The winner is...

The winner is... Cara Paola, non ho la tua e-mail per poterti contattare, perci...


The winner is...


Cara Paola, non ho la tua e-mail per poterti contattare, perciò ti chiedo di scrivermi tu! Eravate veramente in tantissimi, ho dovuto cancellare qualche doppio commento e poi fare l'estrazione. La fortunella Paola è la vincitrice del quadretto con la farfalla. Ringrazio tutti per aver partecipato così numerosi, per me è un grandissimo onore ricevere i vostri commenti. 

Cosa avete fatto ieri? Proprio ieri è stato l'anniversario dell'Unità d'Italia e molti saranno stati in festa. Qui a Genova ha piovuto tutto il giorno e la mia idea di prendere un pò di aria con le nanette è andata in fumo. Così ne ho approfittato per lavorare un pò e per fare le "grissin-bacchette magiche" con Beatrice. Un giorno vi darò la ricetta. Il pomeriggio è volato in un battibaleno e quando verso sera è tornato a casa Gigi dalla "cala lotta", l'unica cosa che si è sentito di fare (povero lui) è stato quello di accendere la televisione. Non l'avesse mai fatto. L'inizio del programma "Anno Zero", ma ha zittita per tutta la serata. Sì è parlato dell'emergenza Giappone, di questo cavolo di reattore n°3, del mox, del plutonio...insomma, mi sono sentita piccola piccola, persa e senza più un futuro certo davanti. Non mi metterò a discutere adesso, è vero che è la realtà e da questa e non si scappa, ma mi piacerebbe che questo blog, trasmettesse positività. Non vorrei sembrare una persona che si nasconde dietro ad un dito, perché in privato lotterò con tutta me stessa per non fare tornare il nucleare in Italia. Andrò a votare al referendum e se ci sarà da andare in piazza, sarò lì, a proteggere il futuro dei miei figli, dei nostri figli, perché è di questo che si sta parlando. 

Purtroppo non so se questo basterà. Non credo in Dio, ma ieri sera per la prima volta, ho pregato che qualcuno compi un miracolo; per tutti gli abitanti del Giappone, per il resto del mondo e per quelle persone che non si rendono conto, che continuando a "fregare" non si va da nessuna parte. Mi auguro che qualcosa cambi e che non solo gli innocenti e la povera gente, ci vada di mezzo, ignara di quello che gli accade attorno. Vorrei poter dare una scrollata di spalle a chi può fare veramente qualcosa, vorrei anch'io poter fare qualcosa, piuttosto che sentirmi inerme e guardare negli occhi delle mie bambine con un punto interrogativo che chiede: "Cosa posso offrirgli?", "Che futuro gli garantisco?". E piangere lacrime salate perché davanti a queste domande nessuno mi può rispondere. 

Cambiando totalmente argomento, vorrei regalarvi qualche bella ispirazione. Lo so che è difficile (più che difficile, impossibile), ma spero che queste foto vi facciano per un attimo dimenticare le sciagure che in questi giorni hanno colpito tante persone. Il mio pensiero va a coloro che hanno perso figli, parenti, case, lavoro e che veramente non hanno più un futuro ed un paese in cui vivere. Perdonate lo sfogo, ci vediamo lunedì. 


Ti potrebbero anche interessare:

17 commenti

  1. Cara Sarah, cercherò di non fare tardi al lavoro, ma sono spinta a risponderti dopo averti mandato anche la mail e aver letto tutto questo. Ti voglio dire che tu fai moltissimo e non ti devi sentire piccola piccola perche anche se in una forma diversa dai tanta speranza nella vita di tante persone, illumini le giornate con la tua freschezza di parole,i tuoi colori e la tua voglia di andare avanti. Io personalmente ti ringrazio! E speriamo per tutti noi che quel miracolo avvenga!!

    RispondiElimina
  2. La penso esattamente come te, e mi domando se tutto questo è successo in una nazione dove in qualche modo vige ancora la legge del Samurai,dove sin da bambini viene insegnato che il tuo scopo nella vita è quello di proteggere chi ti sta affianco...ebbene mi domando cosa accadrebbe in Italia se dovessero costruire queste maledette centrali.Purtroppo da noi vince l'arrivismo è l'interesse personale,la cronaca e i tribunali sono pieni di casi del genere, dove pur di incassarere soldi si costruisce al risparmio e chi dovrebbe controllare sarebbe ben felice di girarsi dall'altro lato pur di incassare la sua bella tangente. Io al contrario di te credo fermamente in Dio, ma queste sono cose degli uomini e lui ci ha donato il libero arbitrio. Grazie ...grazie per tante piccole cose che fai per noi tutti i giorni senza accorgertene con il tuo blog allevi molto spesso le brutture di questa vita.Un abbraccio forte forte. Gilda

    RispondiElimina
  3. Non ci sono parole davanti a queste tragedie, solo l'attonito silenzio di chi non sa capire.
    Io ero sfavorevole al nucleare ed ora di più. Il paese che NON ha ancora ultimato la Salerno-Reggio, dove una fermata di metropolitana si costruisce in 15 anni, dove il personale interesse/guadagno viene prima di quello dell'intera nazione non può essere un paese in grado d gestire una forza così potente come il nucleare. Ho fiducia nel mio paese ma non negli uomini che la governano. Detto ciò...passa una bella giornata e coccola le bimbe, un abbraccio Rosanna

    RispondiElimina
  4. come tutti adoro i fiori, ma soprattutto i gerani, quelli delle foto, il fiore dei nostri balconi, in un semplicissimo e povero vaso di terracotta, ci parla della primavera, dell'amore per le nostre case che poi si traduce in dedizione e cura per le nostre famiglie, pe le nostre vite fatte di cose belle pulite ariose.
    Loro non conoscono questo, sono aridi, poveri di spirito, di emozioni, di brividi, di amore.
    Per questo li temo e ho tanta paura per i miei figli, per i miei progetti e ora ancora di più.
    Domani vado a comprare dei gerani bianchi sono bellissimi.
    buon fine settimana a tutti e che un Dio ci aiuti.
    sabina

    RispondiElimina
  5. Votiamo tutti si al referendum e speriamo che questo basti per fermare una tecnologia pericolosa e difficile da gestire.Condivido le tue paure, spero, non so in cosa,ma spero in un futuro.
    Un bacio e buon w-e.

    RispondiElimina
  6. Votiamo tutti si al referendum e speriamo che questo basti per fermare una tecnologia pericolosa e difficile da gestire.Condivido le tue paure, spero, non so in cosa,ma spero in un futuro.
    Un bacio e buon w-e.

    RispondiElimina
  7. ciao Sarah,
    Quello che hai scritto oggi, le tue sensazioni, le tue paure,le tue preoccupazioni per il futuro delle tue bimbe sono anche le mie. Sono mamma anch'io, di due maschietti, sono sempre stata molto sensibile al problema ambiente, ma da quando sono diventata mamma lo sono ancora di più: mi sento responsabile di dare loro un ambiente migliore e a tal proposito sono molto pignola per quanto riguarda la raccolta differenziata , controllo il consumo di elettricità, acquisto prodotti bio (che salasso!!!) e a "km zero" ecc.., insomma nel mio piccolo mi dò da fare, e poi? e poi ci ritroviamo ad avere paura di una nube tossica che si protrebbe sprigionare a chilometri e chilometri di distanza d anoi. ti giuro che in questi giorni mi sento strana, ho il magone e quando guardo i miei bimbi penso "ma in che mondo costruiranno il loro futuro?" Sono disgustata da questi potenti che governano solo per il denaro e non pensano a noi poveri cittadini (ma io dico, non hanno anche loro dei figli, dei nipoti ?) , ma anche dai tanti cittadini che di tutto ciò che riguarda l'ambiente se ne fregano completamente. Mi domando spesso dove andremo finire, e a volte ho paura!!!
    Scusami se mi sono sfogata con te, ma ho sentito che le tue paure sono anche le mie e sentivo il bisogno di dirtelo.
    E' ora che ci diamo da fare, ci dobbiamo fare sentire, URLARE se necessario, ma non solo quando siamo a rischio di una catastrofe!
    Un abbraccio
    Erica

    RispondiElimina
  8. Sarah,sono daccordo con te. e sono arrabbiatissima con chi ci governa.andrò al referendum, voterò contro il nucleare ma so già che hanno vinto loro perchè purtroppo ,se non facciamo noi le centrali, ne siamo attorniate.bisognerebbe cambiare la mentalità di tutti."Il popolo è sovrano" è una frase alla quale non credo più....e mi rattristisco per mio figlio non per me! e poi i politici ci parlano di reattori di quarta generazione così tutti ci credono. ma non se ne parlerà che nel 2040.dunque niente centrali all'avanguardia.ci dicono che l'85% della nostra energia dipende dagli altri paesi .ma porca miseria, noi siamo il paese del sole e del vento....ma potrei continuare all'infinito e non voglio tediarvi.io voglio essere a posto con la coscienza, voterò NO! un bacio
    simona
    http://nonsoloshabby.blogspot.com/

    RispondiElimina
  9. Sarah,

    sono assolutamente d'accordo con te , no al nucleare , questo è sicuro !
    In silenzio e dentro di me sono vicina e sostengo tutta la popolazione del giappone colpita da questa sciagura , la natura ci sta dando dei segnali ben chiari .
    Spero che con la stessa dignità dimostrata nei filmati che abbiamo visto tutti alla tv sappiano andare avanti ed uscire da questa catastrofe .
    Non so bene se credere in qualcosa , ma spero tanto che possano riprendersi e trovare pace per i cari persi .
    Un pensiero che voli fino a loro ...

    RispondiElimina
  10. Ciao Sarah hai ragione ad avere paura, anche perche'queste cose si sa dove iniziano ma non dove vanno a finire, i danni poi si vedono, la natura e' sconquassata da tutti questi atti vandalici contro di lei, a pagare poi siamo tutti, cque speriamo si riesca a far qualcosa, le tue foto sono bellissime grazie, bellissima la cucina cosi' con il tavolone, .la boiserie, perfetta.) ciao bacioni a presto rosa buon pomeriggio

    RispondiElimina
  11. Ciao Sarah,
    sono e rimango contraria al nucleare.
    Il presidente Zaia ha detto no per la sua regione, Lombardo il governatore della Sicilia pure. Allora mi domando, dove sorgeranno queste centrali visto che nessuno li vuole e il governo è pure in difficoltà
    Per il bene delle future generazioni andrò a votare..
    Fermiamo il nucleare.
    A presto DonatellaM

    RispondiElimina
  12. Grazie per la riflessione...fermiamo il nucleare, per il referendum andiamo tutti a votare Si.
    Ciao
    nunzia

    RispondiElimina
  13. Ciao Sarah,è da un pò che seguo il tuo blog ma solo ora mi sono decisa a lasciare un commento...il tuo blog è troppo bello,ogni giorno faccio sempre una capatina perchè è pieno di cose bellissime...non ti nascondo che mi è stato molto utile sia per sollevare il mio umore in molte giornate no,sia perchè ho trovato molti spunti visto che io e il mio ragazzo stiamo ristrutturando casa...per il nucleare ti capisco e credo come te che se sarà necessario bisognerà opporsi in qualsiasi modo e non solo con il referendum...cmq vedremo...ti saluto a presto

    RispondiElimina
  14. Un bacio, tesoro mio.
    Lo so che non credi in Dio.
    Ma io sì. E lo prego per tutti... ...anche per te e per la tua meravigliosa famiglia.

    Un abbraccio grande *

    Maddy

    RispondiElimina
  15. Concordo con il tuo pensiero, e mi sembra che siamo in parecchie.
    Un abbraccio forte
    Fabri

    RispondiElimina
  16. Ciao Sarah! sono rosy...è la prima volta che ti srivo dopo essermi iscritta alla tua lovely friends.. ti faccio i complimenti che non sono scontati per il tuo blog delicatissimo.IO sto lavorando al mio blog neonato e mi piacerebbe il tuo stile.Devo dirti che l'emergenza Giappone fa male a tutti ed il nucleare fa paura!!!
    Possiamo si un pò pregare ma guardare i nostri figli e sognare per loro un futuro migliore...grazie per le immagini floreali che fanno sempre bene!1 un abbraccio Rosy!

    RispondiElimina

Flickr Images