarah, tu SEGUI SEMPRE IL TUO CUORE...
    ...e credimi: scelte sbagliate non ne farai mai.

    Con l'affetto sincero di sempre*

    Maddy

    RispondiElimina
  55. passo di nuovo a leggere i vari commenti che si susseguono numerosi...
    ....mi sento di condividere pienamente quanto già scritto sopra sia da Diana (Apple pie-love for details) che da Pattyz!

    Giulia

    RispondiElimina
  56. carissima sarah, il tuo è stato il primo blog shabby che ho scovato su internet e ci sono particolarmente affezionata. adoro leggere i tuoi post, ammirare le tue foto e mi mancherebbe tantissimo nn poter consultare la rubrica sulle casette perchè anche se nn tutte corrispondono ai miei gusti sono sempre fonte di ispirazione su ciò che mi piace e ciò che nn mi piace. credo che il mondo dei blog sia molto democratico, oltre che molto vario, chi nn trova più interesse verso uno di qst spazi può decidere di cambiare, di cercrne un altro rispettando il lavoro, i gusti e le idee degli altri. spero di essere ancora per molto, o almeno fino a qnd a te farà piacere riceverci, ospite del tuo salotto!!! manuela

    RispondiElimina
  57. ciao sarah .. vedendo Oggi blog.ho visto il tuo commento sul suo pensiero, le persone sono libere di scrivere il vostro punto di vista.
    parlando del tuo blog, trovo molto bello e molto interessante, sono così tante belle idee e belle foto di case.
    mentre si lavora insieme .. ti ricordi che ti ha detto che era un artista e aveva molto buon gusto!
    cambiando argomento circa le immagini della sua famiglia e commentare private.
    molto interessante per me, vedere come i bambini crescono e sapere di voi ragazzi.
    Il tuo blog e molto bello e molto interessante .. .. non mettere il vostro sogno in ogni cassetto. Abbiate il coraggio e la forza e la volontà anticipo e perfezionare il proprio Sito.
    Grandi baci della sua ex collega.
    Marcia Macedo ...

    RispondiElimina
  58. sono una di quelle "esibizioniste" che ha avuto la casa pubblicata...ma,credetemi,è stato così bello leggere i vostri commenti che veramente era avervi tutte qui a casa mia....il lunedì la prima cosa che faccio quando apro internet è andare a curiosare nella nuova casa..vero le nostre case non saranno da rivista ma se vogliamo vedere quelle basta comprare una rivista d'arredamento...ma le nostre non sono un set cinematografico ma sono scenari di vita:lì si mangia, si discute, si cucina,si fanno i conti,si piange, si ride ecc...insomma case vive e che importa se un accostamento è demodè, è comunque unico come il mondo di ognuna di noi..grazie Sarah

    RispondiElimina
  59. Cara Sarah.. non so cosa sia giusto e cosa no.. non voglio avere la responsabilità di stabilirlo però sono stracerta che bisogna sempre agire rispettando noi stessi e gli altri e fino a che c'è questo tutto è lecito!In questo caso poi vorrei dirti una cosa.. io e il mio maritino siamo capitati per caso sul tuo blog.. all'epoca cercavamo spunti per il nostro arredamento..eravamo confusi e pieni di idee.. il tuo blog all'inizio è stato prima di tutto uno spunto poi è diventato parte di noi, delle nostri momenti dedicati alla casa.. pian piano ci siamo affezionati a quella "sarah" che così spontaneamente parlava di se e del suo mondo! Io credo che tu abbia sempre rispettato tutti i tuoi lettori e sono d'accordo cpn chi dice che in fondo a chi non piace qui ha pur sempre la possibilità di cambiare pagina..o no?
    Non commento sempre i tuoi post ma credimi ci sono tante persone per cui vale la pena di leggere le tue parole!Penso che tu faccia proprio bene ciò che fai!Si vede che ci metti il cuore.. quindi mantieni la tua spontaneità e andrà tutto bene!
    Con sincero affetto
    Stefy e Nick

    RispondiElimina
  60. Ciao Sara sono Paola Bucarelli,ti ho scritto già altre volte, ma continuo ad essere imbranata con il PC, non posso esimermi però dall'intevenire visto la delicatezza della situazione. Io non sono brava cone le altre blogghine ma sono certa che mi perdonerai. Vedi cara io ero una donna che non aveva paura di prendere il diavolo per la coda, come tutte noi ho riso e pianto,ho vissuto attimi belli e dolori distruttivi, ma me la sono sempre cavata e se cadevo mi rialzavo SEMPRE. Poi tre anni fa un gravissio infarto, 2 arresti cardiaci, 8 giorni tra la vita e la morte ed è stato troppo a 60
    anni piano piano mi sono lasciata scivolare in una sorta di apatia lenta e progressiva, non era depressione, era voglia di non far nulla, paralisi delle idee, io da sempre ingegnosa e costruttiva mi lasciavo scivolare nel nulla. Poi un giorno per puro caso non cercandoti ti ho trovata in questo strano mondo del Web, ed è stata la mia SALVEZZA, mi hai incantata con le tue parole,il tuo gusto,
    la tua vita, le nanette, i tuoi lavori, le cose che posti, le case delle amiche che pubblichi, ed allora ho cominciato a scuotermi dicendomi quanto mi sarebbe piaciuto mandarti le foto della mia casa che avevo amato tanto e alla quale non avevo più badato se non per la pulizia quotidiana, si ma non così come era doveva migliorare, rinascere,rifiorire.
    Piano piano tu da Genova lontana da me (Vivo a Roma) ma vicina con il tuo blog mi hai fatto rinascere la voglia di fare, di creare, di lavorare, di entusiasmarmi, di VIVERE.Non aggiungo altro, il senso del mio discorso è chiaro, IO TI BENEDIRO' sempre per la VITA che mi hai ridato

    RispondiElimina
  61. Ciao Sarah,
    sarai tu a tirare le conclusioni di questa pagina di commenti accalorati e sinceri.
    Sicuramente puoi sentirti rafforzata nelle tue convinzioni, anche se ho imparato a capire che sei una persona che si mette molto in discussione, disponibile al confronto e capace di rinnovarsi.
    Poi il blog e’ tuo, ma e’ incredibile come i visitatori lo sentano anche un po’ loro. E quindi il messaggio “guai a chi tocca il blog di Sarah” e’ arrivato forte e chiaro.
    Da una parte e’ un successo di pubblico e di critica, dall’altro pero’ tutti ti caricano del fardello “pensaci tu” a far evolvere la tua esperienza di blogger.
    E la discussione muore.
    Io sono consapevole di quante energie e di quanto tempo richieda il lavoro che noi vediamo in queste pagine, rubato al sonno e ad altre occupazioni prioritarie della tua vita. E, poiche’ credo davvero che tu abbia in mano un bel progetto, non mi sembrava villano (ne’ da invidiosi) invitarti a pensare di rafforzarne l’identita’ per farlo crescere.
    Ma il dibattito ha portato ad alcune derive del pensiero.
    Non ho mai detto ne’ immaginato di far scomparire Sarah dal blog, anzi, e’ Sarah che ha talento, che esprime opinioni interessanti e che scova ogni giorno qualche immagine suggestiva.
    Non confondo i blog con le riviste, anche se i grandi blog hanno redazioni e firme importanti che scrivono articoli e includono molte iniziative che hanno copiato dalle riviste (e non parlo solo di arredamento, ma anche di politica o high-tech).
    Non ho un mio blog perche’ lavoro nel campo dell’informatica e trascorro gia’ troppo tempo davanti ad un pc facendo tante altre cose. Lo stesso vale per Fb o altri social network. Non so voi, ma 24 ore volano…
    Non critico le casette di nessuno, ma le foto sono spesso amatoriali e appannano un po' l’allure del blog. Dipende sempre dallo stile che vuoi adottare nel tuo blog. Mi pare che la stragrande maggioranza dei visitatori le apprezzi e, dunque, ritiro la mia obiezione.
    Non ti ho inviato una mail ma un commento perche’ non consideravo il tema comne “privato”, perche’ credo nella trasparenza dei rapporti e mi sento parte di questa comunita’ di visitatori affezionati e sinceri (a parte gli anonimi che tali restano per tutti..) e sono convinta che si possa discutere senza disprezzarsi.
    Infine, un tema del tuo blog non menzionato oggi ma secondo me di grande valore: organizzare dei corsi, pubblicizzarli, raccogliere adesioni, raccontare l’esperienza attraverso le immagini. Il blog e’ uno strumento molto adatto per fare da collante tra questi momenti e un modo molto efficace di farti conoscere e apprezzare (anche da un punto di vista professionale). Prima o poi mi iscrivo ad uno dei tuoi corsi!
    Un caro saluto

    anita

    RispondiElimina
  62. Ciao Sarah!
    Finalmente un blog dove ci possono essere scambi di opinione, senza che qualcuno si faccia più grande o bravo di qualcun'altro.
    Potrei dire che, condivido sia il punto di vista di Anita che il tuo,
    è da un pò che seguo e vado alla ricerca di blog, soprattutto blog di moda perchè, mi aiutano nel mio lavoro e ti dirò, molti non mi piacciono perchè realizzati male o semplicemente non rispecchiano affatto i miei gusti, alcuni li trovo molti infantili e con gente alle spalle che crede che creando un blog sia diventato un maestro di stile, il tuo blog non è niente di tutto questo ho sempre trovato foto bellissime, fonte di ispirazione per la mia casa, consigli tecnici, mai temi stupidi, elementari,le immagini sono la cosa che saltano prima agli occhi, a volte sono proprio le immagini ad invogliare a leggere i contenuti.
    Che altro dirti continua così e ti faccio tutti i miei complimenti!

    RispondiElimina
  63. Ciao Sarah, io come sai sono, come dice Anita qui sopra, una di quelle che ha partecipato ai tuoi corsi e che ha apprezzato moltissimo il conoscerti di persona. Ti ho già scritto una volta che per quanto io possa capire di blog (ben poco temo) il tuo mi è subito parso avere una marcia in piu' rispetto ad altri similari che pero' non trovavo avessero abbastanza personalità e cose da dire...sinceramente certi blog ( e farei anche i nomi ma non vorrei offendere nessuno) sono per me un mero esercizio estetico oppure una spinta al commerciale che sinceramente non mi interessa...sto su siti di business tutto il giorno e quindi è altro che io cerco..e da te si percepisce spesso personalità e contenuto..solo che ultimamente molti blog si uniformano nel tentativo di risultare accattivanti, fare followers e guadagnare, pure affitando casa propria, vendendo le proprie creazioni etc etc però io dopo un po' mi stufo...da te non mi stufo quando scrivi di te, certo ci vuole tatto e rispetto per i minori ma se uno ha l'animo del romanziere oltre che dello shabbatore, che deve fare???
    A me piaci perchè si percepisce Sarah, non una furbacchiona che fa l'amicona ma che ambisce solo al business!!!Cercare di guadagnare non è sbagliato, ma a me personalmente sta bene leggere un blog se uno ha qualcosa da dire di VERO , una sua idea, un suo visssuto, sennò sono dei gran copia e incolla, un abbraccio, Monica

    RispondiElimina
  64. Ciao Sarah..mi diverte arrivare sempre ultima! Perdonami. Mi chiedo:ma dove mi sono persa?! Perche'una donna come te,capace di scrivere praticamente un'ode alla sincerita',deve star qui a "giustificarsi"?! Premesso che,come scrive Irene,evviva Anita che ha il coraggio dei suoi pensieri..a me sembra che quello che pensi,scrivi e condividi sia interessante per una marea di lettori e lettrici! Shabby, nanette, interiors,corsi,lavoro..se questo blog e'tuo..e'giusto che dentro ci sia TU, e che l'unico filtro sia il tuo cuore.
    Cosa dire?Io sono impazzita e mi sono fatta fotografare..se vuoi ridere,passa da me!
    Bacio.
    Laura@RicevereconStile

    RispondiElimina
  65. Ciao Sarah,
    ho letto i commenti al post di ieri e posso dirti come la penso io..
    seguo il tuo blog da un annetto e l'aspetto che mi ha colpito e che ho amato maggiormente è il fatto che non sia un semplice blog dove parli delle tue passioni, ma un vero e proprio diario dove fai conoscere le tue idee, i tuoi pensieri e il tuo modo di vivere la vita.
    Sul fatto di mettere foto delle piccole credo sia una tua decisione e non spetta a nessuno il giudizio su questo, credo comunque faccia percepire ancora di più qunto tu ami la tua famiglia e accoglie maggiormente i tuoi follower in un ambiente più familiare. E'così che vedo il tuo blog, non solo un semplice spazio sul web ma una vera sfera sentimentale!
    Non ho sempre tempo per commentare i tuoi post, ma ogni volta che lo faccio non posso fare a meno di complimentarmi con te non per fare la finta sdolcinata ma perchè è quello che penso realmente di te e di questo tuo spazio!
    Infine sono convinta che le critiche e i contrasti facciano bene per la propria crescita ma credo anche alle volte ci possa essere un pizzico d'invidia perchè credimi hai davvero talento e sei d'ispirazione per tante donne!
    Con affetto
    Serena

    RispondiElimina
  66. Ciao Sarah! La rubrica delle case secondo me potrebbe tranquillamente restare, pubblicando però non tutto, ma a seconda della tua scelta personale. Mi sembra carino ma un pò inutile pubblicare su un blog (appunto perchè è uno spazio personale) tutto quello che arriva perchè non costa niente e fa contento qualcuno. :)
    Oltre a questo mi ha fatto un pò tristezza la sensazione che mi ha dato la scelta di non pubblicare link a siti e simili se non a pagamento.. Mi sembra irrilevante che qualcuno paghi e qualcuno no.. Vorrei che invece pubblicassi le "coordinate" proprio perchè qualcosa ti è piaciuto moltissimo e non perchè qualcuno ha pagato. O almeno che abbia spazio chi paga e chi non paga.. altrimenti ci vedo poco di personale e molto di commerciale :) Non c'è niente di male a guadagnare col blog, ma aver paura a dare contatti per non offendere chi paga mi sembra un tantino assurdo ;)
    Baci, Lisa

    RispondiElimina
  67. Giò Diano: io non sono nessuno per dirti quello che devi o non devi fare a me il blog piace esattamente così com'è anche se non commento spesso però lo leggo sempre!per quanto riguarda le foto della famiglia non credo ci sia nulla di male!

    RispondiElimina
  68. mi pare ci sia uniformità di pensiero verso i principali aspetti del blog, daltronde chi commenta è tuo visitatore puntuale affezionato a te e al tuo blog e visto i risultati non dovresti avere dubbi nella scelta.
    simonetta

    RispondiElimina
  69. Carissima Sarah,
    non ho letto tutti i commenti di ieri e nemmeno quelli di oggi, voglio soltanto dirti che conoscendoti di persona il tuo blog riflette esattamente il tuo modo di essere! Sei così... come ti si legge: solare, entusiasta delle cose che ti danno voglia di sperimentare, un vulcano di idee quando credi in quello che stai facendo e un vortice con le persone che ti stanno vicine!!! Nello stesso modo attenta alle tue "nanerottole" e alla tua famiglia...non cambiare da come sei...non saresti più la Sarah che conosciamo!
    Bacioni Patty

    RispondiElimina
  70. Ciao cara, esordisco con o mamma quanti commenti sinceramente non sono riuscita a leggerli tutti, spero di non ripetermi con altre lettrici, Anita (che apprezzo perché ha detto la sua firmandosi a differenza in tempi passati di certi anonimi) ha saputo con educazione esprimere il suo punto di vista e per questo ha la mia ammirazione.

    Prima di tutto sono andata su internet a leggere cosa significa blog, in poche semplici parole è un diario in rete, e questo dice tutto, puoi tenere un filo conduttore o passare da palo in frasca.

    Abbiamo già avuto modo di leggere in altri post, i tuoi dubbi o perplessità se pubblicare o no la rubrica delle case delle lettrici, o quando hai deciso di chiudere il tuo blog più familiare, ed anche il rallentare i post secondo le tue giuste priorità quotidiane.

    Visto che ci chiedi come la pensiamo ecco la mia

    1) per quanto riguarda il mio parere personale cerco di non pubblicare le foto dei miei bambini, se ne sentono di cotte e di crude e mio marito è contrario, ma questo riguarda esclusivamente solo me, mi hanno detto e questo lo possono smentire o confermare le vere informatiche che le foto che pubblichiamo su blog e social network difficilmente vengono cancellate dalla rete.
    2) La rubrica del lunedì parla di case delle lettrici e non di case in stile Shabby Chic questo lo si legge nel nome del tuo blog ma non nella rubrica, sta a te scegliere se cancellarla o come ti hanno consigliato di farla cresce in come potrei cambiare, dove ho sbagliato oppure brava hai fatto un buon lavoro, una sorta di rubrica dei consigli , ma credo che questo ti chieda un bel po’ di lavoro.
    3) Per quanto riguarda cosa ne fai del tuo blog è solo una tua scelta, blogger stesso ti dice come poter guadagnare con il tuo blog tramite la pubblicità, con i tempi che corrono tutto fa brodo.
    4) Io commento sempre meno spesso il tuo e altri blog, per mancanza di tempo e quando lo faccio è sempre in maniera stringata e se c’è qualcosa che non mi piace non commento, questo è un’eccezione, e per farlo ti garantisco che ci ho messo un sacco di tempo con le due pesti che litigano, ai miei piedi.
    Unico consiglio fai quello che ti senti, il tuo blog cresce con te e cresce con le tue passioni che possono cambiare, negli anni siamo cresciute io sono passata dal total black ai colori pastello, ho 40 anni e sono in continua mutazione, i punti fermi li ho tranquilla, ma fortunatamente se oggi mi piace lo stile Shabby e domani lo stile minimal che male c’è ! Quindi sii te stessa in quello che scrivi ed in quello che scegli tu sei la persona che gestisce crea e fa crescere il blog.

    Baci Irene

    RispondiElimina
  71. Ciao Sarah,

    io ti seguo praticamente da quando hai aperto il blog e da quando hai aperto la rubrica delle casette, mi ricordo che ti avevo chiesto alcune dritte su come dipingere a righe la mia nuova casa e mi hai dato ottimi consigli!!Poi, ogni settimana, man mano che la mia casina prendeva forma ( e ne prende tutt'ora) ho sempre pensato di mandarti le mie foto ma essendo una discreta decoratrice ed una pessima fotografa ho sempre rimandato....beh tutto questo preambolo solo per dirti cara che il blog per me è come una buona tazza di thè ed un bel libro, un appuntamento settimanale in cui ricevere "input" su siti che da sola magari non avrei mai trovato, o rivedere nelle tue parole situazioni quotidiane che viviamo tutte e fermarsi a pensare che è bello condividerle, fare amicizia. Di curiosi ce ne sono a bizeffe ma leggono e poi?!!?chi se ne frega, non credo che un compleanno in famiglia o una gita domenicale possa compromettere la tua privacy, può solo invoglire ad un bel weekend fuori porta e ad un piatto di fantastici pasticcini!!
    Dato che scrivo veramente poco ma ti leggo spesso questa volta ho deciso di rispondere al tuo appello e dirti che qualunque piega prenderà il blog io continuerò a seguirlo, perchè al di là del business o delle aspettative delle lettrici questo è il TUO punto di vista sulla vita...la semplicità e la freschezza che lo caratterizza ad ogni post, che parli di famiglia, arredamento o altro, in cui anche noi ci riflettiamo!
    in bocca al lupo per tutti i tuoi progetti ; )
    Silvia (di Bologna)

    RispondiElimina
  72. Sono talmente tanti, i commenti, che non so neppure se è il caso di lasciare il mio. Ma sento di farlo e seguo l'istinto. Sono d'accordo con le puntualizzazioni che ti ha fatto Anita. Solo che io le avrei fatte. E non perchè non ne ho il coraggio o che, ma solo perchè non credo siano affari miei. Il blog è tuo, se a qualcuno non vanno certe cose non lo segue e punto. Certo, dei consigli garbati non fanno mail male. Solo che io sono per dare i consigli quando mi vengono richiesti. Mi sembra un po' presuntuoso darli così, gratis. Ad ogni modo il mio consiglio è di farne tesoro, potrebbero aiutarti a migliorare. Io ti seguo tutti i giorni ugualmente, alcuni con molto gusto, altri meno, ma questo è prorio un problema di, scusa se mi ripeto, gusti. Per finire, la bagarre che ha scatenato Anita dovrebbe averti allargato il cuore: molte persone si sono "battute" per te, è una cosa bellissima. Dormici su e trai le tue conclusioni. Buona notte.

    RispondiElimina
  73. Detto da una che ha una certa esperienza di vita... non farti condizionare, fai tuoi i suggerimenti che ti stimolano in positivo, accetta le critiche che ti danno modo di sentirti migliore ma non farti condizionare ripeto!
    Orient business? Ma no, le intuizioni più felici anche in questo senso nascono spesso dal caso... e non parliamo di privacy, al giorno d'oggi non vuol dire nulla; perchè privarti di un qualcosa che ti dà anche la più piccola gioia?

    RispondiElimina
  74. Cara Sarah, seguo il tuo blog da molto tempo in modo costante ma non lascio commenti per mancanza di tempo.
    La tua rubrica sulle case è per me molto bella e tu la tratti in modo molto discreto e trovo sia giusto così.
    Per quanto riguarda la privacy credo debba essere tu a decidere, le foto della tua famiglia fanno tenerezza specialmente quelle delle tue bambine.
    A presto Sonia

    RispondiElimina
  75. Ciao Sara,
    premetto brevemente che ti seguo ogni giorno, ma per mancanza di tempo non riesco a farlo attivamente. Questo tuo invito assieme a mio figlio che si è svegliato alle quattro, sono stati lo sprone per farlo ed eccomi qua!
    Immagino che tu dentro di te non abbia seri dubbi su come continuare il tuo blog,perchè per crearlo e continuare ad alimentarlo come fai tu ci sono per forza motivi "sentiti" e profondi,la passione e cura che ci metti balzano fuori dal monitor!Secondo me i blog come il tuo sono come delle vite parallele e come tali ognuno le vive a modo suo, lo specchio di quello che si è. Mi rendo anche conto però che è fondamentale avere delle conferme e dei consensi per andare avanti perchè, a differenza della vita "reale" le reazioni di chi ci sta intorno non sono ovviamente immediate.Non mi dilungo ancora sulle mie rifessioni personali sui blog e i rapporti virtuali e vengo al punto! Per quanto riguarda le casette trovo sia una rubrica carina e piacevole sia per i proprietari delle case che per chi le guarda (si può sempre trovare qualche spunto, no?)e se qualcuno desidera dei consigli da te credo li avrà, vista la tua disponibilità.
    Per quanto riguarda i commenti osannanti, sono d'accordo con gli altri nel pensare che sono un modo veloce per fare sentire la propria presenza anche quando non si ha tempo per cose più lunghe (e mi riprometto di farlo anch'io!).
    Infine sul fatto di fare del tuo blog e tutto quello che lo circonda e nutre un mestiere penso che continuando a farlo così, con sincerità e passione,probabilmnte sarà un naturale evoversi delle cose,perchè sei proprio brava e ti auguro quel pizzico di fortuna indispensabile per riuscire a farlo!Credo sia un tuo sogno (per me lo è in altre cose quindi posso capire), è la cosa più bella fare le cose che ci piacciono di più come lavoro!
    Infine per quanto riguarda la famiglia etc, onestamente credo che chi ti segue sono tutte belle persone che mai penserebbero di fare qualcosa di male e se c'è un malintenzionato penso che comunque non possa danneggiarvi (spero di non essere troppo ingenua).
    Concludo,sono stata veramente troppo lunga ( o non scrivo o si salvi chi può da me...)ma ci tenevo a farti sapere che seguo e ti stimo, insomma..."ci sono"!
    Devi essre davvero una bella persona, grazie per tutto quello che dai, un abbraccio, Antares

    RispondiElimina
  76. Quando apri un blog è perchè hai voglia di condividere con altri le tue passioni, che sia fotografia, stili, moda, cucina. E' da poco che ti ho "scoperta" e non c'è giorno che non passi di qui, le tue foto, i tuoi racconti, le tue rubriche mi piacciono e mi regalano momenti di relax, sognando ed immaginando la mia casa ideale per esempio. A volte anch'io ho pensato che i commenti sono banali e sempre uguali ma cosa vuoi dire in pochi minuti di una cosa che veramente ti piace??? Forse la signora Anita cerca semplicemente un blog diverso, forse lo preferirebbe più "tecnico" riguardo alle spiegazioni ma ci sono apposite riviste e libri che lo fanno. Questo non è un lavoro, è un piccolo spazio che ci siamo create proprio per essere libere di "essere".Ben vengano le critiche per carità ma non si può certo piacere a tutti quindi l'unica strada da fare è quella di fare ciò che CI PIACE poi se qualcuno ti segue e apprezza ben venga.

    RispondiElimina
  77. Cara Sara, ho scoperto il tuo blog poco dopo che lo hai aperto ed in questi anni ti ho sempre seguito fedelmente, anche se non ti ho mai lasciato un messaggio.
    Leggere le tue pagine (purtroppo sempre di nascosto e di fretta) è la prima cosa che faccio quando la mattina arrivo in ufficio e mi mette di buon umore, predisponendomi favorevolmente ad una giornata noiosa e faticosa.
    Quando è possibile, lo faccio leggere anche al mio compagno, che ha imparato così ad apprezzare lo shabby style.
    Forse nemmeno io condivido in pieno tutte le tue scelte, ma il blog è tuo e credo che tu sia libera di postarci ciò che vuoi.
    Magari un giorno, quando avrò finito, ti manderò anch'io le foto della mia casetta che sto sistemando in perfetto stile shabby.
    Per ora ti dico di continuare così, di scrivere tutto ciò che senti sia giusto scrivere e di non lasciarti influenzare, anzi lasciando trasparire tutto il tuo stile, che è la cosa che rende speciale il tuo blog.

    RispondiElimina
  78. beh..dunque..sarò ermetica.. ma..

    se il blog è un raggio di te.. lascia che lo sia.


    :-)

    RispondiElimina
  79. Cara Sarah, ho letto i commenti di ieri ma non di oggi. Condivido il tuo pensiero, non per volerti dar ragione a tutti i costi, ma perchè con gli stessi sentimenti ho aperto anche il mio blog. La cosa che mi appassiona di più in questo mondo virtuale è che mi dà modo di scoprire tutti i giorni cose nuove che, purtroppo, chiusa in un negozio a Cattolica, non ho modo di vedere. Viaggio, leggo, incontro tante persone, ma internet è una bellissima vetrina. Se poi ci sono giorni che i post che pubblichi non mi interessano particolarmente, quello è un problema mio, non tuo e penso che così sia per i miei lettori. Io amo l'idea del blog "salotto" come il tuo, che porta una ventata di leggerezza nella mia giornata. Di cose impegnative, serie e pesanti ne ho già a sufficienza a casa.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  80. Arrivo un po' tardi ma dico la mia.
    Da pochi mesi ho un blog e l'ho creato per condividere le mie passioni e vedere cosa ne pensano gli altri. Ognuno, secondo me, ha il diritto di gestire il proprio blog (che poi è anche il proprio mondo) nel modo che preferisce; è libero di cambiarlo come, quando e quante volte vuole. Credo poi che tutte le persone che hanno una passione, indipendentemente dal fatto che abbiano un blog o meno, aspirino a farne la propria professione e questo non è criticabile. Per quanto riguarda la tua famiglia hai già risposto perfettamente tu, è la tua famiglia e ne "fai" quello che vuoi, trovo comunque che tu ne "faccia un uso" moderato e di semplice condivisione amichevole. Mi complimento per il garbo con cui hai affrontato questa "discussione"!

    RispondiElimina
  81. Cara Sarah, ieri ti ho lasciato un commento velocissimo perchè era una di quelle giornate che tolgono il respiro. Mille cose da fare e zero tempo per fare quelle che mi piace veramente fare. Una di queste è sicuramente passare dal tuo blog. Ti leggo praticamente da sempre e ho apprezzato i cambiamenti e le evoluzioni che hai man mano dato al tuo spazio virtuale. Grazie a te ho capito quale stile di arredamento volevo per la mia casa e grazie a te (e ad altre blogger eccezionali fra cui la fantastica Irene) ho migliorato il mio gusto e anche un po' la qualità della mia vita. Grazie a te ho deciso qualche mese fa di aprire un mio piccolo blog di cucina che è l'altra grande passione delle mia vita. Ma ti assicuro che non ti avrei più seguito se il tuo blog avesse smesso di essere anche un diario personale per diventare una sterile pubblicazione di arredamento. Per quello ci sono riviste, libri o siti specializzati. Un blog è un'altra cosa e l'ho capito veramente solo dopo aver aperto il mio. E' una finestra sul mondo, uno spazio dove si chiacchiera e ci si racconta un po'. Sono così tutti i blog che seguo, le considero le case virtuali di amici con cui condivido pezzetti della mia e della loro vita. Certo, Anita ha fatto benissimo ad esprimere la sua opinione, ci mancherebbe. L'unica cosa che le critico è di averlo fatto (spero mi perdonerai Anita) con un tocco di presunzione. Leggendo il suo primo commento (e un po' anche gli altri) ho avuto l'impressione che sia "salita un po' in cattedra". Dire che la rubrica "le vostre case" vada eliminata mi è sembrato eccessivo: sinceramente un conto è esprimere un'opinione e un'altro è dire categoricamente "eliminala". Anche se non sono perfette, queste case sono piene della personalità di chi le abita e possono dare spunti più accessibili a noi comuni mortali rispetto alle patinate riviste di arredamento. E poi se un post non ci piace possiamo sempre non leggerlo, o no?
    Per quello che riguarda i commenti "da brivido e sdolcinati"...ma perchè? E' bello per chi ha un blog leggere anche un semplice "ciao" segno che chi è passato ha voluto lasciarci un segno della sua presenza.
    Per le foto delle tue bimbe... è assolutamente una tua scelta. Faccio però presente che nel web ci sono migliaia di blog che sono dei diari di famiglia e che pubblicano le foto dei bimbi. Non è certo non pubblicandole che teniamo al sicuro i nostri figli. Certo, chi guarda le foto potrebbe essere una persona spregevole ma anche chi li incrocia per strada, a scuola, in palestra... dovremmo forse mandarli in giro incappucciati? Penso che ogni genitore sappia esattamente come comportarsi per tutelare i propri figli. Scusami Sarah se sono stata prolissa. Il succo del mio lungo discorso è: resta come sei. Sono affezionata a te, ma anche a Gigi e alla tue nanette e alla tua mamma che ama la cucina come me.
    Anna

    RispondiElimina
  82. Ciao Sarah,
    non ho letto attentamente tutta la storia, ma per sommi capi ho capito cosa è accaduto ieri. Credo che tu non debba riflettere, ma AFFERMARE, NESSUNO PUò PERMETTERSI DI DIRTI CHI DEVI ESSERE, COSA SCRIVERE, COSA PENSARE O COSA INSERIRE NEL TUO BLOG. Il blog è chi scegli di essere nella rete, con le tue passioni, le tue emozioni, i tuoi affetti, è il tuo mondo. Anche a me qualche blogger ha mosso critiche per alcune foto di mie creazioni apparse su una rivista, sono stata additata come quella che dà tutto "gratis", perchè le riviste pubblicano cose di blogger poco interessanti, ma a me non me ne importa nulla, sono sicura che commenti simili vengano da persone sterili, invidiose e povere di emozioni.
    Se tu cara Sarah, scegli di postare marchi o pubblicità di aziende guadagnandoci, benvenga, anzi, magari lo proponessero anche a me detto senza alcuna invidia, ma con pieno sostegno di quello che tu vuoi che il tuo blog sia. Sono una persona che dice quello che pensa, e detto francamente vedo continuamente blog "omologati", stessi colori, stesso design, pur di fare tendenza tra i blog più visitati. Credo che chi ha da dare idee, sensazioni, umanità, in poche parole se stessi con sincerità, non debba temere commenti negativi, anzi, continua così cara Sarah, magari ce ne fossero di più di persone vere. Sono con te!!!!
    baci
    Anto

    RispondiElimina
  83. Ciao Sara, quanti post....
    ti ho conoisciuta ad un corso shabby nel luglio 2010, questo blog ti rappresenta in pieno, sei tu fatta blog, a me e' questo che piace:
    -le foto raffinate che posti
    -i tuoi umori e tue emozioni
    -la tua famiglia
    -la "casa lotta"
    -la tua generosità nel mostrare le case
    -gli spunti per riflettere
    Grazie sei un blog-amica
    ciao Emanuela

    RispondiElimina
  84. Non so da dove cominciare....anche perchè è un argomento che mi appassiona! Sono una neofita di internet e da circa un anno visito vari blog (tra cui il tuo) come appassionata di arredamento, natura, animali ecc. Condivido i concetti esposti da Anita,da cui traspaiono maturità ed esperienza, e che dovrebbero assere accettati con serietà. Non condivido chi asserisce che siano dettati da una sorta di invidia... Io ho un'amica che da un po' di tempo ha aperto un blog molto seguito: secondo me ha come "perso la testa", i suoi rapporti ormai sono solo tramite fb o il blog o al massimo messaggi, non esiste più il rapporto diretto, scrive sul blog a tutte le ore del giorno e della notte! Anche io ho notato che i commenti che le fanno sono tutti sdolcinati, omologati, usano addirittura le stesse parole. Il commento è inteso solo come complimento. Ciò che traspare è tutto virtuale:anche quando pubblica le foto della sua casa di continuo, per quanto bella, nella realtà non è così. Ecco questo è il rischio per tutti: mostrarsi per quello che non si è.

    RispondiElimina
  85. dunque non prendetemi per cattiva o cinica ma non capisco il bisogno di attirare attenzione su dei falsi problemi: i figli se vuoi li fai vedere altrimenti fai come altri e li fotografi da dietro o sfocati, per quanto riguarda il lato economico beh mi sembra chiaro ke se non ci mettessi il tuo tocco di personalità calerebbero a picco le visite
    senti io taglio corto perchè tra poco il lexotan ke ho preso farà effetto e...ciao...grande catalessi: tieni così stò blog ke seguo da 2 anni cioè da quando è mancata mia madre (48 anni e 5 a lottare contro il cancro) da quel giorno è andato tutto in malora (mio marito ha perso il lavoro ed è tuttora cassintegrato) il tuo blog è l'unico ke continuo a seguire perkè dai l'impressione di essere una persona vera e reale, sei i miei 5 minuti di cielo azzurro in tutte le mie 24 ore infernali....qua cambiano tutti x profitto o per sembrare perfetti
    stai così ke 6 forte...anke io avevo tanti sogni...continua a farmeli vedere in questo scorcio di mondo telematico continua per non farmi smettere di sognare
    fammi credere che non tutti hanno come scopo il denaro, non vorrei più leggere post su questi argomenti che sono dei non problemi
    sono giovane ho 3o annni 2 bimbe... avevo una famiglia meravigliosa tipo "i robinson"...avevo tanti tanti sogni...oggi sono 5 minuti di cielo azzurro...il tuo Sarah

    RispondiElimina
  86. Sara, scusa nell'ultimo commento non mi sono firmata per mancaza di spazio. Sono Sonia. Vorrei continuare: riguardo alla questione della pubblicazione delle case delle lettrici è un falso problema: ci sono case più belle, altre meno, sta a te valutare...Concludendo, come semplice lettrice, da un blog vorrei: originalità nelle foto e negli argomenti, discussioni da cui scaturiscano consigli,scelta e scambio di siti specializzati e indirizzi per corsi ecc.

    RispondiElimina
  87. Ciao! Magari ripeterò cose già dette, ma non ho tempo di leggere i commenti. Io ti ho conosciuta (ho fatto il corso a Ge) e penso anch'io che tra blog e corsi potresti diventare il punto di riferimento per lo shabby italiano. Io, personalmente, non toglierei spazio ai post sulla tua famiglia etc, sono quelli che fanno sentire qs blog "umano" e non una rivista di arredamento. Eliminerei la rubrica delle case, perchè alcune sono veramente orribili, ma la trasformerei ad esempio in "i vostri dettagli da copiare" e pubblicherei solo la foto di qcosa della casa fatto a mano dalla padrona di casa che magari poi ci spiega il procedimento. E sì, darei maggior spazio a libri e tecniche, ma questo è il mio gusto personale. Cmq sei bravissima :-) e io non sono tipo da commenti sdolcinati.
    Un bacio, la tua coetanea precisa.
    Roberta

    RispondiElimina
  88. Sono una profana del web, però proverò ad aiutarti riflettendo sui motivi per i quali ogni giorno cerco di "entrare" nel "tuo mondo" attraverso il tuo "blog".
    1) alla disperata e continua ricerca di quel qualcosa in più che dia un senso alla vita (paroloni!!!) ogni volta che leggo il tuo blog mi rendo conto che è la "normalità", di cui tu cerchi di raccontare tutti i giorni, ad essere "invidiabile"...mi piace ciò che racconti e mi rendo conto che è accessibile a tutti noi...a volte diamo per scontata la quotidianità, tu la rendi più..."poetica" o, in alternativa, se non idilliaca, la vesti di un velo di "ironia".
    2) Mi piace "sbirciare" nelle case altrui. Nelle case vere però. Magari sono meno belle, fotografate in maniera pessima, ma esprimono personalità, passione, amore...e sono più raggiungibili, da tutti, anche da me!
    3) Le persone perfette non piacciono a nessuno...e tu non hai mai avuto paura nel rendere pubbliche le tue debolezze. Sembra assurdo, ma credo che le persone di amino più per quelle che per tutte le tue doti!!

    SArah a me il tuo blog piace così com'è, ed è per quello che passo da qui ogni mattina.
    Hai un seguito incredibile, e lo dicono i numeri dei commenti e dei "passaggi".
    ..mi sembra che ti diverti...
    ..daltronde, è normale che il blog possa non piacere a tutti, non esiste cosa che piaccia a tutti...ed è normale che coloro a cui non piace non lascino il loro commento...sarebbe malato...è più normale che, silenziosamente, non aprano più il blog.

    Secondo me sei sulla strada giusta.

    Chiara

    RispondiElimina
  89. carissima sara, ti seguo ogni giorno!!! sei una persona dolcissima e il tuo blog è bello così com'è!!! è familiare e credo che per le lettrici fedeli tu sia ormai di "casa"!! a proposito la sezione "le vostre case" è un luogo di confronto e d'ispirazione per tutte noi, nel bene e nel male!!! sentiti libera di gestirlo come meglio credi e se a qualcuno non piace può sempre cambiare... ti auguro tutto il bene possibile perchè l'energia che traspare dalle tue passioni è positiva per tutti coloro che ti seguono con tanto affetto!! un bacione e al prossimo post!!!

    RispondiElimina
  90. Chiedo scusa ma mi scappa di aggiungere una cosa e non resisto! Voglio dire a Sarah che è apprezzabile questa sorta di referendum, significa un interesse sincero nel comunicare con chi legge e segue il blog, il desiderio di "accontentare" un po' tutti in maniera sempre gentile ed estremamente educata... Ma mi chiedo: se affermassi in maniera spocchiosa che:
    1) non mi interessa se il 1 aprile è stato il compleanno di mamma ma volevo sapere dove facevano un corso di tecnica shabby quel giorno
    2) trovo lo sfondo a fiorellini rosa eccessivamente sdolcinato e romantico, lo vorrei tortora a strisce panna
    3)non metterei mai uno di quei vestitini neanche dietro pagamento
    COSA C'E' DI COSTRUTTIVO?
    Sarebbe il caso di fare un altro sondaggio?
    O potrebbe solo offendere e far esclamare: "caspita a mio gusto è tutto perfetto così - cosa vuoi da me??!"
    Spiegato in maniera cruda e terra-terra per confermarti, dolce Sarah, quanto già scritto in tutte le salse precedentemente, che non dovresti assolutamente farti influenzare da chi non ha i tuoi stessi canoni di gusto. Tutto ciò che fai è quello che sei ed è per questo che piaci tanto alle persone che ti seguono numerose e ti leggono tutti i giorni (frase scontata - vero!). Non si può piacere in tutto e per tutto a chiunque, se devi cambiare qualcosa è solo perchè lo desidera il tuo spirito (un po' come quando si spostano i mobili in salotto e sembra di aver dato una svolta all'umanità) ma certamente non perchè te lo chiede qualcuno.
    Dovevo scegliere le piastrelle per il bagno, mi restava solo più chiedere consiglio alla regina Elisabetta e poi avevo disquisito con tutti, uno meglio bianche piccole, l'altro meglio blu grandi.. indovina? ho comprato quelle che avevo scelto con l'amore a prima vista!
    Finito. Grazie!
    Francesca

    RispondiElimina
  91. Colgo al balzo il commento dell’anonima che ha scritto circa il concetto che sui blog ci si mostra per quello che non si è.
    Capisco subito che è una neofita su internet ma la voglio rassicurare subito sul fatto che non è l’unica ad esserlo. Il mondo di internet è fantastico, basta nascondersi dietro nick “sfarzosi” per togliersi qualche sfizio personale oppure a volte nascondersi dietro “l’anonimo” per dire quello che in situazioni reali e tangibili non si sarebbe in grado di dire.
    Ma il bello è che per quanto vasto, internet racchiude in sè esattamente quello che nella realtà siamo, quello di cui nella vita reale ci circondiamo...
    Ognuno di noi nella vita ha degli interessi particolari e il blog non è altro che un luogo dove si può (virtualmente) stare insieme agli altri e dove in genere si può esprimere liberamente la propria opinione. Quasi una sorta di diario personale. Ciascuno vi scrive, in tempo reale, le proprie idee e riflessioni.
    Come in tutte le cose della vita, ritengo sbagliatissimo il non avere equilibrio. Come si dice da queste parti, il troppo storpia. Avere un blog seguito da molti utenti comporta un certo impegno nel mantenerlo aggiornato e vi assicuro che avere sempre nuovi contenuti non è semplice…ecco perché capisco perfettamente chi a volte si discosta da un tema per scrivere semplici riflessioni su quello che gli gira per la mente in quell’esatto momento.
    Il fatto che alcuni tue lettrici abbiano avuto concretamente delle soddisfazioni personali comparendo addirittura sui giornali di settore (casa romantica) la dice lunga sul fantastico lavoro che svolgi su questo blog. (Anche perché il fatto che siano state pubblicate dalla rivista dimostra che effettivamente valevano!!)
    Il blog è il diario personale di ognuno di noi, non c’è da accanirsi né da giudicare il fatto che a volte sia i post che i commenti siano semplici e/o di circostanza…se guardate su facebook c’è molto, ma molto di peggio!!!
    C’è chi pur di attirare l’attenzione a se, pubblica foto ridicole credendosi icone di stile e da gente che non può fare a meno di comunicare alla sua community cosa sta facendo ora per ora…
    Concludo dicendo che su internet come nella vita, bisognerebbe prendere le cose con leggerezza, seguite le vostre aspirazioni, ma senza esagerare.
    Cara Sarah, chiudi complimentandomi con te per il fantastico lavoro che hai fatto in tutto questo tempo (per forza di cose ti seguo anche se sono un’uomo) e ricordando a chi a volte non trova ispirazione nei tuoi post che può impiegare il suo tempo a “cercare” di crearne uno che rispecchi le sue aspettative!
    Un grande in bocca al lupo a tutte!

    Filippo Noce

    RispondiElimina
  92. Sarah....la mattina quando arrivo in ufficio e accendo il pc inevitabilmente, ormai è una tappa fissa (potendolo fare perchè lavoro da sola), passeggio nel tuo blog per curiosità, per ispirazione, per sognare, per il piacere di mantenere un contatto virtuale con te (non ci conosciamo di persona, ma ho avuto il piacere di sentirti al telefono quando ti ho ordinato il kit di erbe aromatiche). Sei una ragazza ricca di sentimenti e dall'animo gentile (è quello che trasmetti nel tuo blog).
    Ho letto lo "sfogo".
    Mi limito a dire che ti ringrazio per tutto quello che tu decidi di condividere con noi, e mi riferisco anche alla tua famiglia. Io spero che la tua passione non diventi necessariamente un business perderebbe molte sfumature.
    Ciao

    RispondiElimina
  93. CIAO,SARAH FORSE SONO UN PO' IN RITARDO,MA VOGLIO SCRIVERTI UGUALMENTE LA MIA OPINIONE,NON HO LETTO TUTTI I COMMENTI E PROBABILMENTE QUALCUNO POTREBBE AVER SCRITTO LA STESSA COSA,MA E' UGUALE!COMUNQUE TORNANDO A NOI,SEGUO IL TUO BLOG QUASI OGNI GIORNO DA QUANDO L'HO SCOPERTO,BELLISSIMO...ENERGICO.....TERAPEUTICO....MA FORSE PER QUANTO RIGUARDA ME MI PIACEREBBE METTERE A FRUTTO CONSIGLI CHE TU POTRESTI DARE,SI LOSO CHE HAI GIA' DETTO CHE NON TI SEMBRA CARINO PER CHI FREQUENTA I CORSI, MA BASTEREBBE DARE DELLE DRITTE SUI COLORI GIUSTI, GLI ACCOSTAMENTI IRRINUNCIABILI,QUELLO CHE SI PUO' ACQUISTARE O MENO ,GLI ERRORI DA EVITARE, PER QUESTO STILE CHE A MIO AVVISO E' MOLTO DIFFICILE RICREARE.
    PER QUANTO RIGUARDA LE TUE BIMBE,SICURAMENTE SAI TU QUELLO CHE SCRIVERE E FINO A CHE PUNTO,PER PROTEGGERLE!qUINDI UN CARO SALUTO E....SU COL MORALE!!!

    RispondiElimina
  94. in merito a questo argomento ri-scrivo una parte di quanto scritto poco tempo fa ad un'altra ragazza che ha un blog....

    .... "nn ti conosco ma il solo vedere il tuo blog, come quello di sarah e delle altre ragazze cn cui vi incontrate, mi fa star bene...

    Si tu dirai...ma come? Si è così...sono luoghi di incontro “puliti”, calmi...lontani dallo stress e dalle brutture che incombono nel mondo...."

    Ora mi domando se bisogna far diventare tutto un business, tutto preciso...tutto di nuovo ...LAVORO...e soprattutto chi scrive certi commenti ha proprio così voglia di discutere anche in questo luogo di tranquillità...ma dico io nn si discute già abbastanza nelle vita di tutti giorni...ma anche su un blog bisogna farlo???

    il blog lo vedo quasi come un "diario nn segreto" ...un diario aperto a tutti ...e quindi ci scrivo un po' quello che voglio
    ...se a qualcuno nn piace ciò che scrivo prende a va da un'altra parte....

    questo è quel che penso per quanto concerne il contenuto del blog...

    per quanto riguarda la vita personale e figli di sarah...nn vedo che cosa abbia scritto di così privato....ha pubblicato qualche foto e scritto qualcosa ma è liberissima di farlo

    tutto ciò per dire....MA DEVE DIVENTARE TUTTO UN PROBLEMA"...si sta così bene a leggere il blog di sara (e delle sue amiche tipo irene e altre)... mi ripeterò ma sono "diari" così sereni, puliti, rilassanti...

    nel mondo ci sono le guerre, la pedofilia, le persone che attraversano mari per scappare dai propri paesi....famiglie che si distruggono...lavoro...fatica....

    ma se c'è una piccola oasi di pace (il blog) perchè doverla ...inquinare...

    ciao sara scusa se mi sono dilungata ma ho sentito di fare questo commento con tutto il cuore....un abbraccio

    teresa (tua corsista di luglio)

    RispondiElimina
  95. Ciao Sarah
    è da poco tempo che mi capita di guardare vari blog, sinceramente visito più quelli dediti alla cucina, pochi minuti e mai tutti i giorni, non avendo il computer a casa, lo faccio qualche volta nella pausa caffè dall’ufficio.
    I blog destano curiosità all’inizio, se poi son ben fatti uno torna ben volentieri a guardarli ma, come tutte le cose virtuali nascondono il loro lato oscuro o negativo, uno tra questi sono i messaggi o commenti lasciati dagli ANONIMI, quelli proprio non li sopporto, è vero che uno potrebbe registrarsi sotto falso nome, dare generalità false, tutti direte, siamo in un paese libero, vige la privacy , chi ci garantisce che il tuo nome sia Carmelinda bla bla bla?????? Non ho creato io il sistema, anzi sono stata stupida a scrivere con il mio nome o no???
    Secondo me dovrebbe esserci una sorta di controllo, se qualcuno ha da dire qualcosa deve lasciare le proprie generalità così come si fa quando si contrae un contratto.
    Dico questo perché è più facile sparare cazzate restando anonimi, nel 99% dei casi se dice d’esser un uomo tranquilli è una donna, e viceversa, l’anonimo per me è sinonimo di stupido e si sa la madre degli stupidi è sempre incinta.
    Un saluto a tutti quelli che non hanno bisogno di nascondersi dietro all’anonimato, Sarah il tuo blog è ben fatto come altri di alcune tue sostenitrici che conosco personalmente buon week end a tutte.

    RispondiElimina
  96. Io non conosco di persona Sarah, credo che non faccia niente di male a scrivere e a far vedere quello che vuole, quello a cui ci tiene.
    Invece di gente come Anita è pieno il mondo, con la scusa della libertà di parola abbiamo tutti il diritto a criticare "costruttivamente", beh allora io dico, Cara anita, se proprio non ti va quello che vedi e leggi, gira pagina, visita altri siti, ma lascia perdere le persone e i sui sogni non hanno bisogno delle tue "critiche costruttive".
    Vivi e lascia vivere.
    Me ne frego delle foto scattate male, a me piaciono!! penso a chi in quel momento lo faceva con un sorriso e con la voglia matta di farli vedere per il semplice motivo di condividere e non si farsi vedere.
    E adesso basta, Hai avuto i tuoi 5 minuti di gloria, usa le tue energie per migliorare te stessa e quello che ti circonda, sorridi, la vita non è poi cosi ordinata e rigida!!!
    Le critiche e gli sfoghi non sono sempre costruttivi.

    Buona giornata ragazze.

    Ady

    RispondiElimina

Flickr Images