{ A casa di Paola }

A 100 metri dal mare, nella città di Piombino, si trova questa bella casetta. La padrona Paola, ha c...

A 100 metri dal mare, nella città di Piombino, si trova questa bella casetta. La padrona Paola, ha cercato di dare un tocco "marino" dovendosi adattare al pavimento non proprio in stile. Con molti dettagli e giochi di colori, secondo me ha fatto un ottimo lavoro. La mia stanza preferita...sarà perchè è un periodo che sono innamorata del verde acqua, me è senza ombra di dubbio il bagno...bellissimo!

Tra pochi giorni aprirò un piccolo concorso, tra tutte voi che finora hanno partecipato alla rubrica "le vostre case". Ci saranno tanti bei premi in palio e soprattutto la possibilità di votare la vostra casetta preferita. Rimanete sintonizzati su questo schermo! ;)

Ti potrebbero anche interessare:

25 commenti

  1. Ciao, bella casetta lineare e dal tocco vintage...non sono pochi i dettagli che mi riportano agli anni '70!
    E soprattutto a due passi dal mare...
    ..."non" vi invidio x niente, ah ah!!!

    Bacio grande x te, x Paola e x tutte, buon lunedì a voi♥

    ♥Maddy

    RispondiElimina
  2. Io mi trasferirò a giugno nella nuova casa...sob sob...non farò in tempo a partecipare al concorso! ;)
    Buona settimana cara Sarah, buona settimana a tutte/i!

    RispondiElimina
  3. Carina carina carina e con quel tocco vintage che la personalizza rendendola unica,complimenti Paola!
    Buon inizio settimana a tutte!

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo con Sara...bel bagno!

    RispondiElimina
  5. Non sapete proprio che inventarvi, in questi casi è meglio tacere. mai vista una casa + triste di questa. Giovanna Berardi. (non anonimo)

    RispondiElimina
  6. Ciao Sarah, leggo il tuo blog da mesi ed è stupendo! Le foto e le idee che posti sono davvero belle, complimenti sinceri. Peccato però per le traduzioni in inglese (fatte col traduttore di google??) che appaiono da qualche giorno e rovinano l'effetto. Io le toglierei, perché tanto non si capisce molto. Scusa per il consiglio sincero! Per il resto continua così... Silvia

    RispondiElimina
  7. Casetta vintage,da piccola avevo un bagno cosi',il colore delle piastrelle è bellissimo le utilizzerei anche oggi. Complimenti a Paola, anche se dipingerei i mobili di bianco per rendere il tutto ancora più "marino"
    Saluti a tutte.
    Graziella

    RispondiElimina
  8. Ciao Sarah,di questa casetta mi piace molto il bagno, la vetrinetta con i bicchieri, il camino e i cassettone, anche i riferimenti marini sono carini, complimenti a Paola ciao a tutte rosa baci

    RispondiElimina
  9. L'angolo più carino è quello con le stelle e i cavallucci di mare. Per il resto, direi che tutte le case che sono pubblicate in questa rubrica hanno un comune denominatore:la pretesa di essere belle e il fatto invece che esprimono una gran tristezza o una enorme banalità borghesuccia, che non c'entra nulla con il lusso o la povertà, insomma mi chiedo cosa c'entri lo stile shabby...per giunta chic. Milena milani

    RispondiElimina
  10. Vorrei suggerire, a chi ama lo style shabby, di confrontarsi un pò con i blog svedesi, francesi, e poi chiedersi se continuare a denominare il proprio blog o definire la propria casa "shabby (chic!)". Paolo il freddo.

    RispondiElimina
  11. Ciao Paolo, hai ragione i blog svedesi, francesi & co sono proprio stupendi, anch'io mi incanto sempre ad ammirare quel tipo di foto.

    Ma questa rubrica che ho aperto, continuo a dire che è uno spazio per voi e per chi vuole vedere le foto della sua casetta on-line.

    Non importa che sia shabby, non importa che sia chic, è bello aprire le proprie porte di casa per far vedere una piccola parte di noi, per farci conoscere un pò...e poi ben vengano anche le critiche, d'altronde non è possibile che tutto piaccia a tutti!

    Io ripeto sempre che va bene tutto, ma bando alla maleducazione, quella proprio non la sopporto. Quindi va bene se a te non piace o se a Milena provoca tristezza. Io sono felice perchè questa rubrica è un punto di ritrovo per tante di noi. Mi rendo conto che ci sono casette più carine ed altre meno, ma perchè devo sentenziare a tutti i costi quello che non mi piace? Perchè invece non far vivere in maniera positiva questa esperienza che potrebbe essere importante per tante persone?

    Questo blog "Shabby Chic Interiors" si chiama così perchè prevalentemente tratta argomenti su questo genere, ma parla anche della mia vita...che non è shabby assolutamente, ma non mi sembra che quando faccio post a riguardo, a qualcuno dia fastidio! Insomma un pò di elasticità mentale!

    Ringrazio Silvia per il suo consiglio, davvero secondo te, fa tanto schifo-schifo la traduzione in inglese? Effettivamente uso traduttori on-line...io di inglese non so proprio nulla...ah no una cosa la so dire:

    "Don't worry be happy!"

    Sarah

    RispondiElimina
  12. Salve signora Milena Milani,penso che l'idea di pubblicare le foto sia azzeccatissima e originale.Allo stesso modo penso che lei abbia una mentalità alquanto provinciale, perchè questo, come dice Sarah,è un modo per farci conoscere un pò.Posso garantirle che dentro casa mia sono felicissima!!!
    Poi,come diceva Totò: "Signori si nasce".Mi riferisco a chi mi taccia di essere una borghesuccia.
    Per Paolo il Freddo.
    Spero che l'aggettivo che poni dietro al tuo nome derivi dal fatto che tu abbia sempre freddo. Altrimenti,presumo che tu sia uno di quelli che prendono ad esempio di vita (osannano) delinquenti come " il freddo" della Magliana. Per cronaca, è solo un personaggio cinematografico, nella realtà aveva un altro nome.

    Saluto Sarah e le altre italiane e non che apprezzano questo blog !

    Baci Marica Corleto

    RispondiElimina
  13. (Ciao Sarah, grazie della tua visita, Mario ringrazia te e tutte di vero cuore!

    Una domanda a chi -della serie "a volte ritornano"- oggi ha voluto deliziarci con l'ennesima dose di acredine gratuita: "chi" ha mai avuto la "pretesa"( ?!?!? ) di sentirsi dire d'avere una casa "bella"? E' il fatto che sia NOSTRA unito al piacere della condivisione, che spinge noi lettrici di Sarah ad inviarle xkè siano pubblicate. E'come invitare in casa propria delle care amicizie che questo blog ha il potere di far nascere, proprio per le peculiarità con cui è impostato. Perchè piuttosto non mettiamo alla gogna la VOSTRA pretesa, il VOSTRO arrogarvi un diritto a titolo del tutto gratuito e del tutto privo d'educazione, che è quello d'etichettare gli altrui gusti con epiteti alquanto offensivi e, va da sè, fuori luogo, come "tristi", "banali" o "borghesi"? Non vi accorgete di quanto VOI siete i portabandiera della schiera "borghesuccia",con i vostri (pre)giudizi preconfezionati e le vostre frasi fatte e ciclicamente, OTTUSAMENTE riproposte? ).

    Maddy

    RispondiElimina
  14. CE SEMPRE UNA VIPERA VELENOSA E STRISCIANTE CHE GIRA INTORNO A QUESTA RUBRICA,NON FARO' NOMI MA SI CAPISCE CHI E'!
    E' SEMPRE LA STESSA INVIDIOSISSIMA,ANONIMA NON PROPRIO,CHE RODE PER NON AVERE NE' UN BLOG COSI BELLO E FORBITO NE' UN MARITO CHE LE DIA IL PERMESSO DI ESPRIMERE SE STESSA NELLA SUA HOME DARK HOME!BUONA SERATA!

    RispondiElimina
  15. Per M.M nessuno ha mai preteso di avere una bella casa, ma sentenziare che quelle pubblicate siano tristi e banali non lo accetto, è offendere con l'intento di ferire.
    Se proprio non ti piacciono non sei costretta a guardarle ,chissà quanti blog ci sono che possono soddisfare il tuo raffinato gusto. Ognuno organizza i sui spazi come preferisce, e se non piacciono, chi se ne STRAFREGA
    Ciao Paola di Piombino(io vivo poco lontano)
    Ciao Sarah e grazie di permettere a noi borghesuccie di mostrare le nostre tristi e poco shabby casette
    Un saluto a tutte
    Graziella

    RispondiElimina
  16. A me', per quello che puo' valere la mia opinione, la tua iniziativa piace moltissimo; le ho viste tutte le case nel tuo blog, e in ognuna
    ho trovato qualcosa di bello. (di questa mi piace molto lo stile vintage).
    Aprire le porte di uno dei luoghi piu' privati, dove pensiamo, speriamo,curiamo i nostri malanni e le nostre tristezze sia una cosa molto coraggiosa. Condividere, secondo me, denota una grande fiducia, meritata o meno non importa. Che siano di nostro gusto o meno le case sono una parte di chi le abita. Ognuna di quelle che ho visto è stata pensata e, forse, prima ancora di essere vissuta, sognata. E ognuna, con suoi dettagli, i colori, i fiori freschi, sembra dia, anche dal web, un silenzioso benvenuto.
    E noi, da ospiti cortesi quali certamente siamo, ne siamo riconoscenti.
    Magari sarà una piccola cosa, d'altronde, "noi siamo fatti di piccole cose"; talvolta sono proprio quelle le piu' preziose.

    RispondiElimina
  17. Certamente siete benvenute, care amiche, nella mia casa "vintage"!

    La casa e' stata costruita nel 1956, ho cercato di mantenere lo stile di allora e di arredarla con i mobili che per quella casa erano nati: e' venuto fuori un mix di modernariato e di etnico che mi accoglie ogni volta che posso tornare al mio mare, da cui normalmente vivo lontata...

    ... la cosa piu' bella infatti non e' "dentro" la casa... ma vicino! Un mare fatto di scogli, di fondali affascinanti e di spiagge bellissime, anche così vicine all'abitato!

    RispondiElimina
  18. a me l'appuntamento del lunedì con le case delle lettrici piace molto, a volte si vedono case che piacciono molto, altre volte meno, però è un modo per confrontarsi, scopiazzare qualche idea ... che male c'è ... e perchè poi offendere le persone che hanno spedito con entusiasmo le foto della loro case?
    un pò di buona educazione non dovrebbe mancare mai.
    buona serata, ciao Claudia

    RispondiElimina
  19. Il bagno è veramente molto bello, per fortuna hai mantenuto i pavimenti originali. Io amo molto palladiane e graniglie, l'estrosità degli anni '50.
    E' anche un'epoca di grandi artisti, designers, architetti, un'epoca fertile! Complimenti, teresa

    RispondiElimina
  20. Il problema non sono le case, forse il fatto che il blog si chiami "shabby chic" alimenta troppe aspettative.
    Sarebbe pià appropriato, e originale, chiamarlo "case italiane", per esempio e spegnerebbe ogni obiezione sul nascere!

    RispondiElimina
  21. Il problema non sono le case, forse il fatto che il blog si chiami "shabby chic" alimenta troppe aspettative.
    Sarebbe pià appropriato, e originale, chiamarlo "case italiane", per esempio e spegnerebbe ogni obiezione sul nascere!

    RispondiElimina
  22. IL PROBLEMA E' CHE SIETE UN COVO DI PETTEGOLE E VIPERE INFEROCITE,CHE STRAZIO DEV' ESSERE AVERVI COME VICINE,APATICHE CHE SFOGANO LA LORO FRUSTRAZIONE, SPUTANDO SENTENZE SU GUSTI E COSTUMI PER ALTRO.MI PIACEREBBE VEDERE LE VOSTRE CASE,BISOGNEREBBE CHIAMARE LA RUBRICA "IL COVO DELLE CORNACCHIE"! MA ANDATE A SCUOLA DI GALATEO!
    FRANCO!@SILVIETTA PENSA A FARTI UN BLOG TUO, E A CUCINARTI UN PO' DI CAVOLETTI.
    MATILDA@ TROVATI UN ALTRO BLOG, E UN' ALTRA BLOGGER DA SNERVARE
    MILENA, FRANCO E COMPANY...SFOGATE LE VOSTRE FRUSTRAZIONI IN COSE PIU' PRODUTTIVE PER VOI STESSI, ANZICHE' SPUTARE VELENO, DATE UNA RIPULITA ALLE VOSTRE CASE, AL VOSTRO SCIATTO ANIMO, E AL VOSTRO PESSIMO GUSTO,
    INSOMM ANDATE A GUFFARE D' ANALTRA PARTE
    NOTTE!

    RispondiElimina
  23. E tutto è partito dall'anonimo Giovanna Berardi che ha osato dire che la casa è la più triste che ha visto...mamma mia ... tanto rumore per nulla ...

    RispondiElimina
  24. Non volevo commentare, ma poi... è più forte di me. Effettivamente il titolo del blog riporta alla mente ambientazioni shabby e qui si sono viste case di tanti stili diversi. Non mi sento però di dire case belle o case meno belle, ma solo che certe foto rispecchiavano i miei gusti e altre un po' meno. Ma non credo che la pretesa di questa rubrica fosse quella di pubblicare case che si possono trovare nelle riviste: credo che l'intento fosse solo quello di mostrarci le case degli altri, con solo l'orgoglio che può avere chi le ha scelte, arredate e fotografate. Personalmente, in generale, posso dire che se una cosa che leggo non mi piace, evito di commentare e se proprio la cosa mi scoccia, evito di continuare la lettura, ma mai mi permetterei di sparare giudizi come ho letto oggi in tanti commenti. Trovo che la cosa davvero triste non sia la casa, bensì la voglia di tante, troppe persone di mettere zizzania, di criticare, a prescindere, questo spazio, le foto pubblicate e i gusti dei proprietari delle case, di diffondere l'idea che esistano invidie, inventate o reali,tra i vari blog. In un mondo virtuale che dovrebbe essere uno sfogo e un passatempo, mi urta davvero leggere tutta questa cattiveria gratuita, che non porta nessun valore aggiunto, ma che ci fa solo capire quanto la natura umana possa essere meschina.
    E infine un ultimo pensiero a me, come tanti altri, che siamo un po' sciocchi, cadendo, purtroppo, nella trappola di dare troppo spazio e troppa importanza a queste piccolezze....

    RispondiElimina
  25. Ragazzi, per una volta vi chiedo cortesemente di calmare gli animi, qui stiamo come al solito divagando.

    E' giusto poter esprimere un giudizio negativo, non è giusto farlo in maniera maleducata tutto qua.

    Matilda, forse anche "Case Italiane" non andrebbe bene, forse dovrei chiamarlo "Di tutto un pò, di case, della mia vita" ma forse sarebbe troppo lungo...forse...sarebbe meglio non essere così fiscali su queste scemenze, forse!

    Sarah

    RispondiElimina

Flickr Images