A casa di Antonietta

Buongiorno a tutti e buon lunedì. Passato un sereno week end? Gigi ed io abbiamo lavorato s...


Buongiorno a tutti e buon lunedì. Passato un sereno week end? Gigi ed io abbiamo lavorato sia Sabato che Domenica. Lui alla "cala lotta" ed io a casina. Vorrei che il fine settimana durasse almeno 72 ore, non mi bastano mai due giorni, né per riposare, né per terminare un lavoro. Ieri sera, giusto prima di andare a dormire, ho fatto a piantina, tutto l'impianto elettrico della casa. Ho cercato la simbologia corretta per segnare una presa piuttosto che un interruttore, ma non ho ben capito se il punto luce, viene conteggiato, ogni singolo frutto, oppure la scatola intera che contiene uno, due o tre interruttori o prese. Nel caso fosse la seconda ipotesi, credo che dovrò mettermi in testa seriamente di vincere al Super Enalotto. Le nostre conversazioni di ieri sera intorno alle 21.00:

  • Io: Questa presa la segno qua?
  • Gigi: Dove vuoi non importa.
  • Io: E se poi mi viene in mente di metterci una lampada?
  • Gigi: Allora mettine una anche qua.
  • Io: La presa n°4 comanda questo e questo, e posso spegnere la luce principale anche da letto.
  • Gigi: La presa, quale presa?
  • Io: L'interruttore scusa...e che cavolo!
  • Gigi: Ma perché non mettiamo un punto luce anche qui?
  • Io: Perché lì voglio mettere due quadretti.
  • Gigi: ?
  • Io: E' inutile che mi guardi così, cambia punto.

Questa è stata la nostra conversazione tipo, per circa due ore. Io che cercavo di immaginarmi il quadro completo della situazione (cioè quadri appesi, tende e quant'altro tutto al loro posto) e lui che faceva il tecnico della situazione, parlando come un elettricista in pensione e facendomi saltare i nervi ogni due per tre. A parte gli scherzi, è vero che uomini e donne riescono a guardare la stessa cosa da diverse (diverse = opposte) angolature, ma alla fine abbiamo fatto un ottimo lavoro di squadra. Solo nel momento in cui mi ha parlato di cassette di derivazioni e connettori, mi è preso uno shock ed ho pensato "Ed ora, dove cavolo me li metto questi?":

  • Io: Mmm...fammi pensare dove poterlo mettere...
  • Gigi: Qua non va bene?
  • Io: No lì c'è il termo arredo. Ecco dove, dietro al lavandino!
  • Gigi: Amore deve essere di facile accesso
  • Io: Beh se un domani si dovrà lavorarci, si sposterà di un pochino il mobile lavabo!
  • Gigi: E i tubi dell'acqua li stacchi tu?
  • Io: Uff....grrrr!

Odio queste cose. Le odio con tutta me stessa. Perché qualcuno non ha ancora inventato delle cassette esteticamente carine? Non dico belle, ma carine. Va bé, lasciamo perdere, smetto di parlare della mia casetta rotta per cominciare a parlarvi della casetta, ospite della rubrica del lunedì. Antonietta è la proprietaria di questa splendida dimora e quando dico splendida, non faccio complimenti gratuiti. Appena ho visto le foto, mi sono immaginata come sarebbe bello, poter prendere una tazza di tè seduti su quel divano. Ho cominciato a sognare ad occhi aperti. Signori e signore, benvenuti nella casetta di Antonietta.


Nei prossimi giorni, ci sarà una bella sorpresa, restate con me!


Ti potrebbero anche interessare:

19 commenti

  1. Ciao Sarah, hai ragione è veramente splendida, sembra presa da una rivista, complimenti Antonietta, ottimo gusto.
    un abbraccio
    Graziella

    RispondiElimina
  2. Divina!!! Semplicemente perfetta!!Anche io ho le scatole del panettone di latta, ma le tengo nell'armadio con le calze della befana !Bella mi piace proprio la casa di Antonietta ma perchè a me rimane tanto difficile creare uno stile così?Mi aiutate ?Grazie !!

    RispondiElimina
  3. mooolto mooolto carina questa casetta!!!! e' proprio di mio gusto....ah ad avercela una sedia rivestita in toile a joui (si scrive cosi?)...complimenti alla padrona!!

    RispondiElimina
  4. Goodmorning,

    Such beautiful romantic pictures..

    Wishing you a lovely day,
    Rozmeen

    RispondiElimina
  5. Ciao cara Sarah, bellissima! Mi sarebbe piaciuto vedere anche il resto della casa!

    Buona giornata e complimenti alla propietaria...

    Bacino

    Marica

    RispondiElimina
  6. Buongiorno Sarah, e tutte le sue amiche!
    Complimenti Antonietta, per la tua casa molto romantica, bellissime le scatole di latta per panettone.
    Un caro saluto a tutti, Barbara.

    RispondiElimina
  7. Hai ragione cara Marica, ma il motivo per cui non ci sono è perchè Antonietta mi ha spiegato che quelle camere sono in via di ristrutturazione, quindi puoi ben immaginare la confusione.

    Un bacino e buon lunedì! :)
    Sarah

    RispondiElimina
  8. Come ti capisco, anche io odio quelle scatole piene di fili, contatori, tubi ecc ecc, ma gira e rigira la soluzione l'ho trovata.
    Per esempio il contatore generale della corrente è incassato nel muro e davanti c'è una bella stampina antica, oppure, se non puoi incassarlo, puoi far fare una bella scatolina shabby, tipo porta chiavi con uno sportellino con cuoricino oppure.........ma dai che ti verranno tante di quelle idee da non fermarti più.
    bella la casa di Antonietta.
    tanti baci a tutte
    sabina

    RispondiElimina
  9. B.giorno Sarah:D come sempre sai come stupirci...bellissime foto,la casa è deliziosa..con tanteee cose da vedere!!!bacini..
    Gilda

    RispondiElimina
  10. Bellissima!!!
    Intravedo dallo specchio una bellissima scala, mi sarebbe piaciuto vederla meglio!! :-)
    Che ridere Sarah... purtroppo l'impianto elettrico è una bella rogna... io l'ho segnato direttamente in cantiere con l'elettricista, seguendo anche i suoi consigli, in mano avevo la piantina dove mi ero segnata le prese e i punti luce... e per fortuna tutto è andato bene.
    Nelle camere da letto ho messo il regolatore di intensità ... per il resto tutto standard direi...
    Un bacione !!!
    Etta

    RispondiElimina
  11. Che bellissima casetta!! Molto British...

    La questione interrutori è sempre motivo di discussione!
    Io ho criticato mio marito che ne ha fatt mettere 43 in 80 mq di casa... eppure ora li uso praticamente tutti!!
    Forza e coraggio!

    RispondiElimina
  12. Complimenti alla padrona di casa, e a te che fai sempre un monte di belle cose!
    Un caro saluto...
    Silvia

    RispondiElimina
  13. Complimenti alla proprietaria di questa casa e come sempre anche a te Sarah per il tuo buon gusto!

    RispondiElimina
  14. Ciao Sarah,mi chiamo Serena,ho lasciato un commento un pò di giorni fa,ma seguo il tuo blog ogni giorno...per i punti luce purtroppo ti devo dire che vale la seconda ipotesi indicata da te,lo so perchè io e il mio ragazzo stiamo ristrutturando quella che sarà la nostra casa e anche noi abbiamo dovuto riprogettare con tanta difficoltà l'impianto elettrico e quindi comprare tutto il materiale necessario...è una bella spesuccia.Cmq anche se non ci conosciamo sappi che vorrei tanto essere come te,fai delle cose troppo belle e il tuo blog è fonte per me di serenità...Bella la casa proposta oggi e dolcissimo è il cagnolino che sonnecchia sul tappeto...A presto serena...

    RispondiElimina
  15. ciao Sarah, ho avuto modo di vedere alcune foto su facebook, qui confermi quello che avevo gia' pensato, casa stupenda molto curata nei particolari, acogliente chiccosissima complimentissimi ad Antonietta, buon inizio settimana baci rosa.)

    RispondiElimina
  16. Ciao, hai ragione, è veramente splendida!
    Abche a me piacerebbe bere il thé seduta in questa ambientazione, immagino di essere già lì :)

    RispondiElimina
  17. HELLO THIS IS MY FIRST VISIT TO YOUR BLOG.A IS JUST SO LOVELY I ADORE YOUR TASTE ROMANTIC AND DELICATE .BEAUTIFULLLLLLL..XO SANDRA

    RispondiElimina
  18. Che bella casa. Io abito in Spagna, anche se sono nata in Italia, ed è la prima volta che entro in questo blog. Mi piace tantissimo!! Complimenti a Antonietta la sua casa è splendida, tanto come il blog .

    RispondiElimina
  19. Ciao Gio, benvenuta nel blog e grazie mille per i complimenti! :)

    Un besito,
    Sarah

    RispondiElimina

Flickr Images